Martedì , 22 Ottobre 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Siamo su “Scherzi a parte”?  
Castelli, le carceri, Berlusconi, le leggi ad personam…
Silvio Berlusconi: «Non una sola legge che mi abbia arrecato un vantaggio personale...»
Silvio Berlusconi: «Non una sola legge che mi abbia arrecato un vantaggio personale...» 
02 Dicembre 2005
 

Non si fa in tempo ad approvare la legge ex Cirielli sui tagli ai tempi di prescrizione per i reati (e che spazza via, contestualmente, la legge Gozzini, rapido e brutale colpo di spugna contro un cardine della nostra civiltà giuridica), e il ministro della Giustizia Roberto Castelli si accorge di una realtà devastante con cui molto presto dovremo fare i conti. Uno degli effetti della nuova normativa, dice Castelli, sarà infatti un ulteriore sovraffollamento delle carceri. Ora se ne accorge, ora lo dice e lo ammette? Un doveroso “ripensamento” anche questa volta? Castelli batte cassa. Per far fronte alla nuova emergenza, dice, nessun nuovo finanziamento è stato fino ad ora previsto. E lo dice a noi? Lo dica al presidente del Consiglio, per il quale questa è una legge sacrosanta e praticamente perfetta. Si faccia valere al Consiglio dei Ministri, lui e i suoi compagni della Lega; ne parli ai vertici del lunedì ad Arcore quando i capi della Lega vanno a mangiar risotti ad Arcore. Potevano dirlo in Aula quando si discuteva la legge. Ma non ci dica il ministro quello che da mesi, inascoltati, diciamo, e veniva negato.

«Una stima prudenziale sugli effetti a medio termine della Cirielli, dimostra che potrebbero essere alcune migliaia i detenuti in più che andranno ad affollare le carceri», ammette Castelli: «Una stima precisa non è possibile perché non siamo in grado di prevedere quanti detenuti torneranno a delinquere, ma la stima è nell'ordine delle migliaia». Un detenuto, osserva sempre il ministro, negli Stati Uniti costa 63 dollari al giorno. In Italia 125 euro. Magari sarebbe opportuno essere un po’ più precisi, e cercare di capire come e perché sia questa differenza di “costi”. Ad ogni modo, se ci sono degli sprechi come si potrebbe adombrare dalla dichiarazione del ministro, a chi compete accertare come e perché quello che negli Stati Uniti “costa” 63 dollari in Italia “costa 125 euro? «Se continua così non mi assumo responsabilità per quanto potrà accadere», ha ancora detto Castelli. Proprio no: dell’incancrenirsi di questa situazione, sono direttamente responsabili. Non possono pensare pilatescamente, ora, di lavarsene le mani. Proprio no. Non siamo a “Scherzi a parte”.

«Non siamo a scherzi a parte» bisogna dirlo anche al presidente del Consiglio. Ieri è intervenuto a una manifestazione dei Riformatori Liberali a Roma. Tra le cose dette, che in questa legislatura non è stata approvata una sola legge che abbia arrecato vantaggio personale a lui e ai suoi cari. È uno scherzo? No, Berlusconi era serissimo, e questo suo dire evidentemente si inquadra nella campagna di verità e di smascheramento delle menzogne che a suo dire sarebbero architettate ai suoi danni dai “comunisti”. Falso in bilancio, rogatorie, legittimo sospetto (Cirami), patteggiamento allargato, lodo Schifani, per dirne di alcune tra le più clamorose: invenzioni, menzogne? Lo si dica al corsivista di quel giornale sovversivo e comunista che si chiama Sole 24 Ore, organo di Confindustria: «Norme che per un anno e mezzo sono state difese con ogni mezzo, ma con scarsi argomenti giuridici, solo per interessi processuali contingenti. Tutto tempo sottratto alle buone riforme. Quelle che hanno gambe e fiato per andare lontano». Poi le parole del presidente del Consiglio. Eppure non siamo a “Scherzi a parte”.

C’è poi la riforma elettorale, che si sta discutendo in queste ore al Senato. Non la si vuole considerare una riforma ad personam, concepita e voluta perché in questo modo la maggioranza intende limitare i possibili danni di una sconfitta possibile e forse anche probabile alle prossime elezioni politiche? Riforma discutibile da un punto di vista generale. Odiosa nel caso specifico che sancisce una discriminazione per la Rosa nel pugno, l’unico soggetto politico nuovo che si affaccia sulla scena, e che proprio per questo viene “punita” con l’obbligo di dover raccogliere decine di migliaia di firme autenticate di cittadini sotto le le sue liste. Gli altri partiti no, quest’obbligo non ce l’hanno, e potranno con comodo modellare e definire le candidature fino all’ultimo giorno utile. La Rosa nel pugno invece dovrà chiudere le sue liste con settimane di anticipo, perché altrimenti non avrà il tempo di raccogliere quasi duecentomila firme spalmate su tutto il territorio nazionale, che – beffa nella beffa – potranno essere autenticate solo da notai e cancellieri. Per usare un’immagine calcistica: è come se dieci squadre possano beneficiare di un tempo X per la loro campagna acquisti dei giocatori. All’undicesima squadra – la squadra Calimero evidentemente – questo tempo X non viene riconosciuto, per lei c’è un tempo Y, molto più ridotto rispetto alle altre squadre. Di che ci si lamenta, ha commentato ineffabile un senatore di Forza Italia. Se la Rosa nel pugno sarà l’unica a dover raccogliere le firme, non avrà concorrenti. E dunque ne avrà un vantaggio. Eppure non siamo a “Scherzi a parte”.


Gualtiero Vecellio

(da Notizie Radicali, 1° dicembre 2005)


Articoli correlati

  Valter Vecellio. Ancora un tentato suicidio in carcere. Il flop del vaccino virus A/H1N1
  Rita Bernardini. Car­ce­ri, risolto il pro­ble­ma con la 117?
  Tredicesimo giorno di sciopero della fame di Marco Pannella
  Carceri. Regione Toscana istituisca urgentemente garante detenuti
  Valter Vecellio. Carcere, nucleare, morti sul lavoro, terremoto in Abruzzo, dissenso in Cina... nessuna notizia
  Valter Vecellio. Diario del digiuno. 4
  Valter Vecellio. La terrificante situazione carceraria
  Michele Minorita. Carceri: il nulla del ministro Alfano, la demagogia di Lega e Italia dei Valori
  Vetrina/ 1. Centinaia
  Carceri assassine: è avvenuto oggi il primo suicidio del 2014
  Pannella si rivolge a Prodi per una grande marcia di Natale per l'amnistia, la giustizia e la libertà
  Alessandro Gallucci. Carceri di Puglia: si continua a morire. Urgente la nomina del garante dei detenuti
  Carcere e transessuali. La struttura di Empoli, già pronta, non parte? Interrogazione
  Rita Bernardini. Signor presidente del Consiglio, si faccia un giro nelle carceri italiane…
  Milano. Radicali e MiLeft organizzano una fiaccolata nonviolenta
  Staderini e Perduca. Carcere Grosseto struttura vecchia da dismettere
  Ottenuta la pubblicazione dei dati sulle carceri
  "Ferragosto in carcere"
  Vincenzo Donvito. Tossicodipendenza e carcere: L'Italia è un Paese in cui il binomio vuol dire morte...
  Vetrina/ Maria Lanciotti. Per un impiccato in cella d’isolamento
  Carceri. Tentativi di suicidio e atti di autolesionismo a Sanremo. Interrogazione
  Visita carcere Sollicciano di Firenze. Tortura di Stato!
  Carceri/Prato: suicidio marocchino. Si faccia luce subito
  Carceri. Che fine ha fatto il ddl Alfano?
  Vetrina/ 2. Letti
  Ferragosto in carcere. Con Donatella Poretti, la delegazione radicale in visita alla casa circondariale di Arezzo
  Carcere Sollicciano. Grande senso di responsabilità della comunità penitenziaria. Lo scandalo della carenza di organico
  Carcere di Arezzo. Dopo l'ispezione del 14 agosto e la rivolta del 15, nuova ispezione il 18 agosto
  Renato Pierri. Dignità della persona
  Una storia di “giustizia” ordinaria, Giuseppe Misso
  Rita Bernardini. Ecco perché proseguo il satyagraha
  Roberto Fantini. Ancora suicidi nelle carceri italiane
  Carceri. Radicali su detenuto iracheno morto per sciopero della fame a L'Aquila
  Radio Carcere. Il voto inutile
  Claudia Osmetti. Abuso cautelare
  In una scuola di criminalità il sovraffollamento è sempre l'emergenza
  Guido Biancardi. La Gomorra carceraria
  “Detenuto Ignoto”: Basta strage continua! 2010 sia anno di riforme agognate
  Quando la vita è una “domandina”
  Carcere e carenza di soldi. Interrogazione
  Solliciano: “Ci appelliamo a Comune e Regione perché certi di attenzione”
  La giustizia nel paese di Alice
  Anche Sondrio fra le visite del secondo ferragosto in carcere
  Valter Vecellio. Fatti e cifre di un’emergenza colpevolmente ignorata
  Carcere di San Sebastiano. Ci mancava solo la mancanza d'acqua!
  Carceri. Ferragosto e la necessità di assumersi le responsabilità di un sistema illegale
  Benedetto Della Vedova. Carceri: quando il controcanto è leghista...
  Caso Cucchi. Ci voleva il morto per modificare una disposizione disumana
  La lettera del Comitato Marcia di Natale
  Ferragosto in carcere. Domani 15 agosto a Volterra con Donatella Poretti
  Vetrina/ 3. È qui
  Amnistia/Carceri. Raccolte le firme per la convocazione straordinaria della Camera dei deputati - Il sindaco di Roma Walter Veltroni aderisce alla Marcia di Natale
  Amnistia, giustizia e libertà: così il Garante dei detenuti di Sondrio
  Carceri. Il decreto-legge della ministra Cancellieri è in vigore da oggi
  Il "Palazzo" affossa amnistia e indulto
  Giustizia-carcere. È il sito del ministero di Giustizia? No, è quello di “Scherzi a parte”. Cliccare per credere
  Detenuto autolesionista dato per espatriato da Firenze in Marocco... è in carcere ad Arezzo
  Carceri. Tre morti per pestaggi in un mese
  Claudia Osmetti. Mettere mano al portafoglio per non farlo alla coscienza
  Carcere Arezzo. Nuova visita ispettiva dopo la rivolta e alcuni risultati si ottengono
  Carcere di Volterra. Un istituto che nonostante sia in Italia rispetta la legge e la Costituzione
  Vetrina/ 4. Supplizio
  “AMNISTIA PER NATALE”
  Detenuto malato si uccide a San Vittore. Perché stava in quella cella?
  Sollicciano: Senatori Radicali si appellano a Rossi, Renzi e Gheri perché vengano garantiti corsi scolastici
  AMNISTIA. Dalla mezzanotte di oggi una giornata di digiuno a favore di un atto di clemenza
  Marco Pannella e Rita Bernardini trascorreranno la notte di Capodanno nel carcere di Padova
  Carceri. Appello ad autorità locali perché visitino Sollicciano
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.7%
NO
 24.3%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy