Martedì , 26 Maggio 2020
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Oblò Madama [ARCHIVIO 06-12]
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
20 Settembre... 2009: Modifichiamo la disciplina dell'8x1.000! 
Presentato disegno di legge per rispetto volontarietà della scelta
20 Settembre 2009
 

Il 20 settembre è l'anniversario della breccia di Porta Pia, quando storicamente cadde il potere temporale della Chiesa cattolica e si fece avanti lo Stato non confessionale. Ma nel 2009, all'ennesima ricorrenza di questo evento, la commistione di questo potere temporale è ancora una questione irrisolta con diverse sfaccettature di cui, quella economica, è solo la punta di un iceberg. «Gratta gratta, sotto la fede ci si trova la roba», denunciava Ernesto Rossi, autore di testi come Il manganello e l'aspersorio. La collusione fra il Vaticano e il regime fascista nel ventennio. E sui soldi il Concordato non si risparmia. Inizialmente lo Stato pagava lo stipendio al clero con il meccanismo della congrua. Poi il “nuovo” Concordato del 1984 voluto dall'allora presidente del Consiglio dei ministri, Bettino Craxi, decise per un nuovo meccanismo di finanziamento, solo in apparenza più democratico e trasparente in quanto allargato alle altre religioni: lo Stato devolve l'8 per mille dell'intero gettito IRPEF alla Chiesa cattolica (per scopi religiosi o caritativi) o alle altre confessioni o allo Stato stesso (per scopi sociali o assistenziali), in base alle opzioni espresse dai contribuenti sulla dichiarazione dei redditi. La legge 222/1985, che norma il tutto, prevede però un meccanismo perverso che manda a ramengo tutte le buone intenzioni di democraticità: anche se a specificare la scelta sia stata solo una parte dei contribuenti, questa scelta viene estesa a tutto l'8 per mille di tutti i contribuenti in base alle percentuali di chi si è espresso. Così al Vaticano arriva quasi il 90% dell'otto per mille nazionale.

Non esiste alcun luogo dove il contribuente possa trovare un'informazione completa, con dati assoluti e percentuali sulle scelte e, naturalmente, sull'impiego dei fondi da parte di ciascun beneficiario. Per capire il bilanciamento della situazione valga anche come l'Erario devolve i soldi: solo per Chiesa vaticana dà un anticipo nell'anno in corso e un successivo conguaglio entro il terzo anno; le altre Confessioni, invece, per incassare le somme a loro dovute, devono aspettare tre anni.

Per avere un quadro preciso di come funziona l'8 per mille e delle cifre che annualmente vengono distribuite ci sono solo i dati dell'Aduc (Associazione per Diritti degli Utenti e Consumatori) che sul proprio sito Internet, nella rubrica “La pulce nell'orecchio” di Annapaola Laldi segue da anni la materia.

Questa dell'8 per mille è una partita in cui non tutti possono giocare: sono infatti ammesse solo le confessioni sottoscrittrici di un’Intesa con lo Stato italiano. Ecco perché la Chiesa, attraverso alcuni parlamentari cattolici vaticani, blocca l’accordo (già sottoscritto) con i Testimoni di Geova e impedisce l’avvio di trattative con gli islamici: i fedeli di queste religioni, ben disciplinati, grazie al meccanismo delle scelte inespresse porterebbero alle loro gerarchie una contribuzione ben superiore alla loro percentuale reale, con un danno valutabile in centinaia di milioni di euro per la Chiesa cattolica.

Come primo contributo ad un dibattito sui rapporti Stato e Chiesa ho quindi presentato, con il senatore Marco Perduca, un disegno di legge per ricondurre l'8 per mille al principio della volontarietà, abrogando il meccanismo della ripartizione delle scelte non espresse, pur consapevoli della necessità di revisione più complessiva o di abrogazione integrale. Altre forme e altre modalità di finanziamento possono essere studiate per le Chiese e le confessioni religiose, ispirandosi al modello tedesco di una tassazione ad hoc o prendendo spunto da modelli liberali di erogazioni volontarie, prevedendo in caso la possibilità di deducibilità dal reddito senza limiti come sono oggi di poco più di mille euro all'anno.


Donatella Poretti



Qui il testo completo del disegno di legge


Articoli correlati

  Otto per mille. Rivedere il diabolico meccanismo
  Terremoto. Tremonti Vs No profit
  Iniziativa Otto per Mille “Ma forse non tutti sanno che…”
  Vincenzo Donvito. Otto per mille alle confessioni religiose
  Mario Staderini. Una scossa serve: la dia per prima la Chiesa
  L’Otto per Mille per ospedali, asili nido, scuole, biblioteche, università in Abruzzo
  Un miliardo per il terremoto, no, meglio per la Chiesa Cattolica. Cittadini italiani o vaticani?
  Rivedere il meccanismo dell'8 per mille alle confessioni religiose
  Otto per mille. Funziona bene o no? Interrogazione
  Vincenzo Donvito. Contributi di Stato. La beffa del 5 e dell'8 per mille
  Mario Staderini. Lettera aperta al presidente Monti: «Domani, al Vaticano, chieda il taglio dell'8x mille»
  Otto per mille. Il Governo non risponde su spot Giovanardi pro Chiesa cattolica
  Asti. Domani i Radicali iniziano raccolta firme su Pista ciclabile e 8x1000
  Mario Staderini. Ici e Chiesa: miracolo o bluff?
  Terremoto. 8 o 5 per mille: la disinformazione degli zuavi delle gerarchie vaticane
  Otto per mille (Joshua Held, www.aduc.it)
  Lidia Menapace. Scuole paritarie e tasse dalla Chiesa
  Vincenzo Donvito. Terremoto e soldi: Tremonti senza ritegno, conferma la sudditanza al Vaticano
  Giulia Crivellini. Chiesa e Ici: chi ne è (davvero) esente?
  Valter Vecellio. Tre notizie da titolo TG!?...
  Comunità cristiane di base. ICI e Chiesa cattolica
  Michele Dubini. ICI Vaticano: benefici costosi e distorsivi
  Marco Perduca. Terremoto: non c'è bisogno di ulteriori tasse, basta l'8x1000. Che aspetta Berlusconi a chiederlo?
  In libero stato! Al Teatro Vittoria di Roma lunedì sera
  Giovanardi sottosegratario del Vaticano? Da cosa dice sull'otto per mille sembrerebbe di sì
  La grande truffa dell'otto per mille
  Mille! Otto per mille! (di Giannino - www.aduc.it)
  Vincenzo Donvito. Due pesi e due misure?
  Otto per mille e pedofilia. I soldi di tutti i contribuenti italiani per i danni civili in Usa?
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.2%
NO
 25.8%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy