Martedì , 11 Agosto 2020
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Critica della cultura > Arte e dintorni
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
“Ometti oliviani” di Barbarah Guglielmana 
Una recensione di Stefano Savoldelli
18 Aprile 2015
 

Se qualcuno, anche solo qualche mese fa, mi avesse per avventura confidato del piacere che si prova a ruotare le pagine di un libro, credetemi che l’avrei preso per matto. Ed invece, in punto, mi son dovuto sinceramente ricredere quando, di recente, ho letto Ometti Oliviani, un libricino scritto e disegnato dalla poetessa Barbarah Guglielmana. Le robuste pagine del libro, di forma perfettamente quadrata, son tenute insieme da una sola vite posizionata in angolo pagina, in alto a sinistra, che le attraversa da parte a parte, stringendole al punto giusto perché, al tempo stesso, possano sia stare ben raccolte e sia ruotare liberamente. Così, dunque, al lettore che voglia scorrere quel libricino tocca piacevolmente ruotare le pagine, anziché sfogliarle.

Sulla pagina di copertina, in campo scuro, stanno in posizione eretta due esili figure umane, stilizzate, una rossa ed una blu, ove quest’ultima, la più alta delle due, appare piegarsi lievemente verso l’altra, quasi in segno di protezione, sino a che i rispettivi capi giungono a toccarsi impercettibilmente, come se si baciassero: l’immagine, nella sua limpida semplicità, evoca al tempo stesso curiosità, premura, affetto, e riesce quindi nell’intento di istigare il lettore a ruotare la pagina, per scoprire cosa si nasconda oltre.

All’interno del libro stanno rappresentate, con tratto scuro in campo bianco, alcune figure stilizzate d’uomini e donne, di segno e significato così sfuggenti dall’apparire, al tempo stesso, innocenti, essenziali, contorte, candide, primitive, semplici, misteriose, impenetrabili; un solo elemento le accomuna: tutte quelle figure stanno silenziose sulla pagina, in attesa d’esser comprese. Il lettore attento apprende allora che per poter vedere oltre il segno deve scorrere quelle immagini con estrema lentezza (ruotando le pagine, non a caso), soffermandovisi a più riprese per scrutarne attentamente la linea, il contorno, gli spazi, l’alternanza di bianco e nero: un esercizio umile e non facile che tuttavia, infine, ripaga il lettore, portandolo a comprendere che il significato di quelle immagini, certo oscuro alla superficiale vista, è tuttavia ben visibile a chi riuscirà e capirà di doverle leggere, semplicemente, con il cuore.

Solo allora, dunque, al lettore viene svelato il messaggio che quelle singolari forme vogliono raccontarci: la narrazione senza tempo della meraviglia e del mistero della vita, e di ciò che anima e muove gli uomini e le donne che l’attraversano: morte, felicità, paura, innocenza, solitudine, sincerità, tristezza, gioia, disperazione. Un minimo comune denominatore lega quelle immagini: tutte, sono figlie dello sguardo puro, non corrotto, con cui Barbarah scruta ed attraversa l’esistenza, amandola incondizionatamente. Eroi, e null’altro, son coloro i quali riescono a percorrere la vita osservandola, sempre e comunque, con sguardo innocente. Barbarah, ai miei occhi (ed al mio cuore), è una di loro. Spero che dopo la lettura di “Ometti Oliviani”, possa esserlo anche per Voi.

 

Stefano Savoldelli


Articoli correlati

  Iniziative/ Aforismana. Un pensiero quasi lineare di Barbarah Gugliemana
  Alberto Figliolia. Su Barbarah Guglielmana
  Iniziative Associazioni/ Ogni giorno come se fosse il primo
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Cosa mi vuoi dire mare?
  In libreria/ La giusta collera
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Spropositato essere...
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Qualche volta ho pregato il Cielo...
  Pavia Formaprima. Non poteva che disegnare la fantasia
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Vienimi vicino
  In libreria/ Barbarah Guglielmana, Anna Venturini. Andavo per nuvole e onde
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Ammiccano danze sensuali...
  Natural tribute
  Morbegno, Albo: Davanti alla tenda
  In libreria/ Patrizia Garofalo: Barbarah Guglielmana, Davanti alla tenda
  Progetto “Aforismana. Un pensiero quasi lineare di Barbarah Gugliemana”
  Ho il fine settimana libero
  Marina Riva, Barbarah Guglielmana, Giuseppe Ravelli, Margherita Gadenz, Paola Sarcià...
  Spot/ Serata di poesia con Barbarah Guglielmana e Giovanni De Simone
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Erano candele caramellate...
  Iniziative/ Da Pavia, una lettera. Con dedica
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Lasciami stare...
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Grillo...
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana con Ferdinando Franguelli
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Acqua del cielo
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Aspettavo il tuo freddo...
  Interpunzioni/ Barbarah Guglielmana e il suo prezioso “Senza forme”
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Quando sono le piante a piovere...
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Le mie ossa si sono allungate nello sforzo...
  In libreria/ Barbarah Guglielmana con Anna Venturini. “Andavo per nuvole e onde”
  Vetrina/ Dammi del tuo amore... Barbarah Guglielmana con Patrizia Garofalo
  Davanti alla tenda, all'Ospitale di Prosto
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Non sono nella vostra terra in fiamme...
  In libreria/ Marcella Barbieri. Luce del faro
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Capisco
  Spot/ Poeti in Valle: Alberto Figliolia e Barbarah Guglielmana si leggono
  Iniziative/ Poeti e pittori valtellinesi protagonisti a “Malta capitale europea della cultura 2018”
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. L'anima incarcerata
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Era un legno a fucile disteso a terra...
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. La Libia e L’Egitto hanno la febbre
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Era quasi l’autunno dei castani
  Barbarah Guglielmana al Premio di Poesia “Frate Ilaro”
  Barbarah Guglielmana. Il piccolo longobardo
  Vetrina/ Barbarbarah Guglielmana. Mi ero nascosta in quella piuma...
  Iniziative/ Poesia e Musica in piazza a Chiavenna
  Spot/ Barbarah Guglielmana nella raccolta di poesie "Davanti alla tenda" (LietoColle 2014)
  Eventi/ Presentazione del libro “Davanti alla tenda”, raccolta poetica di Barbarah Guglielmana
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Quanto è grande questo cielo...
  Natale Tf2014/ Barbarah Guglielmana. Sono entrata nel presepio
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Mi sono strappata l’anima...
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. A Daphne e A Matthew
  Barbarah Guglielmana
  Oltre le indicazioni
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Sotto l'ortensia bianca
  Mario Barrai. Mi nascondo dietro il mio fiore
  In libreria/ Barbarah Guglielmana, “Rondini come formiche”
  In libreria/ Giuseppina Rando. Essere Donna
  Rosaria Avagliano. “Il gusto per la vita”. Illustrazioni grafiche di Barbarah Guglielmana
  Speciale/ Bottega letteraria & Tellusfolio. 4
  Spot/ A Stradella, “Davanti alla Tenda” di Barbarah Guglielmana
  Spot/ Donne in poesia Variazioni pavesi
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Lo fotograferò per te, con i miei occhi, tutto questo...
  Iniziative/ Tran-sito in viaggio per i continenti
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Sono sottili ciglia quelle delle dita...
  In libreria/ Barbarah Guglielmana. Appena alzata mi sono messa a tagliare le stelle come voi tutte
  Barbarah Guglielmana partecipa a “Paratissima”, Torino 2014
  Editoria per strada/ Barbarah Guglielmana. «E infine uscirò di casa...»
  In libreria/ Maurizio Splendore. Su Tredici Cadenze
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Il naso si pronuncia...
  Spot/ AperiPoesia Pavia: sabato 23, con Montagna e Guglielmana
  Vetrina/ 8 marzo: Barbarah Guglielmana. Ridammela
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. E uscirò ancora...
  Giuseppe Marco d'Agostino legge “Rondini come formiche” di Barbarah Guglielmana
  Spot/ Reading di Barbarah Guglielmana
  Alberto Figliolia. In Aforismana con Barbarah Guglielmana
  Vetrina di Natale/ Paola Mara De Maestri, Barbarah Guglielmana e Giorgio Spreafico
  Giuseppina Rando. Una nota su la plaquette di B. Guglielmana
  “Ho sognato che camminavo in riva al mare”
  Ilaria Francesca Martino. C'è chi scende e c'è chi sale
  Alice Ravera. Come una cozza la poesia della Guglielmana
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Adoro il potere delle parole...
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Laghetto delle Ondine
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.2%
NO
 25.8%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy