Lunedì , 25 Maggio 2020
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Vincenzo Donvito. Otto per mille alle confessioni religiose  
Una delle altre vergogne dello Stato bacchettate dalla Corte dei Conti. E poi? Niente!
02 Novembre 2015
 

Firenze – La relazione della Corte dei Conti sui fondi dell'8 per mille che lo Stato eroga alle confessioni religiose è l'ennesima dimostrazione di una delle vergogne della nostra amministrazione statale, confortata da leggi che stanno in piedi solo per far piacere ai propri potenti.

Scrive la Corte dei Conti sul meccanismo «che permette ai beneficiari di ricevere più dalla quota indistinta destinata ai possibili beneficiari che non dalle precise scelte dei contribuenti». Cioè: se il 90% dei contribuenti che dà la propria indicazione alla Chiesa cattolica romana sulla destinazione obbligatoria del proprio 8 per mille ad una confessione religiosa, pur se questo 90% è quello di poco meno del 50% di coloro che hanno segnato la propria preferenza (la maggior parte non dà nessuna indicazione)... il 90% del complessivo 8 per mille dell'introito fiscale dei contribuenti, andrà alla chiesa vaticana. E così anche per le altre confessioni, ognuna con la propria percentuale. Cioè: il contribuente che decide lo fa per tutti, anche per i soldi che non gli appartengono. E siccome stiamo parlando di un contributo a confessioni religiose, che proprio perché tali riguardano l'intimo di ognuno, l'incongruenza e lo scandalo assumono una dimensione transculturale oltre che politica e violenta.

Rilevare questo in periodi di apoteosi religiose vaticane, è quanto mai impopolare. Ma tanto, la Corte dei Conti, oltre al fatto che nessuno se la fila, nemmeno conta nulla. Oltre a qualche articolo estemporaneo nei prossimi giorni, la cosa finirà lì.

Qualcuno che rimette in discussione il metodo che il nostro Stato ha deciso di utilizzare per onorare il dettame costituzionale di rispetto delle confessioni religiose? Nessuno. Oltre queste righe e forse altrettante sparute e clandestine, il tutto farà flop e finirà lì.

Ma cosa dovrebbe/potrebbe fare un simile “memento” della Corte dei Conti? Risvegliare un po' di coscienze, soprattutto quelle religiose che puntano al bene degli individui e alla conquista di credenti. Ma c'è ancora una qualche religione che non cerchi di imporsi con la violenza diretta o istituzionale (come nel nostro caso)? Sappiano che ci sono tanti credenti che la pensano in questo modo, ma sono altro dalle rispettive chiese.

Per ora ci teniamo queste leggi e, soprattutto, questi politici coi giubilei di una religione mondiale pagati da tutti i contribuenti italiani, anche quelli non interessati.

 

Vincenzo Donvito, presidente Aduc


Articoli correlati

  Otto per mille. Funziona bene o no? Interrogazione
  Otto per mille. Rivedere il diabolico meccanismo
  Terremoto. Tremonti Vs No profit
  Iniziativa Otto per Mille “Ma forse non tutti sanno che…”
  Mario Staderini. Una scossa serve: la dia per prima la Chiesa
  L’Otto per Mille per ospedali, asili nido, scuole, biblioteche, università in Abruzzo
  Vincenzo Donvito. Contributi di Stato. La beffa del 5 e dell'8 per mille
  Mario Staderini. Lettera aperta al presidente Monti: «Domani, al Vaticano, chieda il taglio dell'8x mille»
  Otto per mille. Il Governo non risponde su spot Giovanardi pro Chiesa cattolica
  Asti. Domani i Radicali iniziano raccolta firme su Pista ciclabile e 8x1000
  Mario Staderini. Ici e Chiesa: miracolo o bluff?
  Terremoto. 8 o 5 per mille: la disinformazione degli zuavi delle gerarchie vaticane
  Otto per mille (Joshua Held, www.aduc.it)
  Lidia Menapace. Scuole paritarie e tasse dalla Chiesa
  20 Settembre... 2009: Modifichiamo la disciplina dell'8x1.000!
  Vincenzo Donvito. Terremoto e soldi: Tremonti senza ritegno, conferma la sudditanza al Vaticano
  Un miliardo per il terremoto, no, meglio per la Chiesa Cattolica. Cittadini italiani o vaticani?
  Giulia Crivellini. Chiesa e Ici: chi ne è (davvero) esente?
  Valter Vecellio. Tre notizie da titolo TG!?...
  Comunità cristiane di base. ICI e Chiesa cattolica
  Michele Dubini. ICI Vaticano: benefici costosi e distorsivi
  Marco Perduca. Terremoto: non c'è bisogno di ulteriori tasse, basta l'8x1000. Che aspetta Berlusconi a chiederlo?
  In libero stato! Al Teatro Vittoria di Roma lunedì sera
  Giovanardi sottosegratario del Vaticano? Da cosa dice sull'otto per mille sembrerebbe di sì
  La grande truffa dell'otto per mille
  Mille! Otto per mille! (di Giannino - www.aduc.it)
  Vincenzo Donvito. Due pesi e due misure?
  Rivedere il meccanismo dell'8 per mille alle confessioni religiose
  Otto per mille e pedofilia. I soldi di tutti i contribuenti italiani per i danni civili in Usa?
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.2%
NO
 25.8%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy