Lunedì , 10 Dicembre 2018
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Asmae Dachan. Basta con terrorismo e giù le mani dall'Italia
03 Luglio 2016
 

Dopo una lunga notte di apprensione per il destino dei nostri connazionali ostaggio di un commando terrorista a Dacca, in Bangladesh, è arrivata la drammatica conferma, da parte della Farnesina, che purtroppo sono ben nove gli italiani rimasti uccisi.

È la più grave strage di civili italiani da quando i terroristi dell’Isis hanno iniziato a perpetrare i loro crimini contro l’umanità. Cinque delle vittime sono donne e tutti gli italiani caduti in questo massacro avevano in comune il fatto di essere imprenditori. Avevamo già perso Valeria Solesin, uccisa nella strage al Bataclan e Patricia Rizzo, rimasta uccisa negli attentati a Bruxelles. Sono così undici gli italiani che hanno perso la vita a causa delle azioni criminali, scellerate e barbare dei terroristi dell’Isis. Tutti civili inermi, tutte persone impegnate in attività di lavoro e studio.

Condanno con forza questo ennesimo vile e sciagurato atto terroristico, questa barbarie disumana che scatena la sua violenza cieca e malefica su innocenti. È una ferita al cuore che ci colpisce come umani, come credenti, ma soprattutto come italiani. Sono vicina al dolore delle famiglie e dell’Italia intera. Voi siete la mia Patria, la mia famiglia adottiva e per questo il mio cuore piange lacrime sincere per il vostro dolore, che è il mio. La mia penna, il mio cuore, il mio impegno sono dedicati alla ricerca e alla costruzione della pace e ora più che mai sono con voi per lottare insieme contro questi assassini spregiudicati.

Come credente musulmana inorridisco e condanno la strumentalizzazione blasfema e malefica che questi carnefici fanno dell’islam e del Corano. Hanno torturato le loro vittime perché non lo conoscono, quando i primi a non conoscerlo e ignorarlo sono proprio loro, che con le loro azioni criminali lo bestemmiano e tradiscono tutti i suoi valori. Ogni capitolo del Corano inizia con la formula “Nel nome di Dio, il Clemente e il Misericordioso” e questi bruti non sanno nulla di cosa sia la clemenza né la misericordia. In nome di quale famigerato Dio vi state muovendo? Dovreste dolo vergognarvi e aspettare il castigo eterno che il Signore promette a chi uccide innocenti.

Sono una giornalista, non ho il potere di scomunicarli, ma a gran voce dico che sono loro, i terroristi dell’Isis e di tutte le altre organizzazioni criminali, insieme a chi li arma e chi dà loro copertura, gli unici miscredenti, adoratori del demonio e bruti. Sono loro le persone contro le quali l’Islam ci dice di lottare, e non contro le persone innocenti e inermi. Basta con le vostre bestemmie, basta con le vostre bugie, basta con i vostri crimini scellerati!

Sono più di tre anni che dalla Siria arrivano denunce contro i crimini e le esecuzioni dell’Isis. Noi siriani abbiamo provato sulla nostra pelle le loro barbarie e i loro crimini e abbiamo chiesto al mondo di fermare la loro mano e la mano del regime che dà loro massima copertura. Eppure i bombardamenti in Siria continuano a colpire al 90 per cento obiettivi civili. La Siria è il primo Paese al mondo ad aver conosciuto e pagato per i crimini di questa multinazionale del terrore, che continua a muoversi indisturbata, con tanto di armi e di business del petrolio, mietendo vittime innocenti. A maggior ragione il mio impegno per contrastare e denunciare i loro crimini oggi si fa ancora più forte.

Esprimo le mie più sincere condoglianze ai familiari delle vittime e all’Italia intera. Uccidere imprenditori, così come uccidere turisti, studenti, religiosi, viaggiatori, civili inermi che con le loro attività sono ambasciatori di conoscenza e di pace, è un atto vile e criminale. Nella lotta al terrorismo dobbiamo essere uniti e fermi.

Da musulmana vi dico ancora una volta #NotInMyName e da italiana vi dico #GiùLeManiDallItalia

 

Asmae Dachan

(da Diario di Siria, 2 luglio 2016)


Foto allegate

Le parole di A. Dachan riprese dal quotidiano ‘Il Resto del Carlino’
Articoli correlati

  Asmae Dachan. Baghdad, l’ennesima strage degli innocenti dimenticati
  Marco Lombardi. Radici
  Francesco Cecchini. Cosa sta succedendo a Falluja, a Mosul e in Italia
  “Da Senigallia a Kobane. Insieme ai Curdi”
  Vetrina/ Giuseppina Rando. Non cessa la vendetta
  Garrincha. Buon appetito
  Roberto Fantini. Bombe italiane utilizzate dall’Arabia Saudita in Yemen
  Roberto Malini. Grazie, Lucasz
  Francesco Cecchini. Diga di Mossul, Iraq. Soldi per andare alla guerra
  Cosa sta accadendo a Mosul?
  Umberto Santino. La pace naviga controcorrente
  Al distributore
  Gino Songini. Una guerra mondiale “a pezzi”
  Carlo Forin. Strage di libertà in Francia
  Roberto Malini. La follia di sostenere Isis
  Mario Lucchini. Ma quale sicurezza?
  We are Orlando
  Asmae Dachan. Il pianista di Parigi come il pianista di Yarmouk
  Un enorme pericolo alla diga di Mosul. Siano ritirate le truppe italiane
  Zoé Valdés. “Je suis Bangladesh et Bagdad”
  Omar Santana, il doppio sistema monetario e lo Stato Islamico
  Christian Flammia. “È in corso la terza guerra mondiale”
  Omar Santana. Il califfato affonda nel sangue
  Lidia Menapace. Neutralità, Nato, Caschi blu
  Peppe Sini. Hiroshima sul lungomare di Nizza
  Lidia Menapace. Guerre e bugie
  Peppe Sini. Fermare le stragi nell'unico modo possibile
  Asmae Dachan. Isis e Assad: il tempismo del terrore per seppellire altro terrore
  Asmae Dachan. #Siria: Isis e l’infibulazione dei cervelli
  Carlotta Caldonazzo. Terrorismo e guerra al terrorismo: una controproposta
  Christian Flammia. Prevenire, educare, magari rinunciare a qualcosa... ma l'Isis si può vincere
  Wolinski, Cabu, Charb, Tignous: non dimentichiamoli e impegniamoci come loro per la libertà
  Gordiano Lupi a tutto Garrincha
  Marco Lombardi. Occhi voraci di libertà
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 1 commento ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 73.3%
NO
 26.7%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 24762 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. e Fax 0342 610861 C.F./P.IVA 00668000144 - SONDRIO REA 46909 - capitale sociale € 7.000 i.v. privacy policy