Giovedì , 23 Novembre 2017
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
Pagina 4  -  Commenti da 31 a 40
Commento di Paula Elias aggiunto il 24.09.2017
Molto interessante il suo lavoro..non lo conoscevo ma mi trovo in elementi molto legati al mio sentire.. Complimenti!!!
Commento di Enea Sansi aggiunto il 23.09.2017
Come per il frutto e l'albero, per fare la cittadinanza europea ci vuole la federazione europea...
Commento di Carlo Forin aggiunto il 23.09.2017
Bene. Vogliono i Radicali fare anche qualcosa di radicale? Vogliono chiedere con forza la disciplina di cittadinanza europea? Firmerei: "Non ero europeo per la legge. Con la carta d'identità europea starei bene".
Commento di maria lanciotti aggiunto il 22.09.2017
niente di nuovo sotto il cupolone. sempre la vecchia 'crociata' col trucco rifatto.
Commento di Carlo Forin aggiunto il 22.09.2017
Speriamo proprio. Il mostro burocratico potrebbe avere un attimo di distrazione e ...zac!
Commento di Carlo Forin aggiunto il 20.09.2017
Cara Silvia, io ti prego di riferire a Wendy Guerra la lettura zumera del suo nome e cognome: gu.erra W-en-dy: 'corda (gu) [di] erra [demonio infernale]' + 'doppio circolo (w) Signore (en) dio (di) -da due uno(y)' Il tuo è Syl-uia, 'Sole-cielo.sentiero.terra'. ciao, Carlo
Commento di Carlo Forin aggiunto il 18.09.2017
Caro Vincenzo, tu hai fatto un discorso interessante e complesso. Io sono un cittadino di Vittorio Veneto. La mia città è decorata di due medaglie d'oro, alla patria e alla Resistenza. Io concordo con il tuo universalismo che riconosco nella lingua italiana, con l'origine attorno al 1300 d.C., con padre Dante. Molto prima del Rinascimento. La medaglia d'oro alla Resistenza mi fa rigettare la memoria del 20 ottobre perché la marcia su Roma fu decisamente una iattura e non mi dispiace il fatto che la fascistella ex berlusconiana sia rimasta ostacolata. La faccenda della partigianeria è ferma ai partiti, tuttora a-legali in Italia. Sulla patria europea il tema deve spostarsi alla cittadinanza europea tuttora assente dalle discussioni serie, politiche o antropologiche come dici. Dunque, possiamo essere patrioti del mondo, ma cerchiamo di venir riconosciuti come cittadini europei, almeno. Non credi?
Commento di Carlo Forin aggiunto il 17.09.2017
Bravo, Roberto. Concretamente: l'articolo 49 della Costituzione, muto di leggi, recita: tutti i cittadini hanno diritto di associarsi liberamente in partiti per concorrere con metodo democratico a determinare la politica nazionale.

Questo è l'articolo più bello della nostra carta. Infatti, sta sulla carta. Non ha ancora una sola legge. Non abbiamo la disciplina generale delle associazioni. Non abbiamo la legge sui partiti. Addirittura, abbiamo associazioni sindacali burocratizzate, non regolate da un diritto pubblico associativo. L'articolo 39 vieterebbe addirittura di farlo.
Siamo in una società mafiosa. In questo contesto i diritti dei bambini e delle donne restano violati.
Articolo di riferimento : Roberto Malini. Non passino sotto silenzio le uccisioni di bambini
Altri commenti all'articolo [ 3 commenti ]
Commento di Roberto Malini aggiunto il 16.09.2017
La violenza sui più deboli è una sola e va affrontata con pari determinazione e con i mezzi adeguati, che oggi non esistono. Abusi sulle donne, sui bambini, sui migranti, sulle persone LGBT, sugli anziani negli istituti di ricovero, sui giovani nelle case di accoglienza, sui disabili, sui carcerati (che subiscono circa 3 mila stupri ogni anno: il 40% di tutti gli stupri, passati completamente sotto silenzio: https://www.facebook.com/notes/informare-x-resistere/roberto-malini-a-klauscondicio-nelle-carceri-il-40-dei-suicidi-è-dovuto-a-stupri/402193921266/). La tragedia degli abusi viene spesso strumentalizzata a fini mediatici e politici, oltre i quali non si realizza niente. Non un progetto efficace. Non una campagna di prevenzione. Non programmi televisivi e campagne social di informazione e prevenzione. Solo proclami finalizzati al consenso elettorale o politico... Bisogna cambiare strada...
Articolo di riferimento : Roberto Malini. Non passino sotto silenzio le uccisioni di bambini
Altri commenti all'articolo [ 3 commenti ]
Commento di Carlo Forin aggiunto il 16.09.2017
Concordo. L'ammazzamento di donne e bambini è una tragedia che deve, almeno, spaccare l'indifferenza dominante. Non deve passare sotto silenzio.
Articolo di riferimento : Roberto Malini. Non passino sotto silenzio le uccisioni di bambini
Altri commenti all'articolo [ 3 commenti ]


  1  |  2  |  3  |  4  |  5  |  6  |  7  |  8  |  9  |  10  | > | >>

STRUMENTI
Versione stampabile
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
I NOSTRI ARTICOLI
  I più letti
  I più commentati
SONDAGGIO
ISRAELE NELL'UNIONE EUROPEA. Cosa ne pensi?

Sono d'accordo. Facciamolo!
 62.6%
Non so.
 1.1%
Non sono d'accordo.
 36.2%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 24762 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. e Fax 0342 610861 C.F./P.IVA 00668000144 - SONDRIO REA 46909 - capitale sociale € 7.000 i.v. privacy policy