Domenica , 19 Novembre 2017
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Oblò cubano
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Martha Beatriz Roque aggredita nella sua abitazione 
Un comunicato di M.A.R. PER CUBA
29 Aprile 2006
 

L'aggressione di cui è stata vittima Martha Beatriz Roque martedì 25 aprile deve essere divulgata e denunciata ai governi del mondo democratico, alle istituzioni per i diritti umani, alle personalità e ai mezzi di informazione nazionali e internazionali. Nell'ambito di questa iniziativa di denuncia, M.A.R.(Madres y Mujeres Anti Represión, Madri e Mogli Anti Repressione) por Cuba ha commissionato a una compagnia internazionale di inviare a un milione e mezzo di istituzioni e/o persone il seguente comunicato (ci scusiamo per la traduzione, alquanto approssimativa – ndr):


¡GOLPEADA MARTHA BEATRIZ ROQUE!


La sera del 25 aprile, la dirigente dell'Assemblea per la promozione della società civile a Cuba Martha Beatriz Roque Cabello, è stata colpita e trattenuta nella sua abitazione dalla polizia politica del regime castrista, che le ha impedito di uscire di casa per assistere a una importante riunione.

Di seguito, dalle sue proprie parole, la trascrizione delle dichiarazioni rilasciate da Martha Beatriz tramite le onde radio di WAQI, immediatamente dopo aver subito la brutale aggressione:


«...mi hanno inferto tanti colpi, mi hanno colpito a un occhio, un grosso uomo fortissimo, un pugno in un occhio che quasi me lo cava... mi hanno picchiato in faccia, (...), mi hanno dato calci... (...) sto dicendo questo ai miei fratelli di Miami perché conoscano la situazione tanto difficile che stiamo vivendo... solo perché io stavo andando a casa di Parmly a un ricevimento, una conferenza per la televisione... (...) è una situazione molto difficile, molto difficile; la comunità internazionale deve fare qualcosa per noi perché noi non possiamo proseguire subendo queste umiliazioni, non possiamo proseguire in questa mancanza di libertà; veramente questa è una situazione insostenibile, desidererei poteste vedere com'è conciata la mia faccia, com'è conciato il corpo, sono vestita con veste bianca ed è tutta sporca e strappata... (...) Vi prego di prendere nota di questo e facciate qualcosa perché noi che stiamo qui soffrendo sull'isola... non posso continuare a parlare, veramente, non posso continuare a parlare...»


[la documentazione fotografica è ora pubblicata sul sito ufficiale dell'Assemblea per la promozione della società civile a Cuba] >> VAI


In successive dichiarazioni, l'attivista ha precisato che la squadraccia non era integrata da vicini di casa, ma da persone a lei sconosciute, salvo una donna che la polizia politica aveva collocato in un appartamento vicino al suo, la quale pure l'ha picchiata.

Mentre era trattenuta e picchiata, Martha Beatriz valorosamente gridava: «Abbasso Fidel!».


Ascolterai l'appello urgente di questa donna cubana, e ti attiverai in solidarietà per evitare che violazioni dei diritti umani come questa continuino a perpetrarsi contro i democratici cubani?


Tu hai la possibilità di parlare. Tu puoi fare qualcosa. Tu puoi alzare la tua voce. Invia questa denuncia ai governi democratici, agli organismi internazionali di diritti umani e ai mezzi di informazione nel tuo paese. L'oppresso popolo cubano spera in te!


ADESSO BASTA! PER CUBA QUESTA È L'ORA!



Per ulteriori informazioni:

Martha Beatriz Roque Cabello – (011-537-406-821 a L'Avana)

www.asambleasociedadcivilcuba.info

mbroque1712@yahoo.es


Articoli correlati

  Esuli cubani si incontrano con deputati del Parlamento europeo a Bruxelles
  Gordiano Lupi. Disordini a Cuba sulla spinta birmana
  Un riconoscimento tardivo
  Antonio Stango. La blogosfera libererà Cuba?
  Rafael Rojas. Il falso dilemma della transizione cubana
  Yoani Sánchez. L'opposizione cubana eternamente divisa
  Dissidenti cubani firmano progetto unitario di lotta
  La Polizia cubana bastona i dissidenti
  ULC. Lettera alla Unione Europea dei cubani in esilio in Europa
  Gordiano Lupi. L’Europa cancella le sanzioni contro Cuba
  Yoani Sánchez firma petizione per la democrazia a Cuba
  Cuba. Martha Beatriz Roque in condizioni critiche
  «Sono di ritorno dall’inferno…» Liberato Francisco Chaviano
  Cuba. Arrestati Guillermo Fariñas, Librado Linares e altri 15 dissidenti
  Cuba. I funerali di Orlando Zapata Tamayo
  Gordiano Lupi. Gianni Minà attacca Yoani Sánchez
  Cuba. Minacciata la vita dell’economista radicale Martha Beatriz Roque
  Cuba. Liberato Jorge Vázquez Chaviano
  Antúnez in gravi condizioni di salute
  Gordiano Lupi. Vieni avanti, Miná!
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
ISRAELE NELL'UNIONE EUROPEA. Cosa ne pensi?

Sono d'accordo. Facciamolo!
 62.6%
Non so.
 1.1%
Non sono d'accordo.
 36.3%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 24762 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. e Fax 0342 610861 C.F./P.IVA 00668000144 - SONDRIO REA 46909 - capitale sociale € 7.000 i.v. privacy policy