Giovedì , 22 Agosto 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Benedetto Della Vedova. Col Dalai Lama: pacificazione, autonomia
05 Aprile 2008
 

La Cina soffocherà nel sangue la protesta della popolazione tibetana, come avvenne, 19 anni fa, con le proteste di Tien An Men? Magari per tentare di preservare, a pochi mesi per le Olimpiadi, una immagine internazionale che sarebbe ancora più compromessa da settimane e mesi di protesta di piazza?

La sola possibilità che in Tibet non avvenga quanto è prevedibile e previsto è che la comunità internazionale e l’Unione Europea (sulla scia di quanto già è stato fatto dall’amministrazione statunitense) riconoscano e sostengano la leadership nonviolenta del Dalai Lama, opponendosi alla sua criminalizzazione e aderendo alla sua proposta di pacificazione, che non prevede affatto “l’indipendenza” del Tibet, come si sostiene da parte di Pechino, ma la sua autonomia religiosa e culturale, nell’ambito dei confini e della sovranità della Repubblica Popolare Cinese.

Il governo italiano, che in questi due anni ha trattato il Dalai Lama come un reprobo indesiderato, rifiutando qualunque relazione con la massima autorità politica della diaspora tibetana, è chiamato a cambiare velocemente rotta e a sposare la linea di Merkel e Bush. Non basta chiedere, come fa il governo italiano, la fine della violenze. Bisogna impedire, che come avvenne a Tien An Men, la violenza appaia alle autorità di Pechino la scelta politicamente meno costosa.

Su questo, a proposito di Olimpiadi, penso abbia ancora una volta ragione il Dalai Lama: non parliamo - ora - di boicottaggio, ma sfruttiamo il clamore e l'attenzione intorno ai giochi per dare ancora maggior forza e risonanza alle rivendicazioni pacifiche e ragionevoli dei tibetani. Oggi Pechino, in prossimità delle Olimpiadi, è sotto scacco più di quanto non sia mai stata. Se nemmeno ora accadrà nulla di positivo per l'autonomia tibetana e continuerà il genocidio culturale, allora la cosa da aspettarsi è una sola: l'emergere di una linea alternativa a quella del Dalai Lama: quella della violenza terroristica.

 

Benedetto Della Vedova

(da 'l Gazetin, aprile 2008
da oggi in edicola in Valtellina e Valchiavenna)


Articoli correlati

  Camera e Senato accolgono il Dalai Lama con il massimo degli onori
  Han Yuchen. Il Regno della Purezza
  Il Volo Libero con il Tibet
  Tibet. Sabato 30 agosto sciopero della fame simbolico di 12 ore proposto dal primo Ministro tibetano
  Tibet. Karma Chopel al Parlamento europeo: documentazione inedita sulle violenze
  Bruna Spagnuolo: Fiaccola olimpica in manette. Il Tibet piange 2
  Francesco Pullia. Tibet. Arrestato il poeta e attivista nonviolento tibetano Tenzin Tsundue
  «Siamo tutti tibetani». Manifestazione indetta da “Il Riformista” e “Radio Radicale” mercoledì 19 a Roma
  Roma: 10 marzo, “Tibet, ora più che mai”
  Tibet/India, polizia blocca marcia contro Olimpiadi Pechino
  Francesco Pullia. Tibet, gli antefatti
  Bruno Mellano. Tibet: È questo lo spirito olimpico di Pechino?
  Valter Vecellio. Diario del digiuno. 4
  Diritti Umani. Pannella e Mecacci hanno incontrato questa mattina il Dalai Lama
  Seconda Marcia internazionale per la Libertà, in Birmania, Iran, Tibet
  Pannella e i radicali festeggiano il compleanno del Dalai Lama. Oggi a Spoleto
  Cremona. Dalle ore 18, veglia per il Tibet con Maurizio Turco e altri candidati del Partito democratico
  Marco Zacchera. Dalai Lama: la “businesspolitik” del Governo Prodi
  Il discorso del Dalai Lama nel 49° anniversario dell’insurrezione nazionale tibetana
  Valter Vecellio. Tibet. Le “tentazioni” disperanti, disperate e suicide di Tsewang Rigzin
  Gabriele Corazza. Per Sonam Tsering
  Mariolina Nobili. Olimpiadi e libertà per il Tibet. Lettera aperta al Sindaco di Sondrio, Alcide Molteni
  Matteo Mecacci. Pechino 2008: dopo le dichiarazioni di Berlusconi...
  Il Dalai Lama e Liu Xiaobo
  Francesco Pullia. Tibet. “Signor Sisci, per piacere, cambi mestiere”
  Valter Vecellio. Tibet, Satyagraha. L’importante articolo di Enzo Bianchi
  Radicali a Milano. Dalla pillola del giorno dopo a Ichino, passando per l'assemblea: tutte le iniziative
  Guido Biancardi. Tibet-Cina, Italia-Europa. E Fiat e “Corriere della Sera”
  Marco Pannella. «Tibet libero significa anche Cina libera»
  Francesco Pullia. Tibet, uiguri, diritti umani in Cina. La situazione si aggrava
  Manifestanti tibetani arrestati in India. Sit-in davanti al carcere di Javalamukti
  Nanni Salio. Per una trasformazione nonviolenta del conflitto Cina-Tibet
  “Tibet libero” è sinonimo di “Cina libera”
  Valter Vecellio. Dopo Chianciano, una riflessione a margine
  Benedetto Della Vedova. Le Olimpiadi, Pechino, e noi
  La Cina censura il sito internet del Partito Radicale
  Bruna Spagnuolo: Terremoto in Cina. Gocce piccole per speranze grandi.
  Guido Biancardi. “Quella Cina” siamo noi
  8 Agosto ad Assisi! Tibet, pace e nonviolenza
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.5%
NO
 24.5%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy