Sabato , 28 Maggio 2022
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Oblò Madama [ARCHIVIO 06-12]
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Sicurezza. Con Bossi-Fini clandestinità è necessità, non reato 
L'Italia ha bisogno di lavoratori stranieri. Prostituzione legale contro criminalità internazionale
12 Giugno 2008
 

In questo dibattito sul decreto sicurezza, gran parte del tempo lo stiamo impegnando per parlare di immigrazione. Io do per scontato che la condizione di clandestino, per un immigrato, non abbia un rilievo penale. La realtà è che il nostro Paese ha bisogno dei lavoratori stranieri, e la domanda è sicuramente superiore al numero di ingressi regolari programmati dal Governo, tant'è che sono centinaia di migliaia gli stranieri che vivono e lavorano in Italia senza permesso di soggiorno, non per loro scelta, ma per impossibilità a regolarizzarsi. Il meccanismo dei flussi è inadeguato e solo prevedendo un flusso continuo si abbatterebbe quasi completamente la clandestinità di chi lavora, e non delinque. Una misura che favorirebbe anche un aumento degli introiti fiscali (tasse, contributi previdenziali, ecc). Emanare una sanatoria ogni 4 o 5 anni è inutile, senza la riforma del sistema dei flussi, e perfino dannosa, poiché –giustamente ingenera la convinzione che “conviene venire in Italia da clandestini, tanto prima o poi ci sarà una sanatoria”.

Quando uno Stato non interviene disciplinando e amministrando quelli che sono fenomeni sociali, e non emergenze limitate nel tempo e nello spazio, si crea una situazione caotica in cui vige la legge del più forte. Invece che lo Stato di diritto si ha la legge della giungla, e la criminalità da una tale situazione non ha che da trarre profitto.

Come avviene oggi anche col fenomeno della prostituzione. A 50 anni dalla legge Merlin, a gestire la prostituzione sono le mafie internazionali, per un giro d'affari di oltre un miliardo di euro l'anno. Se vogliamo interrompere questo flusso di denaro nelle casse della criminalità e concentrare le forze dell'ordine sulla lotta alla prostituzione coatta ed allo sfruttamento anche di minorenni, dovremmo seguire l'esempio di molti altri Paesi europei, legalizzando la prostituzione e riconoscendo questa attività come una professione, da esercitarsi sotto forma di lavoro dipendente, indipendente o cooperativo, con i diritti e doveri che ne conseguono, compresi quelli relativi all'assicurazione previdenziale e di tassazione.

È con questa convinzione e queste proposte che, con i senatori radicali del gruppo Partito Democratico Emma Bonino e Marco Perduca, abbiamo predisposto un ordine del giorno, e ci auguriamo che il Governo lo valuti e lo faccia proprio.

 

Donatella Poretti

(Sintesi dell'intervento in Aula)

 

Qui il testo completo dell'intervento

Qui il testo dell'Ordine del giorno


Articoli correlati

  Maria G. Di Rienzo. Telefonini
  Mao Valpiana. Verona. Militari e mendicanti
  Maria G. Di Rienzo. Sicurezza
  Gruppo EveryOne. Brutalmente aggrediti due ragazzi romeni e l'intera famiglia
  Roma città sicura? Io aggredita in centro e forze dell'ordine disarmanti
  Il razzismo ci rende insicuri. Assemblea pubblica a Roma, martedì 17 giugno
  Valter Vecellio. Allarme sicurezza, denuncia Manganelli. Ipocriti
  Novara. Corsi e ricorsi... Nulla di nuovo sotto il sole!
  Stalking e decreto sicurezza: aggravanti solo per gli ex mariti ed ex fidanzati. E quelli attuali?
  Maria G. Di Rienzo. Come esseri umani
  Roma e sicurezza. L'Aduc scrive ad Alemanno
  Valter Vecellio. I tg e l'uso politico della paura
  Niccolò Bulanti. E ancora ci dividiamo...
  Le parole sono pietre
  Antonio Stango. Di luce, gioia, diritto e cittadinanza
  Georgia. Il ministro La Russa ha inviato gli ultimi soldati disponibili nelle piazze italiane?
  Flavia Perina e il “Secolo d’Italia” parlano bene di Pannella e dei radicali? Censurati anche loro
  A Parma fotografata seminuda prostituta in cella: ma quanto sono bravi i nostri amministratori - sceriffi!
  Maria G. di Rienzo. Parliamo di sicurezza
  Mao Valpiana. Un gravissimo atto di discriminazione contro i Rom a Verona
  Valter Vecellio. Dopo Chianciano, una riflessione a margine
  Michelangelo Tumini. Alemanno il sindaco più creativo
  Gianluca Carmosino. Questa è divenuta l'Italia?
  Stato di emergenza nazionale? Una trovata autopromozionale che decreta il fallimento della legge Bossi-Fini
  Sulla guerra di camorra
  Maria G. Di Rienzo. Sondaggi
  Carceri. Radicali su detenuto iracheno morto per sciopero della fame a L'Aquila
  Marco Lombardi. Allibiti (attori) di fronte al male
  Rita Bernardini. Sicurezza non vuol dire strage di diritto e democrazia
  Regolamentare la prostituzione
  Prostituzione. Il doppiopesismo e la doppia morale senza morale
  Prostituzione. No alla spazzatura sotto il tappeto
  Lo Stato ipocrita o magnaccia?
  Vincenzo Donvito. Crisi economica. Fare emergere il 'nero' legalizzandolo. Per un'Italia più europea
  Oggi a Zurigo il “Drive In” della prostituzione
  Gianni Somigli. Contrordine casuale prefestivo
  Prostituzione. Tutte le donne parlamentari a favore della repressione? No. Chiedo che questo lavoro sia legalizzato e controllato
  Prostituzione. In Australia la legalizzazione tutela le donne
  Prostituzione. Il reato di Berlusconi, uno scherzo di cattivo gusto...
  ADUC. Prostituzione a Roma. Lettera al Sindaco
  Associazione L. Coscioni: Sui diritti civili la Rai non informa o disinforma
  Vincenzo Donvito. Prostituzione: L'Oms sviluppa le linee guida, ma non per l'Italia....
  Certi Diritti. Prostituzione: il fallimento delle politiche proibizioniste
  Prostituzione. Governare i fenomeni sociali e non ridurli alla clandestinità!
  Gaspare Serra. La prostituzione e l’ipocrisia comune…
  Numero Verde Antitratta della prostituzione. Si chiude per mancanza di fondi?
  Prostituzione e fisco. Da una cartella esattoriale si può rivedere la Merlin?
  Tasse e prostituzione. Dal caso di Parma un buono spunto per il legislatore
  Giulia Crivellini. Regolamentare la prostituzione
  Miscellanea per un discorso da comunisti/e
  Prostituzione e nuova legge. Il Governo alfiere dell'ipocrisia e delle non-soluzioni
  Vincenzo Donvito. Contrasto economia criminale: Verso una rivoluzione culturale?
  Prostituzione e Sindaco di Firenze. Il vecchio che avanza... o i 'parchi del sesso'?
  Legalizzare la prostituzione. Lo scandalo non sta nel tassarle, ma nel lasciarle in mezzo alla strada!
  Lidia Menapace. Telepatia
  Prostituzione. Preoccupanti dichiarazioni del ministro Amato
  Roberto Biscardini. La prostituzione non si combatte con la demagogia e la persecuzione
  Prostituzione vietata per strada? Bene solo se significa legalizzazione
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.9%
NO
 25.1%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy