Sabato , 14 Dicembre 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Guido Biancardi. La Gomorra carceraria
Rita Bernardini all
Rita Bernardini all'uscita del carcere di Catanzaro (foto G. Candido) 
07 Dicembre 2009
 

La lotta nonviolenta di Rita Bernardini ed altri Radicali che è stata troppo a lunga ignorata da tutti coloro cui dovrebbero essere affidate le speranze di intervento (a favore dei ristretti in carcere in spazi “subumani”, preda sempre più della tentazione dell' autolesionismo, sino al crescente fenomeno dei suicidi), ha da sciogliere, per essere efficace e divenire consapevolezza diffusa generatrice di riforme, un nodo, un groviglio arruffato in modo inestricabile fra situazioni vieppiù emergenziali in sede detentiva e normalità disumana quotidianamente sperimentata ed accettata come “normale”. Che è la normalità rappresentata e denunziata da “Gomorra” come forma anomala ed estrema di degrado, vissuta, ad es., in alcuni dei quartieri più malfamati di Napoli.

 

La condizione carceraria che è misura di civiltà di uno Stato è anche un test di popolo: se essa è percepita come destino accettabile da un mondo di reietti che ne condividono nella vita di tutti i giorni  anche alcune delle condizioni di particolare degrado (igienico come sociale, economico e culturale...), ma che non si considerano tali sino a che “esiste qualcuno che sta ancor peggio”, allora qualsiasi tentativo di intervento migliorativo delle condizioni dei “delinquenti” verrà considerato un inaccettabile privilegio attribuito a degli indegni e, nel contempo, l'estrema offesa verso la propria condizione di cittadini onesti (o comunque, “fuori di galera”). L'essere non reclusi può quindi rappresentare nel vissuto dei “troppi ultimi”l'unico vantaggio dell'onesto, il corrispettivo di una cittadinanza non criminale; che ha il disperato bisogno della conferma dell'esistenza della più spaventosa galera come luogo della vendetta.

Nei fatti in Italia non esiste, per esperienza ed attese di alcune popolazioni e ceti, soluzione di continuità fra le loro condizione e dignità esistenziali e quelle dei “galeotti”, se non, appunto, le sbarre dietro le quali essi vengono reclusi. “Gomorra” corre dentro e fuori la cella ed il vicolo, il carugio, i sottofondi.

 

Applicare il principio costituzionale del recupero del detenuto ed aprire anche solo timidamente il concetto di pena come non solamente estrema sofferenza espiativa (nella forma primitiva come giusto corrispettivo al dolore inflitto), ma, soprattutto, come periodo di elaborazione e cambiamento del recluso, ciò costituirebbe per paradosso “l'estrema ingiustizia” per chi non ha altro che la ricchezza, relativa ed invidiosa, di colui che non cade nelle maglie della giustizia pur dovendo vivere in condizioni di marginale osservanza della legge, costretto a sopravvivere delinquendo.

Se l'esperienza carceraria non può non essere, secondo i principi illuministici in materia di delitti e pene, la sperimentazione di condizioni ed opzioni diverse e migliori di quelle che l'hanno condotto a delinquere (ovvero la “seconda, migliore, opzione” di integrazione civile che la società deve offrire a chi ne ha mancato una prima perché inadeguata), il futuro non potrà purtroppo riservarci le conseguenze auspicate di una futura gestione delle carceri più degna ed accettabile se non dopo che saranno garantite condizioni “ordinarie” d'esistenza decenti e dignitose al cittadino.

 

Sinché sarà indistinguibile una “Gomorra” quotidiana, fatta oggetto di stupore indignato per molti “lettori/spettatori” ma poi accettata generalmente come un accettabile luogo di vita ordinaria da altrettante persone, da quella molto simile ma straordinaria, costruita “per fare giustizia” in cui immettere coloro che devono espiare senza esserne corretti, il processo di trasformazione e recupero civile sarà frustrato. Anzi l'“inferno creato” continuerà a generare disagio e degrado.

Nella totale insensibilità delle maggioranze che si illudono, inconsapevoli dei principi di base della nonviolenza e della democrazia, di essere intrinsecamente, identitariamente “diversi”.

 

Guido Biancardi

(da Notizie radicali, 7 dicembre 20009)


Articoli correlati

  Radicali Sondrio. Iniziativa dell'On. Rita Bernardini per la libertà di stampa
  Carceri. Rita Bernardini: “Io sarò in Calabria e in Sicilia”
  Doriana Goracci. Storie dell’Italia di oggi
  L'On. Rita Bernardini, deputata radicale, in visita ispettiva al carcere di Sondrio
  Garante detenuti Sondrio: “Basta con i bandi a vuoto”
  Rita Bernardini. Indagata per i semini di giugno
  Rita Bernardini. Messaggio alle associazioni promotrici della II Marcia per l'Amnistia, la Giustizia e la Libertà
  Rita Bernardini. Certi Diritti: un programma impegnativo per il 2011. Aiutateci a realizzarlo!
  Rita Bernardini. Proposte di legge per riforma giustizia e carceri
  Associazione Coscioni. Finalmente la legge Welby – Mingroni!
  Rita Bernardini. “Processo breve”: l’ennesimo provvedimento ad personam per favorire Berlusconi
  Rita Bernardini. #Sbanchiamoli: Fuori i partiti dalle banche!
  Commemorazione di David Kato
  Ottenuta la pubblicazione dei dati sulle carceri
  Rita Bernardini. A Regina Coeli con Marco Pannella e Roberto Giachetti
  Carceri. Regione Toscana istituisca urgentemente garante detenuti
  Carceri. Il decreto-legge della ministra Cancellieri è in vigore da oggi
  Tredicesimo giorno di sciopero della fame di Marco Pannella
  Claudia Osmetti. Mettere mano al portafoglio per non farlo alla coscienza
  Il "Palazzo" affossa amnistia e indulto
  Visita carcere Sollicciano di Firenze. Tortura di Stato!
  Valter Vecellio. Diario del digiuno. 4
  Valter Vecellio. La terrificante situazione carceraria
  Marco Pannella e Rita Bernardini trascorreranno la notte di Capodanno nel carcere di Padova
  Michele Minorita. Carceri: il nulla del ministro Alfano, la demagogia di Lega e Italia dei Valori
  "Ferragosto in carcere"
  Carcere di San Sebastiano. Ci mancava solo la mancanza d'acqua!
  Carcere e transessuali. La struttura di Empoli, già pronta, non parte? Interrogazione
  Milano. Radicali e MiLeft organizzano una fiaccolata nonviolenta
  Staderini e Perduca. Carcere Grosseto struttura vecchia da dismettere
  Vincenzo Donvito. Tossicodipendenza e carcere: L'Italia è un Paese in cui il binomio vuol dire morte...
  Carceri. Appello ad autorità locali perché visitino Sollicciano
  Alessandro Gallucci. Carceri di Puglia: si continua a morire. Urgente la nomina del garante dei detenuti
  Vetrina/ Maria Lanciotti. Per un impiccato in cella d’isolamento
  Amnistia/Carceri. Raccolte le firme per la convocazione straordinaria della Camera dei deputati - Il sindaco di Roma Walter Veltroni aderisce alla Marcia di Natale
  Carceri. Che fine ha fatto il ddl Alfano?
  Carceri/Prato: suicidio marocchino. Si faccia luce subito
  Solliciano: “Ci appelliamo a Comune e Regione perché certi di attenzione”
  Caso Cucchi. Ci voleva il morto per modificare una disposizione disumana
  Valter Vecellio. Ancora un tentato suicidio in carcere. Il flop del vaccino virus A/H1N1
  Ferragosto in carcere. Domani 15 agosto a Volterra con Donatella Poretti
  Una storia di “giustizia” ordinaria, Giuseppe Misso
  Radio Carcere. Il voto inutile
  Rita Bernardini. Ecco perché proseguo il satyagraha
  Ferragosto in carcere. Con Donatella Poretti, la delegazione radicale in visita alla casa circondariale di Arezzo
  Claudia Osmetti. Abuso cautelare
  In una scuola di criminalità il sovraffollamento è sempre l'emergenza
  Rita Bernardini. Car­ce­ri, risolto il pro­ble­ma con la 117?
  “Detenuto Ignoto”: Basta strage continua! 2010 sia anno di riforme agognate
  Quando la vita è una “domandina”
  Carcere e carenza di soldi. Interrogazione
  Carcere di Arezzo. Dopo l'ispezione del 14 agosto e la rivolta del 15, nuova ispezione il 18 agosto
  Carceri assassine: è avvenuto oggi il primo suicidio del 2014
  Anche Sondrio fra le visite del secondo ferragosto in carcere
  Valter Vecellio. Fatti e cifre di un’emergenza colpevolmente ignorata
  Vetrina/ 4. Supplizio
  Carceri. Ferragosto e la necessità di assumersi le responsabilità di un sistema illegale
  Valter Vecellio. Carcere, nucleare, morti sul lavoro, terremoto in Abruzzo, dissenso in Cina... nessuna notizia
  Carceri. Tre morti per pestaggi in un mese
  Carcere Sollicciano. Grande senso di responsabilità della comunità penitenziaria. Lo scandalo della carenza di organico
  La lettera del Comitato Marcia di Natale
  La giustizia nel paese di Alice
  Pannella si rivolge a Prodi per una grande marcia di Natale per l'amnistia, la giustizia e la libertà
  Roberto Fantini. Ancora suicidi nelle carceri italiane
  Rita Bernardini. Signor presidente del Consiglio, si faccia un giro nelle carceri italiane…
  Amnistia, giustizia e libertà: così il Garante dei detenuti di Sondrio
  Siamo su “Scherzi a parte”?
  Giustizia-carcere. È il sito del ministero di Giustizia? No, è quello di “Scherzi a parte”. Cliccare per credere
  Detenuto autolesionista dato per espatriato da Firenze in Marocco... è in carcere ad Arezzo
  Benedetto Della Vedova. Carceri: quando il controcanto è leghista...
  Carcere Arezzo. Nuova visita ispettiva dopo la rivolta e alcuni risultati si ottengono
  Carcere di Volterra. Un istituto che nonostante sia in Italia rispetta la legge e la Costituzione
  Vetrina/ 1. Centinaia
  “AMNISTIA PER NATALE”
  Renato Pierri. Dignità della persona
  Detenuto malato si uccide a San Vittore. Perché stava in quella cella?
  Vetrina/ 3. È qui
  Sollicciano: Senatori Radicali si appellano a Rossi, Renzi e Gheri perché vengano garantiti corsi scolastici
  Carceri. Tentativi di suicidio e atti di autolesionismo a Sanremo. Interrogazione
  Carceri. Radicali su detenuto iracheno morto per sciopero della fame a L'Aquila
  AMNISTIA. Dalla mezzanotte di oggi una giornata di digiuno a favore di un atto di clemenza
  Vetrina/ 2. Letti
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.3%
NO
 24.7%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy