Domenica , 05 Aprile 2020
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Bottega letteraria > Prodotti e confezioni
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
In libreria/ Barbarah Guglielmana, “Rondini come formiche”
13 Febbraio 2011
 

La poesia, se si ama, si lascia udire e provoca nello spazio il silenzio e il grido che fanno vibrare le corde delle emozioni. E la poesia di Barbarah Guglielmana si lascia udire: le parole dure, soavi, fresche, nuove, essenziali entrano dalle orecchie ed appaiono davanti agli occhi quali immagini con i loro colori, con la loro luce e le loro ombre per sciogliersi poi in contemplazione. Il fascino di queste immagini consiste nella loro raffinata semplicità.

Il suono delle parole si succede con un ritmo variegato, ma che ha la capacità di concentrare in sé tutte le significazioni e un linguaggio solo apparentemente formale. È un linguaggio privo di retorica, essenziale e dinamico dove la Nostra sa inserire, con maestria, vocaboli, a mio avviso voluti e ricercati. Vocaboli che sanno creare un rapporto simbiotico tra la linearità interpretativa del vissuto, del reale e l’immaginario solo accennato: Vita –uomo e natura– che assurge ad una miscellanea di ruoli. Ed è qui che la vena poetica di Barbarah esplode come evento ribelle e connaturato per ricomporre il puzzle dell’esistenza, quella più difficile.

Le poesie di Rondini come formiche (a me non piace citarne perché, come dice Octavio Paz, «ogni lettore è un altro poeta, ogni testo poetico, un altro testo», quindi il testo letto diventa personale e soggettivo) sono espresse con capacità di sintesi e di stile personale che rende superflua l’identità alla quale si potrebbe o, per meglio dire, si vorrebbe far riferimento.

Sono poesie mature, vissute. Alcune che vanno a fondo del contenuto, che scorre come una pellicola, evidenziando le sue peculiarità; altre in cui il contenuto, come punto di partenza (solo alcuni fotogrammi), è lasciato libero nello spazio quale significazione di concetti che vanno oltre il quid. Queste ultime sono poesie brevissime, composte a loro volta di versi assai brevi –alcuni addirittura di una sola parola– e costruite su valori d’intensa emotività e di significato. È demandato, quindi, al lettore l’aprire il testo e completarlo con la propria sensibilità e con le proprie conoscenze.

Chiedo venia se ora mi contraddico venendo meno a quando sopra detto, ma credo che si rende necessario citare la testimonianza, di luce vestita, di queste perle d’esaltazione della parola singola, dei suoi valori di sonorità e dei suoi valori di significato: «sfilacciata/ sbiadita/ profumata…» e «areata/ sfavillo / tramortita». Queste due poesie concentrano in loro tutto il linguaggio, tutte le significazioni.

Mano a mano che gli occhi si soffermano sui versi di Barbarah non solo sentiamo le parole ma le tocchiamo e le assaporiamo perché sanno destare in noi le sensazioni d’immagini mentali che il nostro “io” rielabora e vive. E non solo: scopre concetti innervati da splendide immagini intessute da forza, d’amore, di sofferenza, di nostalgia e… di silenzio reso visivo dallo spazio bianco le circonda nella pagina.

Può sembrare contraddizione l’alternanza di poesie brevi, avanti descritte, a poesie con frasi ma si può dire che intenzionalmente la Nostra, in cerca di un nuovo linguaggio, ci propone il suo itinerario stilistico:

- Linguaggio privo di retorica, delle vecchie forme ed esaltazione della parola.

- Costruzione della frase con parole libere e/o rivestite a nuovo.

Parafrasando Manzoni: A voi l’ardua sentenza, ma per sentenziare bisogna leggere/udire Rondini come formiche. Buona lettura e buon ascolto.

 

Giovanni De Simone

(dalla Bottega letteraria” n. 49'l Gazetin, febbraio 2011
abbonamento cumulativo
'l Gazetin+TELLUS23,00 > labos@retesi.it)


Articoli correlati

  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Lo fotograferò per te, con i miei occhi, tutto questo...
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Acqua del cielo
  Spot/ Barbarah Guglielmana nella raccolta di poesie "Davanti alla tenda" (LietoColle 2014)
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Le mie ossa si sono allungate nello sforzo...
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Ammiccano danze sensuali...
  Barbarah Guglielmana al Premio di Poesia “Frate Ilaro”
  In libreria/ La giusta collera
  Oltre le indicazioni
  Alberto Figliolia. In Aforismana con Barbarah Guglielmana
  Iniziative Associazioni/ Ogni giorno come se fosse il primo
  Iniziative/ Da Pavia, una lettera. Con dedica
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. L'anima incarcerata
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Grillo...
  Interpunzioni/ Barbarah Guglielmana e il suo prezioso “Senza forme”
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Mi sono strappata l’anima...
  Natale Tf2014/ Barbarah Guglielmana. Sono entrata nel presepio
  Spot/ A Stradella, “Davanti alla Tenda” di Barbarah Guglielmana
  In libreria/ Maurizio Splendore. Su Tredici Cadenze
  In libreria/ Barbarah Guglielmana con Anna Venturini. “Andavo per nuvole e onde”
  Rosaria Avagliano. “Il gusto per la vita”. Illustrazioni grafiche di Barbarah Guglielmana
  Progetto “Aforismana. Un pensiero quasi lineare di Barbarah Gugliemana”
  Alberto Figliolia. Su Barbarah Guglielmana
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. A Daphne e A Matthew
  Vetrina di Natale/ Paola Mara De Maestri, Barbarah Guglielmana e Giorgio Spreafico
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Sono sottili ciglia quelle delle dita...
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Quando sono le piante a piovere...
  Editoria per strada/ Barbarah Guglielmana. «E infine uscirò di casa...»
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Laghetto delle Ondine
  Barbarah Guglielmana partecipa a “Paratissima”, Torino 2014
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Aspettavo il tuo freddo...
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Non sono nella vostra terra in fiamme...
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. E uscirò ancora...
  Alice Ravera. Come una cozza la poesia della Guglielmana
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Era quasi l’autunno dei castani
  Davanti alla tenda, all'Ospitale di Prosto
  Barbarah Guglielmana
  “Ometti oliviani” di Barbarah Guglielmana
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Qualche volta ho pregato il Cielo...
  Spot/ Donne in poesia Variazioni pavesi
  Iniziative/ Aforismana. Un pensiero quasi lineare di Barbarah Gugliemana
  Spot/ Poeti in Valle: Alberto Figliolia e Barbarah Guglielmana si leggono
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Capisco
  In libreria/ Barbarah Guglielmana, Anna Venturini. Andavo per nuvole e onde
  Marina Riva, Barbarah Guglielmana, Giuseppe Ravelli, Margherita Gadenz, Paola Sarcià...
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Adoro il potere delle parole...
  Spot/ AperiPoesia Pavia: sabato 23, con Montagna e Guglielmana
  Spot/ Serata di poesia con Barbarah Guglielmana e Giovanni De Simone
  Spot/ Reading di Barbarah Guglielmana
  Giuseppe Marco d'Agostino legge “Rondini come formiche” di Barbarah Guglielmana
  Pavia Formaprima. Non poteva che disegnare la fantasia
  Iniziative/ Poesia e Musica in piazza a Chiavenna
  In libreria/ Giuseppina Rando. Essere Donna
  Vetrina/ 8 marzo: Barbarah Guglielmana. Ridammela
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Sotto l'ortensia bianca
  Vetrina/ Barbarbarah Guglielmana. Mi ero nascosta in quella piuma...
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Vienimi vicino
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Il naso si pronuncia...
  Ho il fine settimana libero
  Eventi/ Presentazione del libro “Davanti alla tenda”, raccolta poetica di Barbarah Guglielmana
  Vetrina/ Dammi del tuo amore... Barbarah Guglielmana con Patrizia Garofalo
  Morbegno, Albo: Davanti alla tenda
  In libreria/ Barbarah Guglielmana. Appena alzata mi sono messa a tagliare le stelle come voi tutte
  Ilaria Francesca Martino. C'è chi scende e c'è chi sale
  Iniziative/ Poeti e pittori valtellinesi protagonisti a “Malta capitale europea della cultura 2018”
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana con Ferdinando Franguelli
  “Ho sognato che camminavo in riva al mare”
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. La Libia e L’Egitto hanno la febbre
  In libreria/ Patrizia Garofalo: Barbarah Guglielmana, Davanti alla tenda
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Cosa mi vuoi dire mare?
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Lasciami stare...
  Iniziative/ Tran-sito in viaggio per i continenti
  Speciale/ Bottega letteraria & Tellusfolio. 4
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Quanto è grande questo cielo...
  Giuseppina Rando. Una nota su la plaquette di B. Guglielmana
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.1%
NO
 25.9%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy