Giovedì , 09 Luglio 2020
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Maria G. Di Rienzo. Elezioni. Prime risposte verso il 2 marzo
14 Febbraio 2008
 

Posso ammetterlo? Non osavo aspettarmi tanto interesse. Quasi tutte le risposte sono molto articolate e argomentate, spesso ricche d'inventiva. Se tanto dà tanto, a Bologna non dovremmo trovarci in quattro. Quelle dotate di entusiasmo e volontà e intelligenza, anche se critiche, meritano un abbraccio virtuale (virtuale per il momento, mi riservo di provvedere in carne ed ossa il 2 marzo) ma non abbisognano di troppi commenti. Poi ce ne sono parecchie divertenti, inviate dagli Stakanov della rete telematica, quelli che scrivono ossessivamente a tutti su tutto, e per tutto hanno la risposta. Le trovo buffe anche se sprizzano arroganza e disprezzo. Mi stupisce che ci siano così tanti geni misconosciuti in Italia, chi ha detto che siamo un popolo di commissari tecnici non ha mancato di troppo il bersaglio. Non credo tuttavia ci sarà dato di vedere fisicamente gli autori (le donne sono assenti dal gruppo onnisciente... sì, mi è sfuggito un sogghigno, fate finta di niente), temo siano troppo nobili per mischiarsi al popolino cocciuto e triviale. Un buon numero di risposte concerne proposte d'altro tipo, e per quanto valide e ingegnose e generose siano sono costretta a classificarle fuori tema: se vi chiedo di venire al cinema con me, potremmo discutere su quando, e su che film vedere, e sull'ora della proiezione, oppure potreste dirmi “no grazie”, ma difficilmente mi rispondereste con la ricetta del risotto allo zafferano, vero?

*

C'è anche una piccola serie di interventi che definirei “in preda al panico”, in cui il vero messaggio sta più tra le righe che nelle righe stesse. I loro autori si stanno domandando cosa portiamo via e a chi, chi regge il timone, cosa c'è sotto, qual è la posizione ufficiale “del movimento” (de che?), dove si colloca la proposta sullo spettro socio-politico in base alle categorie kantiane o aristoteliche ecc. ecc. E chi ci paga, naturale. Questi vorrei rassicurarli: ascoltatemi bene, il testo dice esattamente quel che dice, in italiano, con i significati della lingua italiana. Non mi risulta al momento che ci paghi nessuno, e se a qualcuno avanzano soldi gli suggerirei di spenderli in modo utile abbonandosi ad Azione nonviolenta, ma soprattutto metto “femmineamente” (virilmente non ci stava) il pugno chiuso sul braciere giurandovi che Sini non solo non ci ha dato un franco, ma continua a pretendere articoli da tutti come un pozzo senza fondo.

*

Una seconda serie di messaggi concerne in realtà degli inviti: a lasciar perdere e ad unirci a quasi tutti i partiti dell'arco costituzionale. Non ho ancora ricevuto qualcosa da Forza Italia, ma sappiate che persino Alleanza Nazionale potrebbe stringerci al seno (non appena abbassa il braccio destro dopo il saluto). Difficile dire qualcosa a costoro: supponendoli in buona fede, si ha l'impressione che non abbiano compreso del tutto quel che hanno letto, e che stiano rispondendo più alle proprie elucubrazioni che alla proposta cosè com'è.

*

Stesso numero, circa, per i “vaganti nelle tenebre” e i “pessimisti irragionevoli” (quelli ragionevoli hanno argomentato le loro perplessità, e li annovero negli interventi utili e da discutere). I primi hanno colto l'occasione per ricordarmi la natura ondivaga e mutante dell'universo, in cui non vi è punto fermo tranne la certezza che precipiteremo prima o poi nel nulla. Ringrazio per la premura, ma come sapete sono una filosofa minimalista della scuola delle servette, per cui meglio “poi”, e nel frattempo lavoriamo un po' per riassettare la casa Italia, se non vi spiace.

I secondi hanno detto, ribadito, sottolineato e urlato che tanto non combineremo niente. Per cui non dovremmo neppure provarci. Loro non vogliono! E tanto basta. Questi si sentono persino offesi, anche se non capisco perché. Mettiamo pure che abbiate ragione, amici: perché aver paura di un fallimento altrui? Voi non intendete provarci, giusto? Allora pregustate il momento in cui potrete scrollare il capo e ripetere con soddisfazione “Ah, glielo avevo detto, io...”.

*

Infine, ci sono un paio di persone che credendo di essere molto realiste ed oggettive mi hanno sbrigativamente e con asprezza spiegato che devo chinare il capo alla situazione così com'è. Proprio così com'è, siete sicuri? L'avete guardata bene, la situazione? Bene, non è la prima volta che ricevo questo consiglio, sapete. E ricordo un giorno particolare in cui me lo diedero, e che in quel giorno io presi a prestito le parole di qualcun altro per rispondere: «Orsù, che dovrei fare? Cercarmi un protettore, eleggermi un signore, e dell'ellera a guisa, che dell'olmo tutore accarezza il gran tronco e ne lecca la scorza, arrampicarmi, invece di salir per forza? Grazie no, grazie no, grazie no» (è il Cyrano di Rostand, un vecchio amico).

 

Maria G. Di Rienzo

(da Nonviolenza. Femminile plurale, 14 febbraio 2008)


Articoli correlati

  Elezioni. Appello dei radicali per 'aprire' il PD e concorrere alla sua vittoria politico-elettorale
  Valter Vecellio. Appunti per una campagna elettorale
  Valter Vecellio. L’ordine impartito è: far fuori Pannella e i radicali
  Rosangela Pesenti. Pensare in piccolo, agire in tempo...
  Lidia Menapace. Voti dannosi
  Rita Bernardini e Marco Cappato. Meno efficace di un'alleanza riformatrice, ma accettiamo impostazione per un accordo con il Partito Democratico
  Valter Vecellio. Hanno ragione Veltroni e Rutelli
  Emma Bonino. Radicali in Parlamento: 6 eletti per scelta determinata, 3 “per caso”
  Piero Cappelli: La mancanza di un'alternativa. Elezioni 2008
  Silvio Viale e Igor Boni. Elezioni: sconfitta terapeutica
  Valter Vecellio. Gli affetti e i concetti
  Mao Valpiana. Il voto è mio e lo gestisco io
  Mao Valpiana. Un vero evento politico
  Piero Capone. Il programma barackiano di Veltroni
  Lidia Menapace. Lettera dalle catacombe. Con saluti sgomenti (di Rosangela Pesenti) e altre lettere (di Enrico Peyretti etc.)
  Elezioni. Territorio al centro delle scelte delle candidature
  Donne e uomini di Sinistra chiedono al PD di valutare la possibilità di unirsi in coalizione con i Radicali
  Luciano Canova. Le valigie da preparare
  Marco Lombardi. Basta Vincere. Un messaggio socialmente devastante
  Marco Pannella sulle candidature radicali nel Pd
  Michele Boato, Maria G. Di Rienzo, Mao Valpiana. Crisi politica. Discutiamone il 2 marzo a Bologna
  Marco Cappato e Rocco Berardo. Lettera aperta a Gavino Angius
  Maria G. Di Rienzo. Una proposta semplice. Come sono le liste che io vorrei
  Il Palazzo, Antigone e il programma di sinistra
  SÌ e NO della Sinistra
  Enrico Letta a Sondrio venerdì. Un'intera giornata in provincia
  Benedetto Della Vedova. Più vicini alle grandi democrazie
  Radicali: «Sì all'accordo col Partito democratico»
  Marco Pannella. Sono d’accordo con base e sviluppi dell’intesa con il Partito Democratico e con Walter Veltroni
  Elezioni 2008. I nomi dei nove Radicali candidati nelle liste del Partito Democratico
  Maria Antonietta Farina Coscioni. «Per ogni nuova legge, abroghiamone 10!»
  Elezioni 2008. Sulla marginalità delle donne
  Accordo Pd-Radicali: Appello per rispetto "parola data"
  Annagloria Del Piano. Quell'Italia che è stata sconfitta
  Pd. Candidature in provincia di Sondrio
  “Famiglia Cristiana”. I risultati di un sondaggio sul numero in edicola e attacco all'intesa Pd/Radicali sul prossimo
  Elisabetta Zamparutti. Sulla mia candidatura in Basilicata
  Emma Bonino. Alcuni punti chiave della nostra posizione e delle nostre proposte
  Stasera Emma Bonino a Ballarò
  Elezioni Basilicata. Elisabetta Zamparutti: «Cercherò di dare un contributo al rinnovamento della politica lucana»
  Cremona. Dalle ore 18, veglia per il Tibet con Maurizio Turco e altri candidati del Partito democratico
  Marco Pannella. Con Walter senza riserve
  Lidia Menapace. Divagazioni
  UDC. Dalle urne una grande sorpresa
  Valter Vecellio. La difficile scommessa che siamo chiamati a giocare
  Matteo Mecacci. Veltroni come Obama? Una falsificazione politica e giornalistica
  Candidati coi controfiocchi. Il caso Andrea Verde nella circoscrizione estera per il “Popolo della Libertà”
  Valter Vecellio. La penisola che c’è. Don Antonio Sciortino, “Famiglia Cristiana”, le scomuniche
  Benedetto Della Vedova e Peppino Calderisi eletti con il Popolo della Libertà. Gli intenti dei “Riformatori Liberali”
  Valter Vecellio. Il “laikoonte” di Giorgio Forattini, un’email, e gli sms di un amico
  Niccolò Bulanti. «Cosa ci aspettiamo da lui». Sulle elezioni italiane 2008
  A Parigi e in Valtellina per un'Italia europea
  Valter Vecellio. Unn’è cosa di spartiricci u pani ‘nzemmula
  Bruna Spagnuolo. Auguri agl’Italiani e… - Tellusfolio elezioni 2008
  Tutti e nove i candidati radicali nelle liste del PD eletti
  Michele Boato. Ecologisti felici. Proposte pratiche per salvare il pianeta
  Boato, Di Rienzo e Valpiana. Un invito a Bologna il 19 aprile
  Mao Valpiana. Un sabato e una domenica, a Bologna e Rimini
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.7%
NO
 25.3%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy