Mercoledì , 17 Ottobre 2018
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Vincenzo Donvito: Legalizzazione cannabis. Istruzioni per l'uso
21 Luglio 2016
 

Firenze – Impazza il “confronto” sulla legalizzazione della cannabis dopo che il disegno di legge è partito col suo iter parlamentare. Abbiamo letto di chi, favorevole alla legalizzazione, vorrebbe “dannare i giovani”,1 e nello stesso anche -in modo più civile- che la “battaglia contro la legalizzazione della cannabis è una battaglia di civiltà e, soprattutto, una battaglia culturale. Non possiamo vendere fumo ai nostri giovani”.2 Solo per citare i più recenti. Ma se qualcuno pensava che avremmo sviluppato un confronto tra i pro e i contro in base ad argomentazioni, riferimenti scientifici, esempi di altre esperienze istituzionali, è bene che si ricreda. I 1.300 emendamenti presentati da chi non è d'accordo sulla legalizzazione ci dicono che, per l'ennesima volta, nel nostro Paese ci sarà il muro contro muro basato sugli sgambetti, i sotterfugi, le fregature, i colpi bassi, etc. Cioè tutto quel bagaglio che fa parte della non-cultura umana, economica, sanitaria ed istituzionale che è il perfetto contrario di quello che ci vorrebbe per far capire -a chi è favorevole e a chi non lo è- e farsi un'opinione.

È l'Italia, bellezza! Quella che, sempre per restare in ambito istituzionale, quando si teme che una legge possa non passare perché non si è tanto sicuri della propria maggioranza, ecco che fioccano i voti di fiducia, la mortificazione della funzione del Parlamento. È evidente, quindi, che, per cercare di far approvare o meno una legge, tutti si attrezzino alla bisogna, sia essa attuale maggioranza (voti di fiducia) che attuale opposizione (ostruzionismo). Tutto legittimo, per carità e, in un certo senso, anche segnale di vivacità... ma forse per i cittadini c'è un contraltare di informazione (quella di Stato della Rai, per esempio) che possa dare strumenti perché ognuno si faccia un'opinione? Niente di tutto questo.

La legalizzazione della cannabis, e delle droghe oggi illegali più in generale, è un argomento trasversale tipico. Non è questione di essere di destra o di sinistra o di centro, ma solo di far funzionare il cervello e vedere se due+due fa quattro, cioè se i vantaggi per Stato e cittadini siano maggiori nel mantenimento dell'attuale regime proibizionista o meno. Non c'è di mezzo neanche il -frequentemente conclamato- diritto alla vita dello zigote che, per motivi religiosi, contrappone i favorevoli e contrari all'aborto. E neanche il diritto di disporre della propria vita e della propria morte con il diritto all'eutanasia dove, i contrari, sostengono che la vita ce l'ha data il loro dio e nessun'altro ce la può togliere. O tante altre questioni che richiamano in gioco la religione (fecondazione eterologa, adozione per genitori omosessuali, staminali embrionali, etc). Tutte questioni di un certo rilievo che, in genere, insieme alla legalizzazione delle droghe, dividono creando due fronti più o meno compatti di pro e contro. No, nel caso della legalizzazione della cannabis tutto questo è più attenuato perché farsi uno spinello è come bersi un bicchiere di vino a stomaco vuoto (chi dice che non è così fa parte di quella caciara di cui scrivevamo prima) e, almeno per ora, anche i più tenaci contrari alla legalizzazione non sembra abbiano intenzione di metter mano alla legalità del vino e degli alcolici in generale. Per la cannabis -e anche per tutte le altre droghe- si tratta solo di comportamenti individuali che, se in eccesso come con qualunque altro tipo di prodotto, di base fanno male solo a chi lo ha assunto. In gioco, quindi, c'è la libertà individuale, il diritto e il dovere individuale di far parte di una comunità in cui le proprie libertà sono tali, anche in modo estremo, solo se non ledono quelle altrui. Ed è qui il nodo del problema: perché grossomodo tutti dicono che l'individuo deve essere libero, ma siccome alcuni lo dicono solo per finta (anche verso se stessi), ecco che manifestano la propria contrarietà con una caciara intrisa di menzogne. Il gioco dello sparigliamento dei punti fermi che in uno Stato dovrebbero essere uguali per tutti, è tipico di chi è consapevole della carenza delle proprie argomentazioni, e di voler mantenere lo status quo solo per una questione di potere, sugli individui e sulla comunità.

Chi come noi -che siamo favorevoli alla legalizzazione- ha assunto questa consapevolezza del gioco sporco che si sta cominciando a manifestare, è bene che sia rigido sui principi del metodo: mai ingannare e mai partire dal presupposto della malafede del proprio avversario, anche se molto manifesta. È proprio da questo che nasce la forza per meglio comunicare con tutti.

 

»» Qui il nostro canale web di informazione quotidiana sulle politiche in materia di droghe in tutto il mondo

 

Vincenzo Donvito, presidente Aduc

 

 

1 On. Maurizio Lupi.

2 Valentina Castaldini (foto), portavoce nazionale del Nuovo Centrodestra.


Articoli correlati

  Cannabis. Consegnate oggi alla Camera le firme di Legalizziamo!
  Anche la Caritas parla di fallimento del proibi­zio­nismo sulla cannabis
  Ferrara. Basta spaccio! Legalizziamo!
  Cannabis: Radicali presentano a Torino campagna “Legalizziamo!”
  Cannabis, campagna Legalizziamo!: Omar Pedrini firma la proposta di legge d'iniziativa popolare
  Benedetto Della Vedova. Mi spiace spegnere gli entusiasmi dei proibizionisti...
  Cannabis: Rush finale per raccolta firme su legge popolare
  Si firma ancora per legalizzare la cannabis
  Radicali Milano. La campagna elettorale “per Cappato Sindaco”
  Cantone, un'altra voce autorevole a favore della cannabis legale
  Narcoguerra. Cattura di El Chapo Guzman: morto un papa se ne fa un altro…
  Milano. Radicali: Dibattiti e raccolta firme alla festa del PD
  Weekend Possibile. Di nuovo in piazza per la Cannabis Legale
  Nuovi tavoli di Radicali Sondrio: legalizziamo la cannabis!
  Benedetto Della Vedova: Dopo la riunione sul Global Fund, ho parlato a Bill Gates...
  Si firma per legalizzare la cannabis e per il testamento biologico
  Radicali Sondrio: ricordiamo Pannella con una firma
  Giuseppe Civati. Il nostro impegno per il no alla riforma costituzionale, e non solo
  Come legalizzare la Cannabis guardando gli Europei
  Cannabis: il Parlamento si è spaventato. Servono firme e disobbedienze!
  Associazione Coscioni: Nuova linfa per tutte le iniziative
  Al via in Valtellina la raccolta firme per la proposta di legge popolare sulla legalizzazione della Cannabis
  Vincenzo Donvito: Droga. E 'mo, che famo?
  Radicali Milano. Tavoli, leggi, matrimoni e congressi
  500 firme pro Cannabis legalizzata in Valtellina
  Cannabis: 24 e 25 settembre “Legalizziamo Days”
  Milano. Radicali d'aprile
  Marco Perduca. Marijuana: Solidarietà a Stefano Dionisi vittima di una legge liberticida di 25 anni fa
  Sandro. Il 25 la legalizzazione approda a Montecitorio
  Benedetto Della Vedova. Cannabis legale: lunedì alla Camera
  Le chiacchiere agostane di Roberto Maroni sulla cannabis
  Sondrio, Radicali: “Anche la proposta di legge fa male ai detenuti?”
  Gazebo radicali per legalizzare la Cannabis e contro la Caccia
  Alessandro Barchiesi. Legalizzare dal carcere
  Radicali lanciano raccolta firme su legge popolare per legalizzazione cannabis
  “In difesa dello Stato di diritto democratico? Libertà e Scienza!”
  Droghe. Da governo relazione clandestina: vuol nascondere danni proibizionismo?
  La legalizzazione della cannabis approda in Parlamento
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.6%
NO
 24.4%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 24762 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. e Fax 0342 610861 C.F./P.IVA 00668000144 - SONDRIO REA 46909 - capitale sociale € 7.000 i.v. privacy policy