Sabato , 21 Settembre 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Oblò cubano
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Buon compleanno, Fidel! 
Gordiano Lupi su Radio Rai alle 11:40 di oggi
13 Agosto 2010
 

Fidel Castro festeggia 84 anni pubblicando La vittoria strategica, un’autobiografia di 900 pagine che Letras Cubanas distribuisce in tutta l’Isola tirando ben 60.000 esemplari. In pesos cubani costa l’equivalente di 22 dollari, se pensiamo che un operaio guadagna al massimo 15 dollari al mese, dubitiamo che molti faranno la fila per acquistare un ponderoso volume che amplifica la retorica rivoluzionaria. Non è finita qui comunque, perché il libro racconta solo infanzia, adolescenza e Rivoluzione. Per tutto il resto dovremo attendere la prossima puntata.

È il terzo compleanno da ex presidente per Fidel, che è stato per quasi quattro anni lontano dalla vita politica dopo aver subito un intervento all’intestino il 27 luglio 2006. Nell’ultimo mese il leader carismatico è riapparso in pubblico in diverse occasioni, pare in buona forma e sembra che le sue idee siano abbastanza lucide. I suoi interventi si sono limitati a questioni internazionali: il timore di una guerra nucleare tra Iran e Israele con la partecipazione degli Stati Uniti e la possibile crisi coreana. Fidel non ha fatto alcun cenno ai problemi interni del paese, al degrado della vita pubblica, alla delicata situazione economica, ai diritti civili negati, alla mancanza di libertà. Secondo Yoani Sánchez Fidel vuole distogliere l’attenzione dai veri problemi in un momento delicato dopo la scarcerazione di molti prigionieri politici. Forse c’è un tacito accordo tra fratelli, sulla base del quale Fidel si occuperebbe dei temi di politica estera e Raúl dei problemi interni. Norberto Fuentes afferma che tra i due non è mai corso buon sangue, ma che Raúl è succube del carisma di Fidel. Sino a quando il fratello comparirà in pubblico i veri cambiamenti resteranno bloccati.

Fidel Castro ha convocato il parlamento in seduta straordinaria per parlare della prossima guerra nucleare di fronte a un’assemblea capace soltanto di applaudire e adulare. Non sta male, ma deve farsi aiutare a camminare e parla solo per quindici minuti, non riesce a fare i discorsi interminabili del passato. Un altro problema che interessa molto Fidel è la liberazione dei cinque agenti cubani incarcerati da 12 anni negli Stati Uniti con l’accusa di spionaggio. Spende parole di ammirazione per Obama, dice che non è cinico come Nixon e cerca di convincerlo a non attaccare Iran e Corea del Nord. Alcuni giorni fa ha fatto marcia indietro sulla teoria della guerra nucleare inevitabile in una nuova riflessione pubblicata dalla stampa ufficiale. Ha detto che «il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama non è un assassino e non si sognerebbe mai di ordinare la morte di centinaia di milioni di persone innocenti». L’ex presidente cubano prova simpatia per Obama, perché afferma che è «migliore di Roosvelt e di Carter, non è ignorante come Reagan, pazzo come Bush e ipocrita come il padre di Bush». Teme per la sua incolumità e ritiene un miracolo che non sia ancora stato ucciso. «Gli statunitensi sono profondamente razzisti, per questo un presidente afroamericano rischia molto». Secondo Fidel gli Usa non possono più avere il controllo dei loro segreti e «bisognerebbe fare una statua a Wikileaks», il sito che ha pubblicato documenti segreti degli Stati Uniti sulla guerra in Afghanistan.

Fidel Castro non ha nessuna intenzione di riprendere il potere. Il suo ruolo è soltanto quello del consigliere che scrive Riflessioni sul Granma, che di fatto condizionano le scelte politiche.

«Il mio compito è di dire quello che penso a chi poi ha il potere di prendere le decisioni. I compagni non sono persone che io devo pilotare, ma quello che voglio è che pensino con la propria testa».

Sarà vero? Fidel Castro ha dimostrato con tutta la sua vita che esiste una differenza abissale tra le cose che dice e quelle che effettivamente pensa e si appresta a realizzare.

 

Gordiano Lupi

 

Appunti per l'intervento di questa mattina, Radio Rai h 11:40.


Articoli correlati

  Garrincha. Castroriflessioni
  Rafael Alcides. Teatro
  Yoani Sánchez. Cuba sopravvive a Fidel Castro
  Fidel Castro presenta le sue memorie
  Omar Santana. Ottantotto
  L'Avana. Fidel in pubblico
  Cuba. Riappare in pubblico Fidel Castro
  Messaggi in bottiglia dall’isola dei non connessi
  Omar Santana. Voci sulle condizioni di Fidel Castro
  Fidel Castro moribondo?
  Fidel Castro tra cinema e realtà
  Fonti cubane parlano di Fidel Castro in fin di vita
  Reinaldo Escobar. L’ultima morte di Fidel Castro
  Gordiano Lupi. Fidel Castro è vivo e vegeto
  Gordiano Lupi. Della morte di Fidel
  Omar Santana. “Vado a tagliare la torta!”
  Carlos Alberto Montaner. La nuova morte di Fidel Castro
  Gordiano Lupi. Muore Juan Almeida. Fidel Castro è ancora più solo
  L'aggressività americana alla prova di Libia e Siria
  A. Torreguitart Ruiz. Buon compleanno, Fidel!
  Wendy Guerra. Vivo all’Avana
  Orlando Luís Pardo Lazo. Non siamo niente
  “Fidel Castro in fin di vita”. Ma è solo una voce diffusa su Twitter...
  Dissidenti cubani e mistificazioni italiane
  Gordiano Lupi. Fidel Castro in delicato stato di salute: non tornerà ad apparire in pubblico
  Fidel Castro compie 85 anni
  Aspettando il 26 luglio. Parlerà Fidel o Raúl?
  Alejandro Torreguitart Ruiz. Il vecchio non tira il calzino
  Gordiano Lupi. Fidel Castro è vivo
  Ad agosto in uscita un nuovo libro di Fidel Castro
  Fidel Castro? “È lucido e sta lavorando molto”
  Yoani Sánchez. Populismo alla cubana: conquiste, minacce e leadership
  Wendy Guerra. Benvenuti nel capitalismo selvaggio
  “Fidel Castro vivrà 140 anni, nonostante la malattia”
  Pedro Argüelles Morán. León Profeta
  CubaDebate pubblica foto recenti di Fidel Castro per smentire voci sulla sua morte
  Miami. Feste per la morte di Castro?
  Gordiano Lupi. Fidel Castro e le “Riflessioni” bonsai
  Gordiano Lupi. Cuba prima della rivoluzione
  Smentite nuove voci sulla morte di Fidel Castro
  Fidel vota alle elezioni cubane
  Alejandro Torreguitart Ruiz. Ottantasette e non li dimostra
  Reinaldo Escobar. Il testamento politico di Fidel Castro
  Fidel Castro è vivo e posa accanto a Lula
  Carlos Alberto Montaner. Un anno senza Fidel
  Jardim. Halloween 2012
  Fidel Castro non scrive e non parla
  Gordiano Lupi. Maledetto sigaro (2000)
  Yoani Sánchez. Materia da cartomanti
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 5 commenti ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.7%
NO
 24.3%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy