Lunedì , 19 Agosto 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Alfonso Navarra. A Vienna passi avanti verso il disarmo nucleare?
09 Dicembre 2014
   

Vienna 6 e 7 dicembre 2014. Il bando delle armi nucleari è urgente e a portata di mano: questa la conclusione del Forum della società civile organizzato da ICAN, la campagna internazionale per il disarmo che ha tenuto il suo incontro (600 partecipanti dai cinque continenti) a ridosso della conferenza internazionale degli Stati.

Questi ultimi, che in circa 140, si riuniranno oggi e domani (8 e 9 dicembre), chiamati dal governo austriaco a proseguire il percorso umanitario verso il disarmo nucleare, troveranno il coraggio di avviare l'abolizione giuridica delle armi nucleari?

La novità è la partecipazione della delegazione USA (che ha trascinato la Gran Bretagna): sarà un allargamento della coscienza dell'incompatibilità tra deterrenza nucleare e diritto umanitario espressa dal nuovo contesto disarmista degli Stati non nucleari autoconvocati oppure un modo sottile e furbo di boicottare lo stesso?

ICAN comunque premerà perché gli Stati consapevoli non aspettino più le potenze nucleari e comincino subito i negoziati per arrivare ad un trattato che, proibendo le armi nucleari, porti rapidamente alla loro eliminazione.

L'urgenza è ancor più sottolineata dalla coalizione disarmista perché, alle considerazioni sull'impatto catastrofico delle armi nucleari per la distruzione di vite, l'ambiente, la salute, il clima, si aggiungono ora quelle, seriamente documentate da Eric Schlosser (foto, il suo intervento è stato centrale), sulla alta probabilità che esplosioni e guerre nucleari possano scoppiare per caso o per errore.

Una nuova ipotesi strategica è stata avanzata dalla delegazione italiana facente riferimento all'appello “ESIGETE! il disarmo nucleare totale” di Stephane Hessel e Albert Jacquard: quella di impostare la proibizione delle armi come attuazione del diritto alla sopravvivenza, che esige il dovere di rimuovere gli ordigni che la mettono a rischio.

La carta per un mondo libero dalle armi nucleari che si sta elaborando (e che si vuole fare discutere e approvare dalla Rete di scuole che simulano le Nazioni Unite) costituisce un modo per sperimentare un nuovo approccio culturale che forse sblocca le trappole che hanno finora impantanato e rallentato i negoziati sul disarmo.

 

Alfonso Navarra


Articoli correlati

  Sondrio. La conferenza di SENZATOMICA per un mondo libero da armi nucleari
  Alfonso Navarra. Buon 2015 antinucleare guardando a New York
  Un Convegno su “Armi, guerre, territorio”
  Commercio internazionale d'armi: dal nuovo Governo ci aspettiamo un aumento di trasparenza
  Giuliano Pisapia. Il mio no all'insensato acquisto degli F35
  SenzAtomica. Trasformare lo spirito umano...
  Genova. Roberto Malini in un reading per il disarmo nucleare alla Stanza della Poesia
  Roberto Malini. Nucleare: il mondo è in grave pericolo
  Alfonso Navarra. Conferenza ONU sul divieto armi nucleari: le potenze nucleari protestano ufficialmente
  Alex Zanotelli. Armi: è questo il nostro Natale di pace?
  Seminario Antinucleare in Valle Susa con Radio Radicale
  La mostra Senzatomica approda a Sondrio
  Disarmisti esigenti. L'era atomica sta per finire
  Vetrina/ Luigi Fioravanti. Per far la guerra occorrono tre cose
  Disarmisti esigenti: Via le armi atomiche dall’Italia!
  Maurizio Benazzi. “È tempo di metterle al bando!”
  Roberto Malini. Fermiamo le armi!
  Carlotta Caldonazzo. Un accordo sul nucleare: necessità non necessaria
  “Italia Ripensaci: ratifica il bando ONU alle armi atomiche”
  Enrico Peyretti. Le religioni neghino il diritto alla difesa armata
  Lettera aperta del Movimento Nonviolento ai partiti del centrosinistra
  Alfonso Navarra. Vienna: grande pressione per il bando delle armi nucleari
  Luca Comellini. F35, promesse di Bersani e asini “volanti”…
  Viterbo. Nell'anniversario del test di Alamogordo
  Alfonso Navarra. La buona novella di Ginevra raccontata e diffusa da Palermo (23 settembre)
  Il governo italiano presente a Vienna incontra i disarmisti “esigenti”
  Alfonso Navarra. Fukushima e il lascito nucleare in Italia
  Alfonso Navarra. Usa: Della scelta di Trump e della lezione sempre attuale del Vietnam
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.5%
NO
 24.5%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy