Sabato , 13 Agosto 2022
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Critica della cultura > Telluserra
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Carlo Forin: Viaggiare nel pensiero nel tempo. Con sito turco
20 Giugno 2008
 

La dimensione ‘pensiero nel tempo’ esiste ed è esplorabile.

Provo a raccontarla ad una compagnia che ama la letteratura.

 

Scrivere per un’altra persona ed essere capiti bene è un problema aperto al feed back; ovvero: ci si può sbagliare nel racconto, ma il contemporaneo lettore può individuare l’errore ed invitare alla correzione. La lettera può venir costruita con pazienza ed attenzione, perché sbagliare non piace a nessuno e tutti si irritano, in fondo in fondo, nel subire correzioni. Ma, in ogni caso, un’altra lettera potrà togliere l’eventuale disguido insorto.

Ma, se chi scrisse non vive più? Il dialogo e l’eventuale correzione vengono a mancare!

In generale, un presente che non riesce a correggere opinioni erronee sul passato comincia a profilare la dimensione ‘pensiero nel tempo’.

Si dice Storia ciò che è stato raccontato e può venir letto da tutti. È sembrato, finora, che la comunicazione scritta chiarifichi quasi ogni problema di comprensione. Sì, è vero, ci sono delle questioni di interpretazione di ciò che fu scritto, ma è sembrato che la storicizzazione dello scritto, cioè una descrizione del contesto storico dell’autore e della sua opera, potesse superare ogni problema di comunicazione priva di feed back.

Scusate, – potrebbe dire l’autore della lettera di oggi – ma non ci siamo capiti!

Mentre l’autore del passato non può, perché non vive!

Proviamo a pensare a Virgilio, maestro di Dante: da 2000 anni viene letto come poeta romano mentre fu un sacerdote, e poeta e sapiente sì, ma: etrusco! Se oggi vivesse, e fosse informato del contesto in cui viviamo, saprebbe che non è più obbligato a scrivere da Proteo, in modo sibillino, perché i Romani sono diventati amiconi con i non Romani e nessuno di loro pensa di tagliare la testa ad uno che non si vuol sottomettere.

Potrebbe svelarsi ed apparire come l’etrusco orgoglioso che fu!

Se da 2000 anni viene insegnato a scuola come romano il massimo autore della ‘nostra’ letteratura, che fu un etrusco capace di sopportare i Romani antichi solo in un contesto imperiale, cioè di restaurazione della monarchia e di tolleranza dei diversi, allora bisogna dire che esiste una ‘dimensione del pensiero nel tempo’ che finora è stata ignorata.

Cioè: la parola scritta e la storicizzazione non sono sufficienti alla fluidità della comunicazione tra antichi e viventi!

 

Ma, un solo esempio, pur grande, non basta per sostenere una tesi così! Potrebbe essere un caso isolato!

Giusto! Prendiamo, allora, un altro esempio. Dopo il massimo poeta ‘romano’, il massimo prosatore latino: Apuleio. Viene letto come laico scrittore di favole ed era un altro sacerdote, di Iside, e scriveva favole sì, ma per adulti. La sua desultoria scientia è una scienza che va per salti, ma anche nel senso magico e strettamente linguistico: l’ascolto attento gli permetteva di leggere nelle sillabe di lingue differenti così come il suo Metamorphoseon libri titola in greco ed in latino.

Vuoi dire, dunque, che la lontananza nel tempo rende difficile l’individuazione esatta del senso di un’opera scritta?

Anche, la lontananza amplifica la distorsione tra scrittore e lettore.

Ma, già 400 anni sono buoni per distinguerla: Giordano Bruno, accademico della Sorbona, finì sul rogo dell’Inquisizione per aver scritto il suo De magia, avendo enunciato la sua visione panteistica del mondo.

Il papa ha chiesto scusa a Galileo perché la Chiesa intimidì col rogo la sua fede scientifica nella sfericità della terra. Quando si chiederà scusa a Bruno per non averne rispettato il pensiero?

E viene relegata la fede nell’animismo, come quella di Bruno, a religiosità praticata nei millenni della notte dei tempi e la credenza nella magia viene attribuita (da laici oltreché dal clero), solo ad ubbie popolane di quei tempi! Il rogo ad un accademico della Sorbona dovrebbe impedire questa distorsione, no?

Dunque, la distorsione c’è, nonostante che la numerosità degli scritti recenti dovrebbero poter farla superare!: chi legge attualizza il pensiero di chi scrisse.

 

Viaggiando nel pensiero e nel tempo ho trovato numerosi esempi di distorsione amplificati dall’ideologia, che potremmo chiamare ‘fedeltà ad un canone’, che arrivano a consegnarci il significato delle parole diverso da come fu. Abbiamo visto la parola latina rosa nel canone rituale religioso come rosa mystica, in quanto RU SHA ‘sacro utero’ –in sumero accado- che il canone laico latinista corrente non contempla nella parola elementare rosa.

L’invocazione precedente nelle Novene alla Madonna, Vas Spiritualis, tradotta come ‘Tempio dello Spirito’, che è anche ‘Vaso dello Spirito’, si può intendere con U ASH, Uno d’Origine dal Cielo, nel sumero precedente il latino. E questo ASH è la sillaba chiave dell’ascolto.

Viaggiando nel pensiero nel tempo scopriamo che ‘ascolto’ non è solo il fatto fonetico che si ottiene dai meati auricolari, ma anche il ‘culto dell’‘Uno d’origine’.

 

Vi proponiamo, la prossima volta, l’ascolto dell’Uno d’origine, con l’archeologia del linguaggio e con l’aiuto dell’archeoastronomia, leggendo i Massi Incisi a Yazilikaia, che ci vengono offerti da un sito turco:

www.atamanhotel.com/whc/hattusa-yazilikaya-relief.html

 

Carlo Forin


Articoli correlati

  Carlo Forin: A cena con Dio
  Carlo Forin: Che cosa nasce a Natale 2008 ?
  Carlo Forin. Il doppio circolo della Resistenza
  Carlo Forin, Sei forse sorella di Febo?
  Carlo Forin: Coito
  Carlo Forin, Semerano. Archeologia linguistica.
  Carlo Forin. La favola dell’indoeuropeo
  Carlo Forin: Aprire al ME
  Carlo Forin: Dimensione della parola ‘dimensione’. Archeologia del linguaggio
  Carlo Forin: Halloween - Antares
  Carlo Forin: Il Gran Giocattolaio
  Carlo Forin. La Corte dei Conti boccia il Governo
  Carlo Forin: Gli albori di Milano
  Carlo Forin. Che nessun Duce di ritorno tocchi la Costituzione!
  Carlo Forin: Belem, notte di Natale
  Carlo Forin. Alitalia o non Alitalia? Con Richard Gere di Pretty Woman come esempio
  Rappresentazione falsa del mondo: Ideologia.
  Carlo Forin. Seconda dose oggi a Vidor di Treviso
  Carlo Forin: Giobbe 2008. Diario della malattia (3)
  Carlo Forin: Quoad, fino a quando, la libertà sarà in pericolo? (Lodo Alfano bocciato).
  Carlo Forin: Lettera a Prodi sui punti di Lamberto Dini
  Carlo Forin: Un 2010 sgannato
  Carlo Forin. Provvidenziale 8 settembre
  Carlo Forin. La vita è proprio bella!
  Carlo Forin: Tutto quello che ci dice "Gallare". Vulva. Dal sumero. Omaggio alla sumerica Paola Senatore.
  Carlo Forin. Il periodo del lustro
  Carlo Forin. La trasformazione ecologica
  Carlo Forin. 25 aprile 2021 < 25 aprile 1945
  Carlo Forin: Antares.
  Carlo Forin: Calamaro.
  Carlo Forin: A Zeneda c’è stata una festa. La Rosa.
  Carlo Forin: Storia del ME con lettera a Claudio Di Scalzo detto Accio
  Carlo Forin: Autobiografia come giocattolaio piccino
  Carlo Forin: La struttura del doppio circolo del Cielo e della Terra nella Bibbia (1)
  Carlo Forin: Giobbe 2008. Diario: 19 ottobre (1)
  Carlo Forin: Chi impersòno io?
  Carlo Forin: Diario del 24 e 25 dicembre 2008
  Carlo Forin: Gnosis.
  A Gino (dal primo figlio) 
  Carlo Forin: Vogliamo confrontarci con gli altri del Terzo Mondo signora Emma Marcegaglia?
  Carlo Forin: Giobbe 2008. Diario della malattia (5) Ultima parte col sorriso.
  Carlo Forin: Anche Gesù era abbronzato come Obama
  Carlo Forin: Riflessioni su me, Me, ME.
  Carlo Forin. San Francesco 2021
  Carlo Forin: La lingua è un fiume sporco
  Carlo Forin, Saturnia Tellus.
  Carl Forin: "Onesimo" con allegata storia di collaborazione e amicizia
  Carlo Forin: Alla Rosa nel fango.
  Carlo Forin: Il mediarca Berlusconi non è un capitalista come tanti al mondo
  Carlo Forin, Dizionario delle parole basilari: Ideologia
  Carlo Forin: Noi, Italiane ed Italiani, maschi della màntide religiosa
  Carlo Forin. Circoncisione
  Carlo Forin: Risposta a Bruna Spagnuolo e sugli alati
  Carlo Forin: Nel Mondo glocale narrando con l’amiloidosi mia compagna
  Carlo Forin. Distanziamento
  Carlo Forin, Veneris... nefandae.
  Carlo Forin: Giobbe 2008. Diario della malattia (4)
  Carlo Forin. Covid 19 virus intelligente
  Carlo Forin: La mia lettura di Bernart de Ventadorn in "Canzone di Primavera"
  Carlo Forin: RAGA'R, tagliare. Catullo e Piccoli (2)
  Carlo Forin: Il trasmutatore della merda in violetta Carlo Costantini. Risposta dell'Onorevole
  Racconto di un vecchietto del ’68.
  Carlo Forin: Carme sul cambio di Archetipo (1)
  Carlo Forin: Ricordando Wojtyla e la mia conversione
  Carlo Forin: Sessanta: un numero che falsifica l’indoeuropeismo
  Carlo Forin: Il fiume della lingua scorra. Auguri per il 2009
  Carlo Forin. Analisi dei 38 ‘lustr’ dell’Eneide. L’ultimo: perlustra.
  Carlo Forin, Dizionario delle parole basilari: Amore. Con postilla necessaria.
  Carlo Forin: Rosa
  Carlo Forin, Cerei regni.
  Piero Cappelli: D’Alema e Veltroni battuti a Firenze. È l’inizio di una nuova politica?
  Carlo Forin: Amen.
  La lingua fu dingua in Tellusfolio
  Carlo Forin
  Carlo Forin: Rosa (mistica)
  Carlo Forin: Meo. Vita-Morte. Archeologia linguistica
  Bruna Spagnuolo: Carlo Forin e la stirpe degli uomini alati
  Carlo Forin: Recuperar la pausa per tornar cittadini. Primarie e PD
  Carlo Forin: Giobbe 2008. Diario della malattia (2)
  Carlo Forin, dizionario delle parole basilari: Rosa
  Carlo Forin, Dio Sovrano. Con lettera antiaccademica.
  Carlo Forin: Vittorio Veneto e coriandoli
  Carlo Forin: Tempi da lupi mannari per la Costituzione italiana
  Carlo Forin, Dizionario delle parole basilari: Archetipo
  Carlo Forin, Proteo e Cerere corrotta.
  Carlo Forin: Italia: al 55° posto in Diritto! Bigliettino per il ministro Alfano
  Carlo Forin: Caro Mutui. Tellusfolio raccolga testimonianze e proteste!
  Carlo Forin: Ricordare Srebrenitza. Sito e fotoalbum 9
  Carlo Forin: la luce che viene
  Carlo Forin. Ordine di farfalla
  Carlo Forin: Maroni contro l’Europa e contro i pellegrini.
  Carlo Forin. La chiave sumera dei nomi degli Dei
  Carlo Forin: Il pinguino Mattia Ze
  Carlo Forin: Lettera a SS. Benedetto XVI
  Carlo Forin: Amore e Psiche. Archeologia linguistica 1.
  Carlo Forin: Confesso oggi la mia fedeltà alla tradizione cristiana
  Carlo Forin. Mario Draghi, dieci anni dopo
  Carlo Forin. San Francesco
 
 
Immagini correlate

 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 64.7%
NO
 35.3%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy