Domenica , 22 Settembre 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Oblò Madama [ARCHIVIO 06-12]
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Prostituzione vietata per strada? Bene solo se significa legalizzazione
16 Aprile 2007
 

Il prefetto di Roma, Achille Serra (foto), ha auspicato una modifica dell'attuale normativa, sì che venga vietata la prostituzione per strada: sarebbero così evitate le insofferenze nei cittadini.

Dopo la videosorveglianza che, visto quanto viene proposto oggi, pare non sia servita a raggiungere l'obiettivo, continuano le richieste di provvedimenti che se non chiariti per bene corrono il rischio di essere solo tampone, e quindi con la caratteristica di rappresentare un costo per il contribuente e di essere inutili.

Cosa vuol dire «una normativa che vieti la prostituzione per strada»? Che sarebbe consentita altrove? E allora, perché il prefetto Serra non dice le cose in modo preciso, cioè legalizzazione della prostituzione? Cioè norme, diritti e doveri di chi fa il mestiere e di chi usufruisce di questi servizi. E il sottosegretario all'Interno Marcella Lucidi, che ha fatto sapere di voler portare la proposta in Consiglio dei ministri, intende anche lei legalizzarla?

Se non è questo che il prefetto voleva dire, e non sono queste le intenzioni del sottosegretario, ho il timore che, per l'ennesima volta, ci si sarà riempita la bocca di buoni propositi presentati con la mascella dura del tutore dell'ordine e con l'autorevolezza di far parte di un Governo, ma che l'andazzo in materia non subirà alcuna modifica.

Se si continuerà ad affrontare la prostituzione solo in termini di ordine pubblico e quindi con la repressione, si continuerà a prendere iniziative nel solco di tutte quelle che sono state prese fino ad oggi da quando l'adescamento e' diventato prima reato (legge Merlin del 1958) e poi illecito amministrativo (dlgs 507/1999), ma che comunque non ha impedito che il sesso a pagamento costituisse uno dei maggiori business, insieme alle droghe illegali, della malavita organizzata.

 

Donatella Poretti


Articoli correlati

  Legalizzare la prostituzione. Lo scandalo non sta nel tassarle, ma nel lasciarle in mezzo alla strada!
  Prostituzione e fisco. Da una cartella esattoriale si può rivedere la Merlin?
  Prostituzione. Preoccupanti dichiarazioni del ministro Amato
  Prostituzione. No alla spazzatura sotto il tappeto
  Prostituzione. In Australia la legalizzazione tutela le donne
  Regolamentare la prostituzione
  Numero Verde Antitratta della prostituzione. Si chiude per mancanza di fondi?
  Prostituzione. Governare i fenomeni sociali e non ridurli alla clandestinità!
  Vincenzo Donvito. Crisi economica. Fare emergere il 'nero' legalizzandolo. Per un'Italia più europea
  Lo Stato ipocrita o magnaccia?
  Miscellanea per un discorso da comunisti/e
  Prostituzione. Il doppiopesismo e la doppia morale senza morale
  Vincenzo Donvito. Prostituzione: L'Oms sviluppa le linee guida, ma non per l'Italia....
  Tasse e prostituzione. Dal caso di Parma un buono spunto per il legislatore
  Prostituzione. Il reato di Berlusconi, uno scherzo di cattivo gusto...
  Prostituzione e Sindaco di Firenze. Il vecchio che avanza... o i 'parchi del sesso'?
  Oggi a Zurigo il “Drive In” della prostituzione
  Giulia Crivellini. Regolamentare la prostituzione
  Gianni Somigli. Contrordine casuale prefestivo
  Certi Diritti. Prostituzione: il fallimento delle politiche proibizioniste
  Prostituzione e nuova legge. Il Governo alfiere dell'ipocrisia e delle non-soluzioni
  ADUC. Prostituzione a Roma. Lettera al Sindaco
  Vincenzo Donvito. Contrasto economia criminale: Verso una rivoluzione culturale?
  Gaspare Serra. La prostituzione e l’ipocrisia comune…
  Prostituzione. Tutte le donne parlamentari a favore della repressione? No. Chiedo che questo lavoro sia legalizzato e controllato
  Sicurezza. Con Bossi-Fini clandestinità è necessità, non reato
  Associazione L. Coscioni: Sui diritti civili la Rai non informa o disinforma
  Roberto Biscardini. La prostituzione non si combatte con la demagogia e la persecuzione
  Lidia Menapace. Telepatia
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.7%
NO
 24.3%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy