Giovedì , 29 Settembre 2022
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Peppe Sini. Una strage
New York. Palazzo ONU
New York. Palazzo ONU 
01 Giugno 2010
 

Provo a dire il mio orrore col minor numero di parole possibile.

Un commando armato della marina militare israeliana ha assalito in acque internazionali un convoglio di imbarcazioni che recavano aiuti umanitari alla popolazione di Gaza. Ha ucciso delle persone. Ha sequestrato le imbarcazioni ed i superstiti.

È stato commesso un atto di pirateria. È stata commessa una strage. È stato commesso un illecito sequestro di beni e un rapimento di persone. La marina militare dello stato di Israele ha commesso un crimine atroce e insensato.

 

Nelle successive dichiarazioni di personalità rappresentative dello stato di Israele si sostengono, se ben intendo, tre cose: a) che le vittime dell'arrembaggio resistevano all'aggressione; b) che sulle imbarcazioni c'erano delle armi; c) che tra gli aggrediti vi erano sostenitori di Hamas.

In merito vorrei osservare che: a) resistere a un'aggressione è diritto di ogni persona aggredita; b) anche se vi fossero state armi sulle imbarcazioni ciò comunque non giustifica né un atto di pirateria in acque internazionali né, tantomeno, una strage; c) il fatto di essere sostenitori di Hamas (organizzazione che ritengo criminale, razzista e fascista, come - mutatis mutandis - la Lega Nord in Italia) non può essere un motivo per essere assassinati.

 

Sono un antifascista: mi sta a cuore l'esistenza dello stato di Israele e mi sta a cuore l'esistenza di uno stato palestinese. Uno stato di Israele libero, sicuro, democratico. Uno stato di Palestina libero, sicuro, democratico.

Sono un antifascista: come ci ha insegnato il nostro comune maestro René Cassin occorre difendere i diritti umani di tutti gli esseri umani.

Sono un antifascista: la guerra è nemica dell'umanità, il terrorismo è nemico dell'umanità.

Vi è una sola umanità.

 

Beppe Sini

(da Telegrammi della nonviolenza in cammino, 1° giugno 2010)


Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 1 commento ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 65.4%
NO
 34.6%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy