Domenica , 03 Marzo 2024
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Critica della cultura > Dialogo Tf
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Giuseppina Rando. Banalità, malattia diffusa 
A libro aperto: pensieri peregrini a sera… - 13
07 Luglio 2018
 

Se per banalità s’intende anche ordinarietà, o mediocrità, oltre che mancanza di originalità, al pensiero riflettente possono aprirsi tante strade, vicoli o vialetti.

Per i nostri padri latini l’aurea mediocritas aveva una connotazione positiva, intesa come il rifiuto di ogni eccesso rimanendo nel giusto mezzo. Oggi la mediocrità o banalità rasenta la negatività divenendo anche simbolo di ignoranza e meschinità.

Il noto giornalista Beppe Severgnini ritrae così una persona media: …guarda senza vedere, sente senza ascoltare, respira senza percepire i profumi, parla senza pensare… simile in fondo al profilo del mediocre tracciato dallo scrittore e giornalista statunitense Richard Yates che parla della banalità come una malattia: …la gente ha smesso di pensare, di provare emozioni, di interessarsi alle cose; nessuno che si appassioni o creda in qualcosa che non sia la sua piccola, dannata mediocrità. È una malattia.

E chi si dedica troppo alle piccole cose a lungo andare diventa incapace delle grandi.

Per pigrizia spesso si preferisce non allontanarsi dal proprio “orticello” e si vive un’esistenza priva di fremiti e tensioni, non si accarezzano alte mete, non si vuole andare oltre, neanche col pensiero. Non si eleva lo sguardo verso un orizzonte più vasto e più luminoso.

Gian Giacomo Rousseau, filosofo svizzero di lingua francese, uno dei massimi esponenti del pensiero europeo del XVIII sec., osservava: L’anima si proporziona insensibilmente agli oggetti che la occupano e quindi sono i grandi orizzonti quelli che fanno i grandi uomini.* (g.r.)

 

 

* J.-J. Rousseau, Discorsi sulle scienze e sulle arti. Sull’origine della disuguaglianza fra gli uomini, ed. BUR, 1997.


Articoli correlati

  Giuseppina Rando. Senilità
  Giuseppina Rando. Dialogo e ‘punti di vista’
  Giuseppina Rando. Noi e il tempo
  Giuseppina Rando. Parole pietre, nuvole, foglie al vento…
  Giuseppina Rando. Sulla coerenza
  Giuseppina Rando. Sulla noia
  Giuseppina Rando. I volti dell'invidia
  Giuseppina Rando. Arte dell’equilibrio
  Giuseppina Rando. Apelle e il calzolaio
  Giuseppina Rando. Brevità del ‘dire’
  Giuseppina Rando. Violenza e verità
  Giuseppina Rando. Misura
  Giuseppina Rando. Crisi
  Giuseppina Rando. Tra reale e virtuale… avanza “la società liquida”
  Giuseppina Rando. Rumore
  Giuseppina Rando. Quale cultura?
  Giuseppina Rando. Nascondigli
  Giuseppina Rando. Coraggio e… dintorni
  Giuseppina Rando. Sensibilità e delicatezza
  Giuseppina Rando. Le associazioni: luci e ombre
  Giuseppina Rando. L’esperienza del limite/ Malattia e dolore
  Giuseppina Rando. Adattarsi
  Giuseppina Rando. Verità e amicizia
  Giuseppina Rando. Il venticello… della calunnia
  Giuseppina Rando. Le poche cose necessarie...
  Giuseppina Rando. L’ignoto fascino delle piccole cose
  Giuseppina Rando. Incontrare “l’altro”
  Sandra Chistolini. L’Asilo nel bosco
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 4 commenti ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 72.4%
NO
 27.6%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy