Martedì , 11 Agosto 2020
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Elezioni. Territorio al centro delle scelte delle candidature 
Lo chiede il coordinamento provinciale del PD in un documento diffuso ieri
14 Febbraio 2008
 

Purtroppo la legislatura si è chiusa senza avere riformato la legge elettorale. Agli interessi del paese sono prevalsi logiche di parte e meri calcoli elettorali che ci porteranno al voto il 13 aprile con una legge elettorale da tutti criticata, anche da chi nella penultima legislatura l’aveva approvata. Un sistema elettorale che rischia di riprodurre gli stessi effetti negativi che abbiamo vissuto col Governo Prodi, con maggioranze parlamentari risicate che rendono ingovernabile il Paese e precari i Governi. Una legge che seppellisce la prassi, sostanzialmente positi­va e consolidata nell’ultimo decennio, del sistema maggioritario, che, pur con i limiti della precedente normativa, aveva portato ad una maggiore stabilità dei Governi e ad una cultura dell’alternanza. Si ripeterà il vulnus dell’impossibilità del cittadino d’esprimere la preferenza per un candidato, rendendo più difficile il rapporto fra elettori ed eletti e interrompendo il legame positivo territoriale tipico del sistema uninominale.

La legge elettorale con liste bloccate e senza preferenza non dà la possibilità di una rappresentanza istituzionale della provincia di Sondrio in Parlamento. La collocazione numerica del candidato all’interno della lista del singolo partito o della coalizione sarà decisiva per la sua elezione che sarebbe più corretto definire nomina. È un sistema in cui i territori piccoli rischiano di contare sempre meno.

La provincia di Sondrio è dal 1994 che non vede più una rappresentanza parlamentare di centrosinistra. Questo assieme ad altre cause ci ha portato ad una marginalità culturale ancora prima che politica.

In queste condizioni si rischia di fare un’azione di testimonianza, di presenza simbolica e di non essere individuati come interlocutori forti e credibili nel territorio. Questa assenza non può più essere considerata “normale”, perché la provincia di Sondrio è un territorio di piccole dimensioni. Un territorio dove fare politica comporta maggiori sacrifici che altrove dove non ci sono risorse e strutture organizzate. Così rischiamo l’isolamento.

Nelle ultime legislature la provincia di Sondrio è stata sempre rappresentata da parlamentari eletti nelle liste del centro destra, creando un effetto di rafforzamento della CDL e della Lega Nord in una provincia storica­mente orientata alla delega nei confronti degli eletti, visti come portatori d’interessi locali e “mediatori” fra centro e periferia.

Le Democratiche e i Democratici di Sondrio chiedono al Segretario nazionale Walter Veltroni e al Segretario regionale Maurizio Martina d’essere messi nelle condizioni di tornare ad essere rappresentati in Parlamento, non per una questione esclusivamente di rappresentanza istituzionale, ma per costruire un progetto di reinsediamento territoriale della cultura che esprime il Partito Democratico, quale condizione essenziale per continuare a svolgere un ruolo politico.

Considerato questo quadro d’assieme, il Coordinamento dà mandato al Coordinatore provinciale di ricercare le condizioni ai vari livelli organizzativi del partito per una rappresentanza parlamentare espressione del territorio per arrivare a una candidatura nella lista del Partito democratico che sia espressione del Coordinamento provinciale e del territorio e che incarni lo spirito dell’elezione Primaria per tornare a vincere anche in provincia di Sondrio.

Un progetto che parte dal territorio per tornare a guidare il governo nazionale e regionale. Per tornare a vincere in Lombardia bisogna investire nei territori più settentrio­nali della regione, anche in quell'area a nord della fascia pedemontana, la provincia di Sondrio, che sarebbe politicamente cieco considerare di destra o leghista per sempre e marginale per il risultato complessivo. La provincia di Sondrio è un territorio che nello schieramento del centrosinistra non ha nessuna rappresentanza nemmeno nel Consiglio regionale lombardo. Un'assenza inaccettabile per un territorio che attraverso le sue risorse ambientali e l’energia idroelettrica che produce è fonte di ricchezza per la Lombardia ed il Paese.

Alla vigilia delle elezioni politiche, al nostro partito spetta la responsabilità di presentarsi agli elettori di questa provincia con un candidato/a posizionato in lista in modo tale da chiedere leal­mente i voti dei suoi cittadini, consapevoli che non si potrà chiedere solo un voto al simbo­lo, ma anche alla concreta possibilità di rappresentanza territoriale.

Il Coordinamento provinciale avanza questa richiesta non sulla base di un astratto diritto ma, come abbiamo espresso in premessa, sulla base di un progetto politico di reinsediamento territoriale della nostra cultura politica.

Per le considerazioni sopra esposte, il Coordinamento provinciale del PD della Provincia di Sondrio chiede al Segretario nazionale e al Segretario regionale di farsi carico del problema della rappresentanza parlamentare della provincia di Sondrio secondo il criterio del pluralismo della rappresentanza territoriale.

 

Sondrio, 12 Febbraio 2008 (Approvato all’unanimità)

 

Coordinamento provinciale PD


Articoli correlati

  Candidati coi controfiocchi. Il caso Andrea Verde nella circoscrizione estera per il “Popolo della Libertà”
  Rosangela Pesenti. Pensare in piccolo, agire in tempo...
  Lidia Menapace. Voti dannosi
  A Parigi e in Valtellina per un'Italia europea
  Elisabetta Zamparutti. Sulla mia candidatura in Basilicata
  Emma Bonino. Radicali in Parlamento: 6 eletti per scelta determinata, 3 “per caso”
  Benedetto Della Vedova. Più vicini alle grandi democrazie
  Piero Cappelli: La mancanza di un'alternativa. Elezioni 2008
  Valter Vecellio. Appunti per una campagna elettorale
  Valter Vecellio. L’ordine impartito è: far fuori Pannella e i radicali
  Valter Vecellio. Gli affetti e i concetti
  Valter Vecellio. Hanno ragione Veltroni e Rutelli
  Maria G. Di Rienzo. Elezioni. Prime risposte verso il 2 marzo
  Mao Valpiana. Un vero evento politico
  Piero Capone. Il programma barackiano di Veltroni
  Lidia Menapace. Lettera dalle catacombe. Con saluti sgomenti (di Rosangela Pesenti) e altre lettere (di Enrico Peyretti etc.)
  Donne e uomini di Sinistra chiedono al PD di valutare la possibilità di unirsi in coalizione con i Radicali
  Luciano Canova. Le valigie da preparare
  Marco Pannella sulle candidature radicali nel Pd
  Elezioni. Appello dei radicali per 'aprire' il PD e concorrere alla sua vittoria politico-elettorale
  Valter Vecellio. Unn’è cosa di spartiricci u pani ‘nzemmula
  Michele Boato, Maria G. Di Rienzo, Mao Valpiana. Crisi politica. Discutiamone il 2 marzo a Bologna
  Maria G. Di Rienzo. Una proposta semplice. Come sono le liste che io vorrei
  Il Palazzo, Antigone e il programma di sinistra
  SÌ e NO della Sinistra
  Marco Lombardi. Basta Vincere. Un messaggio socialmente devastante
  Valter Vecellio. Il “laikoonte” di Giorgio Forattini, un’email, e gli sms di un amico
  Marco Pannella. Sono d’accordo con base e sviluppi dell’intesa con il Partito Democratico e con Walter Veltroni
  Annagloria Del Piano. Quell'Italia che è stata sconfitta
  Pd. Candidature in provincia di Sondrio
  Marco Cappato e Rocco Berardo. Lettera aperta a Gavino Angius
  “Famiglia Cristiana”. I risultati di un sondaggio sul numero in edicola e attacco all'intesa Pd/Radicali sul prossimo
  Mao Valpiana. Il voto è mio e lo gestisco io
  Emma Bonino. Alcuni punti chiave della nostra posizione e delle nostre proposte
  Marco Pannella. Con Walter senza riserve
  Lidia Menapace. Divagazioni
  UDC. Dalle urne una grande sorpresa
  Valter Vecellio. La difficile scommessa che siamo chiamati a giocare
  Matteo Mecacci. Veltroni come Obama? Una falsificazione politica e giornalistica
  Tutti e nove i candidati radicali nelle liste del PD eletti
  Valter Vecellio. La penisola che c’è. Don Antonio Sciortino, “Famiglia Cristiana”, le scomuniche
  Benedetto Della Vedova e Peppino Calderisi eletti con il Popolo della Libertà. Gli intenti dei “Riformatori Liberali”
  Enrico Letta a Sondrio venerdì. Un'intera giornata in provincia
  Cremona. Dalle ore 18, veglia per il Tibet con Maurizio Turco e altri candidati del Partito democratico
  Silvio Viale e Igor Boni. Elezioni: sconfitta terapeutica
  Stasera Emma Bonino a Ballarò
  Accordo Pd-Radicali: Appello per rispetto "parola data"
  Niccolò Bulanti. «Cosa ci aspettiamo da lui». Sulle elezioni italiane 2008
  Elezioni Basilicata. Elisabetta Zamparutti: «Cercherò di dare un contributo al rinnovamento della politica lucana»
  Rita Bernardini e Marco Cappato. Meno efficace di un'alleanza riformatrice, ma accettiamo impostazione per un accordo con il Partito Democratico
  Elezioni 2008. I nomi dei nove Radicali candidati nelle liste del Partito Democratico
  Maria Antonietta Farina Coscioni. «Per ogni nuova legge, abroghiamone 10!»
  Elezioni 2008. Sulla marginalità delle donne
  Radicali: «Sì all'accordo col Partito democratico»
  Bruna Spagnuolo. Auguri agl’Italiani e… - Tellusfolio elezioni 2008
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.2%
NO
 25.8%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy