Giovedì , 16 Luglio 2020
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Oblò cubano
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Gordiano Lupi. Il giorno del ricordo di Orlando Zapata Tamayo
25 Febbraio 2011
 

Il vignettista Jardim de El Nuevo Herald dipinge il fantasma di Orlando Zapata Tamayo che segue come un'immensa ombra di sangue un impaurito Raul Castro. Sembra d'essere in un famoso racconto di Charles Dickens, o meglio nella sua ironica versione cubana (Il canto di Natale di Fidel Castro di Alejandro Torreguitart, Edizioni Il Foglio Letterario), ma purtroppo è soltanto un sogno. Le agenzie cubane, la stampa indipendente, i blogger, l'esilio (non solo di Miami) sono unanimi nell'affermare che il governo cubano è riuscito a soffocare sul nascere ogni tentativo di manifestare in ricordo di un muratore morto dopo un lungo sciopero della fame, intrapreso per reclamare diritti civili e trattamenti dignitosi per i prigionieri politici. La polizia ha presidiato persino il cimitero di Banes, dove riposa Zapata Tamayo, ci sono stati arresti preventivi di dissidenti, sono state fermate alcune dame in bianco, il Premio Sacharov Guillermo Farinas è stato sorvegliato dalle forze dell'ordine, molti blogger come Yoani Sánchez e Caludia Cadelo si sono visti pedinare con maggiore solerzia dai segurosos. Ci sono stati arresti a un concerto de Los Aldeanos, gruppo di hip hop molto trasgressivo che racconta in musica la vita quotidiana.

A far da contraltare a questo sconfortante panorama abbiamo la voce del cantautore di regime Silvio Rodriguez, impegnata a chiedere ipocritamente a Obama e a Google di concedere gratuitamente Internet al Terzo Mondo. Vorremmo chiedere a Silvio che cosa ne farebbe il regime cubano, se la terrebbe per sé, oppure se permetterebbe l'acceso a tutti i cittadini, persino ai dissidenti. Conosciamo la risposta, quindi evitiamo di porre la scomoda domanda.

La manifestazione più importante per ricordare il primo anniversario della morte di Zapata Tamayo si è tenuta a Manhattan, dove alcuni fuoriusciti cubani hanno chiesto a viva voce libertà per la loro terra di fronte all'ambasciata cubana. Per il resto niente di nuovo sotto il sole, come era ampiamente prevedibile. A Cuba si respira soltanto paura, apatia e disillusione. L'onda araba è ancora molto lontana da questi lidi.

 

Piombino, 23 febbraio 2011

Gordiano Lupi


Articoli correlati

  Alejandro Torreguitart Ruiz. Il canto di Natale di Fidel Castro #1.
  Diosdado González Marreo. Non vedere la pace
  Alejandro Torreguitart Ruiz. Il canto di Natale di Fidel Castro #3.
  Alejandro Torreguitart Ruiz. Il canto di Natale di Fidel Castro #4.
  Alejandro Torreguitart Ruiz. Il canto di Natale di Fidel Castro #2.
  Alejandro Torreguitart Ruiz. Il canto di Natale di Fidel Castro #5.
  Il canto di Natale di Fidel Castro (ill. di Elena Migliorini per il racconto di A. Torreguitart Ruiz)
  Lula paragona i dissidenti cubani ai delinquenti comuni brasiliani
  Sospesa la riesumazione della salma di Zapata Tamayo
  Coco Fariñas in sciopero della fame e della sete
  Ernesto Morales. La morte che mai dovrebbe essere
  Efrén Fernández Fernández. Testimonianza sulle torture a Orlando Zapata
  Reinaldo Escobar. Il cadavere scomodo di Orlando Zapata
  Yoani Sánchez. Orlando Zapata Tamayo: dall’anonimato al martirologio
  Cuba. In libertà alcuni prigionieri politici
  Reazioni alla morte di Orlando Zapata Tamayo
  Massimo Campo. L'universo della dissidenza
  Parole forti della madre all’indirizzo di Raúl Castro
  Carlos Carralero. “A Cuba non si tortura... A Cuba non si uccide... A Cuba non c’è opposizione al regime...”
  Guillermo Fariñas in terapia intensiva dopo 16 giorni di sciopero della fame
  Dissidente cubano in fin di vita
  Cubavision ricostruisce la vicenda Zapata
  Cuba. I funerali di Orlando Zapata Tamayo
  Obama commemora l’anniversario della morte di Orlando Zapata Tamayo
  Raúl Castro «rammaricato» per la morte di Orlando Zapata Tamayo
  Cuba. Video-documento manifestanti a Banes di fronte alla casa di Reina, madre di Orlando Zapata Tamayo
  Valter Vecellio. La situazione. Cuba, come prima, peggio di prima
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.3%
NO
 25.7%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy