Giovedì , 22 Agosto 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
EveryOne. Milano ha un po' di attenzione verso i Rom, ma si può fare di più
12 Dicembre 2012
 

Finalmente vi è un po' di attenzione da parte del Comune verso le difficoltà sociali di una piccola comunità Rom romena (12 persone). Però i quattro bambini di Danut e Liliana Covaciu sono ancora separati da mamma e papà. Caro sindaco di Milano, ci aiuti a riunire la famiglia prima di Natale.

 

 

Il Gruppo EveryOne esprime un sincero apprezzamento al sindaco Pisapia e alla sua giunta, che finalmente cercano di comprendere le enormi difficoltà sociali e sanitarie in cui si trovano le famiglie Rom che vivono in città. Il Gruppo EveryOne, che segue con impegno e attenzione la piccola famiglia di 12 persone di cui sembrano occuparsi ora anche le autorità comunali, chiede ora al sindaco e ai suoi assessori di passare il prima possibile dall'interesse umanitario ad azioni concrete ed efficaci, perché le persone Rom sono escluse dal mondo del lavoro e spesso dai servizi di assistenza sociale nonché dal sostegno sanitario indispensabile per evitare patologie sempre più gravi e l'abbassamento progressivo della soglia della speranza di vita.

Il Gruppo EveryOne sollecita inoltre il sindaco e la sua giunta a seguire con maggiore attenzione la vicenda di Danut e Liliana Covaciu, che vivevano in Romania e durante una visita ai parenti di pochi giorni a Milano si sono visti sottrarre dalle autorità i loro quattro bambini. Nonostante l'accusa di “riduzione in schiavitù” sia caduta, da agosto ad oggi i bimbi sono ancora nelle mani di una comunità e stanno perdendo la scuola cui sono iscritti in patria. I genitori, per rimanere vicini ai figli, hanno perduto ogni opportunità di lavoro che avevano a casa e sopravvivono a Milano solo grazie alla generosità dei parenti.

Inoltre nessuno ha fornito assistenza legale gratuita ai poveri genitori, che devono indebitarsi per pagare spese legali che hanno poco senso, visto che i giudici hanno riconosciuto da tempo la loro innocenza. È un calvario, il loro, che deve aver termine al più presto. Il Gruppo EveryOne è in contatto con la famiglia Covaciu ed ha appreso di un notevole trauma psicologico che colpisce attualmente la bimba più piccola, separata dalla mamma in modo così straziante. Nessuno dei bambini dimenticherà mai questa terribile vicenda. «Sarebbe bello, sindaco», chiede EveryOne, «che per Natale la famiglia Covaciu potesse tornare a casa e lasciarsi alle spalle tutto il dolore patito a Milano».

 

Gruppo EveryOne


Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.5%
NO
 24.5%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy