Lunedì , 09 Dicembre 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
L’11 settembre marceremo scalzi a Gioiosa in solidarietà coi migranti 
L'invito Recosol Calabria e le prime adesioni
06 Settembre 2015
 

È arrivato il momento di decidere da che parte stare.

È vero che non ci sono soluzioni semplici e che ogni cosa in questo mondo è sempre più complessa. Ma per affrontare i cambiamenti epocali della storia è necessario avere una posizione, sapere quali sono le priorità per poter prendere delle scelte.

Noi stiamo dalla parte degli uomini scalzi.

Di chi ha bisogno di mettere il proprio corpo in pericolo per poter sperare di vivere o di sopravvivere.

È difficile poterlo capire se non hai mai dovuto viverlo.

Ma la migrazione assoluta richiede esattamente questo: spogliarsi completamente della propria identità per poter sperare di trovarne un'altra. Abbandonare tutto, mettere il proprio corpo e quello dei tuoi figli dentro ad una barca, ad un tir, ad un tunnel e sperare che arrivi integro al di là, in un ignoto che ti respinge, ma di cui tu hai bisogno.

Sono questi gli uomini scalzi del 21° secolo e noi stiamo con loro.

Le loro ragioni possono essere coperte da decine di infamie, paure, minacce, ma è incivile e disumano non ascoltarle.

La Marcia delle Donne e degli Uomini Scalzi parte da queste ragioni e inizia un lungo cammino di civiltà.

È l'inizio di un percorso di cambiamento che chiede a tutti gli uomini e le donne del mondo globale di capire che non è in alcun modo accettabile fermare e respingere chi è vittima di ingiustizie militari, religiose o economiche che siano. Non è pensabile fermare chi scappa dalle ingiustizie, al contrario aiutarli significa lottare contro quelle ingiustizie.

Dare asilo a chi scappa dalle guerre, significa ripudiare la guerra e costruire la pace.

Dare rifugio a chi scappa dalle discriminazioni religiose, etniche o di genere, significa lottare per i diritti e le libertà di tutte e tutti.

Dare accoglienza a chi fugge dalla povertà, significa non accettare le sempre crescenti disuguaglianze economiche e promuovere una maggiore redistribuzione di ricchezze.

 

Venerdì 11 settembre in tanti marceranno in vari luoghi d’Italia rispondendo a questo appello. Alle ore 11:30 lo faremo anche noi, partiremo dalla Sede Recosol di via Diaz a Gioiosa Ionica e marceremo scalzi fino alla piazza Vittorio Emanuele.

Invitiamo a partecipare i sindaci della Locride, il terzo settore, i partiti, i sindacati, tutti i cittadini che vorranno farlo per chiedere con forza i primi tre necessari cambiamenti delle politiche migratorie europee e globali:

1. certezza di corridoi umanitari sicuri per vittime di guerre, catastrofi e dittature

2. accoglienza degna e rispettosa per tutti 

3. chiusura e smantellamento di tutti i luoghi di concentrazione e detenzione dei migranti

4. Creare un vero sistema unico di asilo in Europa superando il regolamento di Dublino 

 

Perché la storia appartenga alle donne e agli uomini scalzi e al nostro camminare insieme.

 

Giovanni Maiolo

Per la Rete dei Comuni Solidali Calabria

 

 

Per adesioni alla marcia degli uomini scalzi
di Gioiosa Ionica scrivere a:

recosolcalabria@gmail.com

 

 

Anche il deputato Gennaro Migliore aderisce alla marcia di Gioiosa

 

In poche ore sono già molte le adesioni ricevute dalla marcia degli uomini e delle donne scalze lanciata dalla Rete dei Comuni Solidali a Gioiosa Ionica per venerdì 11 settembre alle ore 11:30 con partenza dalla sede Recosol di Via Diaz.

Tra queste molti amministratori, alcune testate giornalistiche, la Cgil, esponenti del terzo settore e diversi esponenti di partito.

 

Ecco l’elenco delle prime adesioni:

 

Gennaro Migliore, deputato Pd

Arci Provincia Reggio Calabria

Manuela Sainato, segretaria Filea-Cgil

Federica Roccisano, assessore Regione Calabria

Sel Locride

Rosario Rocca, Sindaco del Comune di Benestare

Corrierelocride.it, testata giornalistica

Ciavula.it, testata giornalistica

Caterina Belcastro, segretaria Circolo Pd Caulonia, Assessore comunale

Nensi Spatari, segretario Circolo Pd Mammola, Consigliere comunale

Isidoro Napoli, assessore Gioiosa Marina

Daniele Albanese, segretario PD Gioiosa Marina, consigliere comunale

Cooperativa sociale Sankara

Valentina Femia, direttivo PD Gioiosa Marina

Maurizio Zavaglia, vicesindaco di Gioiosa Ionica

Comitato Costa dei Gelsomini POSSIBILE

Eurocoop Camini, Sprar Camini

Maria Rosa Logozzo, resp. Unicef Gioiosa

JIMUEL Internet Medics for Life 

Francesco Caruso, ex deputato

Federazione provinciale del Partito Democratico di Reggio Calabria

Pino Vumbaca, sindaco di San Giovanni di Gerace

Salvatore Fuda, sindaco di Gioiosa Ionica

Ilario Ammendolia, ex sindaco di Caulonia

Giuseppe Larosa, vice segretario Pd Mammola

Cooperativa Pathos

Associazione Don Milani

Antonio Guerrieri, SEL Locri

Fimmina Tv

Centro Italiano Protezione Civile Camini

Domenico Cento (Gioia Tauro), dirigente regionale del Partito Democratico

Stefania Roccisano, cittadina cauloniese

 

 

»» Scalzi di Gioiosa: il video della Marcia (11 settembre 2015)


Articoli correlati

  Salvatore Ambrosi, PD Sondrio: L'estiva lezione di turismo di Salvini
  Gino Songini. Zibaldone estivo
  Marco Lombardi. La CEI e gli esami di coscienza
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Qualche volta ho pregato il Cielo...
  Roberto Malini. In viaggio con Alex verso un mondo giusto e accogliente
  Vetrina/ Pino Dell'Ago. Se qualcuno al bar o in grigi
  Anna Lanzetta. Di fronte alla morte di Aylan, bimbo siriano
  Padova. Libdem: La libertà è ancora di moda?
  La marcia delle donne e degli uomini scalzi
  Vetrina/ Alberto Figliolia. La canzone dei migranti che furono
  Gordiano Lupi. Generazione 'tipo'
  Lidia Menapace. La cancelliera federale germanica
  Luigi Fioravanti. Migranti, tanto peggio tanto meglio per Salvini & Co.
  Morbegno. “Migranti e accoglienza”
  Carlotta Caldonazzo. Abbattere un muro per costruirne cento?
  Anche a Gioiosa i migranti puliscono il paese
  Vetrina/ Patrizia Garofalo. Lenzuola di nuvole...
  Lidia Menapace. Una modesta proposta
  Giovanni Maiolo. Il Comune di Cinquefrondi chiede il riconoscimento dello status di rifugiato ambientale
  Il libro di Recosol presentato all’Università della Calabria
  Congratulazioni ai neopatentati del Progetto Sprar di Gioiosa Ionica
  Gioiosa. Recosol ammaina bandiera francese
  Gioiosa e Riace su Al Jazeera
  Almamegretta a Gioiosa Ionica
  Sprar di Gioiosa Jonica: dopo le licenze medie due migranti si iscrivono alle scuole superiori
  Sprar Recosol di Gioiosa Ionica studiato dalla Harvard University
  Recosol nel Comitato regionale calabrese di Studio sull’immigrazione
  “Scatti di valore”. Recosol ospita quattro studenti di Gioiosa Jonica
  Gioiosa a Ecofuturo 2. Video FQ.TV con Giovanni Maiolo
  Tiziana Bruzzese. Gioiosa Jonica: Il progetto Sprar compie un anno
  Gianluca Congiusta per la liberazione degli esseri umani
  Da Nord a Sud aumentano le adesioni alla Rete dei comuni solidali
  Recosol: «L’accoglienza non si tocca»
  Domani partirà la Carovana Solidale e Resistente
  A-Accoglienza Riace in Festival
  Giovanni Maiolo. Parte dalla Calabria la Carovana Solidale e Resistente che andrà in Grecia
  Gioiosa Jonica. Convegno “Energia bene comune”
  Sprar di Gioiosa Ionica: altri nove migranti ottengono la licenza media
  Assegnato a ReCoSol un bene confiscato alla mafia situato a Gioiosa Jonica
  I migranti dello Sprar di Gioiosa insegnano francese agli studenti italiani
  Re.co.sol. Gioiosa a Ecofuturo
  Scatti di valore e Recosol. Un altro anno insieme
  “Europa: i rifugiati sono nostri fratelli”
  Riace. Recosol a sostegno di Domenico Lucano
  Paola Suraci. Recosol, chiuso per minacce
  Gioiosa Ionica. Tante vie per l’integrazione
  Incendio allo scuolabus: la solidarietà di Sankara e Recosol all’Amministrazione comunale di Martone (Rc)
  Corso di inglese gratuito a Gioiosa Ionica
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.3%
NO
 24.7%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy