Giovedì , 19 Settembre 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Carceri: calendarizzata risoluzione sul diritto di voto dei detenuti 
Staffetta Bernardini-Pannella nello sciopero della fame
06 Dicembre 2012
 

Dopo 41 giorni Rita Bernardini, Irene Testa e Maurizio Bolognetti hanno interrotto ieri il digiuno; sarà Marco Pannella a portare avanti l'iniziativa nonviolenta a partire da oggi. Annunciata nuova mobilitazione dentro e fuori le carceri da domenica 9 a martedì 11 dicembre.

La risoluzione radicale per il diritto di voto dei detenuti è stata calendarizzata e sarà discussa martedì 11 dicembre nelle commissioni giustizia e affari costituzionali in riunione congiunta. Un successo della lotta nonviolenta che ha convinto la deputata radicale Rita Bernardini, promotrice e prima firmataria del documento, a sospendere lo sciopero della fame che portava avanti da ormai 41 giorni insieme alla segretaria del Detenuto Ignoto Irene Testa e al segretario di Radicali Lucani Maurizio Bolognetti, con il sostegno di altri militanti e dirigenti radicali.

Per rivendicare il proprio diritto di voto, ostacolato da disinformazione e da una procedura farraginosa, decine di migliaia di reclusi in tutta Italia avevano digiunato dal 19 al 22 novembre scorso, alternando ogni sera per quattro giorni battitura delle sbarre e momenti di silenzio. Una mobilitazione promossa dal Partito Radicale dentro e fuori le carceri e che riprenderà nei prossimi giorni, come annunciato da Marco Pannella, che ha chiamato nuovamente a raccolta la comunità penitenziaria dai microfoni di “Radio Carcere”. Così, mentre da oggi il leader radicale porterà avanti un'iniziativa nonviolenta di sciopero della fame, alternato ogni tre giorni da una giornata di sciopero della sete, domenica 9, lunedì 10 dicembre e martedì 11 nelle carceri si ripeterà la battitura alle sbarre delle celle con questi orari: domenica e lunedì dalle 13 alle 13:30 e dalle 19 alle 19:45 mentre martedì la battitura verrà effettuata dentro e fuori le carceri dalle 13 alle 13:30 (e anche davanti a Montecitorio con pentole, coperchi, posate e tutto il necessario per farsi sentire).

 

«Pur essendo moltissimi i reclusi che conservano il diritto di voto, finora soltanto il 7 per cento di loro è stato messo nelle condizioni di esercitarlo, a causa di ostacoli e complicazioni burocratiche che privano i detenuti di un diritto dovere fondamentale», fa sapere Rita Bernardini. Con la risoluzione, sottoscritta da quasi 40 deputati di diversi gruppi parlamentari, si chiede al governo di sollecitare, attraverso il Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria, i direttori degli istituti penitenziari affinché informino tempestivamente i detenuti sugli adempimenti da compiere per essere ammessi al voto in carcere; di avviare con ampio margine di tempo le operazioni di registrazione nelle liste elettorali dei detenuti elettori e la consegna delle loro tessere; di emanare una circolare affinché si assicuri in modo tempestivo l'esercizio del diritto di voto dei detenuti che non hanno perso il godimento dei diritti civili e politici, in particolare di quelli interessati dalle elezioni regionali di febbraio e che sono reclusi in regioni diverse da quelle in cui risultano residenti; e infine di individuare e promuovere una modifica dei punti più critici della normativa italiana in materia di esercizio del diritto di voto dei detenuti, così da renderlo più agevole, e quindi effettivo.

Con questa nuova mobilitazione i radicali intendono inoltre ribadire l’urgente necessità di riportare la giustizia italiana e la sua appendice carceraria nel perimetro della legalità attraverso un provvedimento di amnistia: il solo in grado di interrompere immediatamente la condizione di flagranza di reato in cui versa lo Stato italiano rispetto ai propri cittadini.

 

Fonte: Radicali.it


Articoli correlati

  Alessandro Barchiesi. Giustizia lenta
  “Amnistia subito!” Anche a Sondrio davanti al carcere
  Marco Pannella. “Dalle nuove catacombe si alzerà la battitura della speranza”
  #iostoconmarco Amnistia Diritto Legalità
  Valter Vecellio. 25 aprile: la marcia ignota
  Marcia 25 Aprile. “Vi confermo la mia vicinanza nei confronti della vostra meritoria iniziativa”
  Valentina Ascione. La giustizia a parole
  Il giorno di Pasqua davanti a Regina Coeli: in fila indiana fino a piazza San Pietro
  Bernardini e Pannella: “Davanti alle carceri file silenziose dei parenti dei detenuti”
  Carceri/San Vittore: Presidio radicale accoglie Napolitano al grido “Amnistia”
  Carceri: Iniziative in tutta Italia
  Rita Bernardini. Una lotta che non può fermarsi
  Alessandro Barchiesi. 18-21 luglio 2012
  Alessandro Barchiesi. Io voto in carcere
  PRNtt. 26 giugno. Manifestazione a Roma nella giornata mondiale contro la tortura
  Valter Vecellio. L’“anomala” Basilicata, dove i vescovi aderiscono alle iniziative radicali
  Valter Vecellio. Sui (timidi) provvedimenti “svuotacarceri”
  Ascanio Celestini. Pro patria. Senza prigioni, senza processi
  Valter Vecellio. Complici dei violenti
  Valeria Centorame. Amnistia… perché No?
  Valeria Centorame. Amnistia e pregiudizio
  Rita Bernardini. Messaggio alle associazioni promotrici della II Marcia per l'Amnistia, la Giustizia e la Libertà
  Valter Vecellio. Giustizia: se è lo Stato a essere in flagranza di reato
  AMNISTIA SUBITO! Flash-mob, a Bologna venerdì sera
  Il 25 aprile la 2ª Marcia per l’Amnistia, la Giustizia, la Libertà
  Valter Vecellio. Dunque, signor ministro? Dopo la sua “visita” a Regina Coeli, cos’ha fatto, cosa intende fare?
  Valter Vecellio. Le “elementari” verità di Ascanio Celestini mentre la “mattanza” continua…
  Contro la bancarotta giudiziaria, per Pannella la parola d’ordine è una sola: amnistia
  Emma Bonino. “Napolitano rifiuta il suo ruolo di garante della legalità”
  Claudio M. Radaelli. La nonviolenza a volte “funziona”, a volte no, ma funziona (senza virgolette) sempre
  Emma Bonino. 25 aprile marcia per una nuova liberazione: dalla partitocrazia
  Rino Cammilleri, Vittorio Feltri. “Il Giornale” apre un dibattito sull'amnistia
  AMNISTIA SUBITO! Da mercoledì 18 luglio quattro giorni di nonviolenza, di sciopero della fame e di silenzio
  PRntt. Amnistia per la giustizia e la legalità
  Valter Vecellio. “¿Ministro Severino, por qué no te callas?”
  Partito Radicale NTT. Amnistia: Marcia di Pasqua
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.7%
NO
 24.3%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy