Domenica , 03 Luglio 2022
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Luigi Fioravanti. Chi permette la violenza comanda che si faccia
Richard Goldstone
Richard Goldstone 
19 Giugno 2010
 

Con quale diritto il governo israeliano attua l’embargo a Gaza, chiudendo per mare per terra e per cielo in un’unica prigione, da quattro anni a questa parte, una popolazione di un milione e mezzo di persone? Con quale diritto impedisce alle navi di aiuti umanitari della “Freedom Flotilla” di arrivare a Gaza? Perché a Gaza governa Hamas, e quelli di Hamas sono terroristi, si dice. Con questo argomento tutto viene giustificato, anche il terrorismo di stato, l’assassinio e il sopruso permanente. Ci vuole una bella faccia, dopo le stragi di “Piombo Fuso”, i crimini di guerra commessi dall’esercito israeliano nella guerra contro Gaza, denunciati dal rapporto Goldstone, parlare di terrorismo degli altri, tacendo e giustificando il proprio, molto più sanguinoso e devastante (100 palestinesi uccisi per 1 israeliano). E sono terroristi anche i bambini e le donne di Gaza, che sono la maggioranza della popolazione?

Israele si può permettere ogni violazione del diritto internazionale, anche la pirateria, anche la licenza di uccidere, perché c’è chi tace e acconsente (o, per salvare la faccia, si limita a generiche deplorazioni della violenza, rituali e innocue): gli Usa, l’Europa e gli stati arabi. Il governo italiano, insieme agli Usa e pochissimi altri, ha votato contro il Rapporto Goldstone e contro la richiesta del Consiglio dei Diritti umani dell’Onu per un’inchiesta internazionale sul sequestro della “Flotilla Gaza Freedom” e sulla strage sulla Mavi Marmara. Chi permette soprusi e ingiustizie, è ancora più responsabile e colpevole di chi le ingiustizie e le violenze commette: prima fra tutte l’occupazione dei territori palestinesi che dura da 43 anni, in spregio alle risoluzioni dell’Onu. È l’occupazione israeliana dei territori palestinesi la madre della ingiustizia e quindi della violenza in Palestina. E chi permette l’ingiustizia comanda che si faccia.

 

Luigi Fioravanti

 

 

P.s. Ora -pare- che il governo israeliano abbia deciso di allentare l’embargo su Gaza. L’embargo va abolito perché illegale, non mitigato. Ancora una volta, elemosina sì, diritti no ai palestinesi: il diritto alla libertà, ad avere una terra, uno stato, una dignità, ad avere, in una parola, giustizia.


Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.2%
NO
 24.8%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy