Sabato , 13 Agosto 2022
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Critica della cultura > Telluserra
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Carlo Forin: Aprire al ME
04 Gennaio 2008
 

La MER DA è appunto 'immagine del ME', ma alla fine, finito. Se hai tempo, ma solo se hai tempo, caro Claudio Di Scalzo, leggi le riflessioni allegate. A me piace il ME all'inizio! Noi due sappiamo il senso dello sporcarsi per poi ripulirsi. Un gioco da bimbi? Solo i bimbi sanno giocare veramente. Interessa questa riflessione per l'inizio 2008?

Ami il gioco come me.

Carlo Forin

 

 
Aprire al ME

  

Col titolo indichiamo la meta:(1) ‘aprire il nostro linguaggio al pensiero antico’(2) per riconoscere la connessione tra ieri ed oggi.

Ma… basta leggere!

No; non è vero! Non si tratta di aprire la lettera di un contemporaneo dove la comprensione è immediata, ma di un antico. Prima dobbiamo aprirci. Bisogna rompere con l’abitudine.

Perché? Perché l’abitudine facilita i gesti futuri ma falsa la lettura del passato con le sue omissioni.(3)

Ad es.: Quante generazioni hanno letto Virgilio in 2000 anni senza scorgere il pensiero religioso del sacerdote etrusco, Melibeo –vado assaggiando il ME–?(4) (Seguirono, forse, il raffinato purista Petronio elegantiarum arbiter,(5) responsabile letterario del ‘Virgilio romano’!). E Virgilio fu Proteo,(6) ovvero mascherò il suo pensiero!

Rompere una routine di pensiero collettivo sviata si può, con una guida autorevole capace di ricomporre il me di ognuno di noi nel Me di tutti.(7)

L’orientamento(8) ci viene da ‘Imre TOTH, La filosofia e il suo luogo nello spazio della spiritualità occidentale,(9) dove parla ripetutamente del Me. Si tratta, in parole povere, di fare un altro passo: di aprire il Me al ME.

Il me è il risultato della riflessione più stretta dell’io autocosciente. Me è il nome semidivino, luogo della filosofia, nata in Grecia 2500 anni fa, sintesi condivisa della spiritualità occidentale. ME è il potere divino di creare degli Dèi sumeri.

Semplificando, il passo ulteriore sta nel collegare il Me della sintesi di Toth al ME sumero: implica fare un ponte nel vuoto della protostoria alle spalle dei 2500 anni, accampandolo sulla morte della memoria.

Morte della memoria? Che cosa significa?

ME MUR IA si legge dal sumero: IA luogo di MUR vita-morte del ME, il nome divino che crea il mondo.

Perciò: Aprire al ME significa adottare un metalinguaggio (§ seg.) che ci svela, ad. es., la radice di ‘aprire’. Se c’è un Me di Toth ed un ME dei sumeri che il filosofo ignora, la curiosità dovrebbe stuzzicare all’esplorazione linguistica: qual è il ‘luogo del ME’?

ME TA?(10)

 

Metalinguaggio

«Sistema linguistico artificiale per mezzo del quale è possibile analizzare i simboli e le strutture del linguaggio naturale» dichiara il lemma dello Zingarelli ’98. Questo, in base a meta- da un indeuropeo meti, presente nel solo germanico con significati fondamentali di ‘fra’, ‘assieme a’, e ‘oltre, dopo’.

Noi aborriamo dai sistemi linguistici artificiali che obbligano a parlare di un linguaggio naturale; non ne vediamo la necessità.(11) Il linguaggio ci sembra uno.

Vogliamo però aprire al ME che ci ampli il linguaggio standard. Dunque leggiamo meta in sumero ME TA ‘luogo del ME’ al quale si combina ME AT, francese méat, italiano meato, passaggio. ME AT è passaggio del ME dall’Aldilà dove AT è ‘non luogo’.

Metalinguaggio consiste in una narrazione permeativa anziché descrittiva: non osserviamo dall’esterno le trote di un fiume, ma nuotiamo nel fiume tra le trote. Ovvero le informazioni viaggiano ‘fra’ i fatti vissuti, ‘assieme a loro’ e si va ‘oltre’ la semplice descrizione. Si entra in un altro ME rispetto a quello artificiale, oggettivante.

 

Meti

Il meti ‘indoeuropeo’ invita a riconoscere ME TI.

Meti è la prima moglie di Zeus nella Teogonia di Esiodo.(12) È la Saggezza, sapienza di vita, ‘vita del ME’.

L’inglese time, tempo, rivela di essere un Meti ribaltato TI ME, ‘vita del ME’. Il tempo accumula sapienza di vita.

Metalinguaggio dunque è ‘linguaggio che riflette sul ME’ tecnicamente e ‘narrazione dall’interno del ME’ descrittivamente.

 

Teonomasiologia

Il Me-todo innovativo che ci guida è la teonomasiologia (TO), studio comparato dei ‘nomi degli Dèi’ (teonimi).

Todo ME, detto alla spagnola –tutto il ME è il risultato metalinguistico della TO.

Abbiamo sviluppato la teonomasiologia in www.siagrio.it a partire dal 2 dicembre 2001.(13) La TO è studio comparato dei nomi degli Dèi che durano millenni. Scopo: studio delle lingue.

 

Indigitamenta

I teonimi sono quei fossili linguistici di cui parla Micol Perfigli in Indigitamenta.(14) Questa è la pratica antropologica dei sacerdoti che evocavano in un rito i nomi degli Dèi per chiamarli a proteggere l’azione auspicata.

 

Mena, ad es., era la dea del mestruo, in latino menstruo, parola composta di men-struo, costruisco gli uomini. Il fossile Mena enuncia ME NA, in sumero ‘generazione del ME’, omogeneo con AN ME, il dio del Cielo AN e la sua parola creativa ME. ME NA sono ‘tutti gli uomini’.

 

AN sumero è Ani hurrita che enuncia ANI ME, AN I ME, ‘dio del Cielo sentiero ME’.

 

Toth

Toth è il dio egizio della conoscenza del tutto; viene rappresentato con un falco con un occhio solo.

 

TO è acronimo di ‘teonomasiologia’, l’osservazione ed il confronto dei nomi degli Dèi, cioè il nostro me-todo.

 

Imre Toth è il filosofo moderno(15) che incoraggia me col suo Me, il ‘tutto pensato in armonia da tutti’, a tentar di aprire la memoria del Me al ME sumero. Il nostro onomasiologo è il linguista storico Giovanni Semerano, che ci ha lasciato dopo averci comunicato La favola dell’indoeuropeo.(16)

 

Che cos’è il Me di Toth?

 

È il tutto del pensiero umano autocosciente, Dio compreso! A noi preme l’aspetto linguistico me ß Me ß ME.

 

Che cos’è il ME sumero?

 

La parola degli Dèi che crea il mondo, il tutto.

 

SU MER è SU ME ER, ‘mano del cammino del ME’.

 

La parola italiana tutto si sillaba tut-to.

 

In veneto fa tut, che, a prima vista, sarebbe una degenerazione di tut-to.

 

Il dio Toth ci suggerisce di guardare ad UT, il Sole sumero: fate il giro con l’altro occhio e leggerete stereo TUT, Toth.

 

Il purista, uno che la sa lunga sulla lingua pura, dirà: tutto viene da toto, ablativo latino dell’aggettivo totus. E questi tuoi sono voli pindarici. Ma la fonìa di toto non ha un legame con la fonia di tutto! Lo dico toto corde, con tutto il cuore. A meno che non accettiamo che cor sia da KUR! Allora, anche toto à tutto.

 

La lingua parlata è un fiume che ha tutto fuorché la purezza.

 

Cerchiamo di capire da questo fiume immundo l’origine linguistica di questo mondo, ovvero come il Me esca dal ME.

 

Carlo Forin

 

 

(1) ME TA, in sumero: luogo del ME.

(2) EME GIR in sumero: lingua.

(3) L’abitudine risulta da una selezione, consapevole o inconsapevole, di gesti. Omissioni sono i gesti scartati.

(4) Nel finale delle Georgiche dichiara di esser lui a rivolgersi a Titiro, audax juventa, e quindi di riconoscersi Melibeo.

(5) Ha scritto circa un secolo dopo di V. che il ‘romano’ Virgilio era una gloria pari al greco Omero.

(6) Il dio minore pascolatore di foche che manifesta il suo pensiero solo incatenato.

(7) Questa è un’ubbia per la filosofia della libertà che fa pari il me di ognuno e non crede alla distinzione tra il vero ed il falso.

(8) ...di pensiero.

(9) Pubblicato in settembre 2007 dalla Bollati Boringhieri.

(10) Chiudiamo il paragrafo con l’inizio.

(11) Se non in schemi di riflessione interna da non pubblicizzare.

(12) Personificazione della saggezza, figlia di Oceano e di Teti, prima moglie di Zeus. Quando era incinta di Atena un oracolo predisse che avrebbe dato alla luce prima una figlia e poi un figlio più potente del padre: Zeus allora la inghiottì e a tempo debito partorì Atena dal capo. Re.: Enc. Grolier.

(13) Con 135 articoli fino al 2 dicembre 2007.

(14) Micol PERFIGLI, Indigitamenta, Pisa, ETS, 2004.

(15) Vivente, nato in Transilvania nel 1921.

(16) Nel 2005, ultranovantenne, per Bruno Mondadori.


Articoli correlati

  Carlo Forin: A cena con Dio
  Carlo Forin: Che cosa nasce a Natale 2008 ?
  Carlo Forin: Caro Mutui. Tellusfolio raccolga testimonianze e proteste!
  Carlo Forin. Il doppio circolo della Resistenza
  Carlo Forin, Sei forse sorella di Febo?
  Carlo Forin: Coito
  Carlo Forin, Semerano. Archeologia linguistica.
  Carlo Forin. La favola dell’indoeuropeo
  Carlo Forin: Dimensione della parola ‘dimensione’. Archeologia del linguaggio
  Carlo Forin: Halloween - Antares
  Carlo Forin: Il Gran Giocattolaio
  Carlo Forin. La Corte dei Conti boccia il Governo
  Carlo Forin: Gli albori di Milano
  Carlo Forin. Che nessun Duce di ritorno tocchi la Costituzione!
  Carlo Forin: Belem, notte di Natale
  Carlo Forin. Alitalia o non Alitalia? Con Richard Gere di Pretty Woman come esempio
  Rappresentazione falsa del mondo: Ideologia.
  Carlo Forin. Seconda dose oggi a Vidor di Treviso
  Carlo Forin: Giobbe 2008. Diario della malattia (3)
  Carlo Forin: Quoad, fino a quando, la libertà sarà in pericolo? (Lodo Alfano bocciato).
  Carlo Forin: Lettera a Prodi sui punti di Lamberto Dini
  Carlo Forin: Un 2010 sgannato
  Carlo Forin. Provvidenziale 8 settembre
  Carlo Forin. La vita è proprio bella!
  Carlo Forin: Tutto quello che ci dice "Gallare". Vulva. Dal sumero. Omaggio alla sumerica Paola Senatore.
  Carlo Forin. Il periodo del lustro
  Carlo Forin. La trasformazione ecologica
  Carlo Forin. 25 aprile 2021 < 25 aprile 1945
  Carlo Forin: Antares.
  Carlo Forin: Calamaro.
  Carlo Forin: A Zeneda c’è stata una festa. La Rosa.
  Carlo Forin: Storia del ME con lettera a Claudio Di Scalzo detto Accio
  Carlo Forin: Autobiografia come giocattolaio piccino
  Carlo Forin: Viaggiare nel pensiero nel tempo. Con sito turco
  Carlo Forin: La struttura del doppio circolo del Cielo e della Terra nella Bibbia (1)
  Carlo Forin: Giobbe 2008. Diario: 19 ottobre (1)
  Carlo Forin: Chi impersòno io?
  Carlo Forin: Diario del 24 e 25 dicembre 2008
  Carlo Forin: Gnosis.
  A Gino (dal primo figlio) 
  Carlo Forin: Vogliamo confrontarci con gli altri del Terzo Mondo signora Emma Marcegaglia?
  Carlo Forin: Giobbe 2008. Diario della malattia (5) Ultima parte col sorriso.
  Carlo Forin: Anche Gesù era abbronzato come Obama
  Carlo Forin: Riflessioni su me, Me, ME.
  Carlo Forin. San Francesco 2021
  Carlo Forin: La lingua è un fiume sporco
  Carlo Forin, Saturnia Tellus.
  Carl Forin: "Onesimo" con allegata storia di collaborazione e amicizia
  Carlo Forin: Alla Rosa nel fango.
  Carlo Forin: Il mediarca Berlusconi non è un capitalista come tanti al mondo
  Carlo Forin, Dizionario delle parole basilari: Ideologia
  Carlo Forin: Noi, Italiane ed Italiani, maschi della màntide religiosa
  Carlo Forin. Circoncisione
  Carlo Forin: Risposta a Bruna Spagnuolo e sugli alati
  Carlo Forin: Nel Mondo glocale narrando con l’amiloidosi mia compagna
  Carlo Forin. Distanziamento
  Carlo Forin, Veneris... nefandae.
  Carlo Forin: Giobbe 2008. Diario della malattia (4)
  Carlo Forin. Covid 19 virus intelligente
  Carlo Forin: La mia lettura di Bernart de Ventadorn in "Canzone di Primavera"
  Carlo Forin: RAGA'R, tagliare. Catullo e Piccoli (2)
  Carlo Forin: Il trasmutatore della merda in violetta Carlo Costantini. Risposta dell'Onorevole
  Racconto di un vecchietto del ’68.
  Carlo Forin: Carme sul cambio di Archetipo (1)
  Carlo Forin: Ricordando Wojtyla e la mia conversione
  Carlo Forin: Sessanta: un numero che falsifica l’indoeuropeismo
  Carlo Forin: Il fiume della lingua scorra. Auguri per il 2009
  Carlo Forin. Analisi dei 38 ‘lustr’ dell’Eneide. L’ultimo: perlustra.
  Carlo Forin, Dizionario delle parole basilari: Amore. Con postilla necessaria.
  Carlo Forin: Rosa
  Carlo Forin, Cerei regni.
  Piero Cappelli: D’Alema e Veltroni battuti a Firenze. È l’inizio di una nuova politica?
  Carlo Forin: Amen.
  La lingua fu dingua in Tellusfolio
  Carlo Forin
  Carlo Forin: Rosa (mistica)
  Carlo Forin: Meo. Vita-Morte. Archeologia linguistica
  Bruna Spagnuolo: Carlo Forin e la stirpe degli uomini alati
  Carlo Forin: Recuperar la pausa per tornar cittadini. Primarie e PD
  Carlo Forin: Giobbe 2008. Diario della malattia (2)
  Carlo Forin, dizionario delle parole basilari: Rosa
  Carlo Forin, Dio Sovrano. Con lettera antiaccademica.
  Carlo Forin: Vittorio Veneto e coriandoli
  Carlo Forin: Tempi da lupi mannari per la Costituzione italiana
  Carlo Forin, Dizionario delle parole basilari: Archetipo
  Carlo Forin, Proteo e Cerere corrotta.
  Carlo Forin: Italia: al 55° posto in Diritto! Bigliettino per il ministro Alfano
  Carlo Forin: Ricordare Srebrenitza. Sito e fotoalbum 9
  Carlo Forin: la luce che viene
  Carlo Forin. Ordine di farfalla
  Carlo Forin: Maroni contro l’Europa e contro i pellegrini.
  Carlo Forin. La chiave sumera dei nomi degli Dei
  Carlo Forin: Il pinguino Mattia Ze
  Carlo Forin: Lettera a SS. Benedetto XVI
  Carlo Forin: Amore e Psiche. Archeologia linguistica 1.
  Carlo Forin: Confesso oggi la mia fedeltà alla tradizione cristiana
  Carlo Forin. Mario Draghi, dieci anni dopo
  Carlo Forin. San Francesco
 
 
Immagini correlate

 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 1 commento ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 64.7%
NO
 35.3%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy