Venerdì , 04 Dicembre 2020
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Scuola > Notizie e commenti
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Anna Lanzetta. Il “sole” è vita, ma non il “sole di Adro”
Oscar Lancini, sindaco di Adro
Oscar Lancini, sindaco di Adro 
14 Ottobre 2010
 

Dai 'commenti', presentiamo in Prima questo di Anna Lanzetta, che il lettori di Tellusfolio ben conoscono per la sua lunga e apprezzata collaborazione, in particolar modo proprio alla sezione Scuola. Oltre alle sue considerazioni sulla strabiliante vicenda di Adro e della sua 'simpatica' amministrazione, abbiamo così modo di presentare il Blog di Anna con invito a visitarlo.

 

 

Il “Sole”, da sempre simbolo di vita, non può essere confuso con il termine improprio di “ sole delle Alpi”, che esposto come simbolo, in numero esorbitante, nella scuola di Adro, non risplende ma oscura la mente e il cuore. Il simbolo suscita vergogna verso chi ha avuto questa idea malsana, compassione verso chi è costretto, suo malgrado, a subirlo, costernazione in chi vede in tale simbolo un elemento di divisione che lede profondamente la nostra unità nazionale; simbolo raccapricciante, perché esposto in una scuola, luogo deputato alla formazione e all’educazione dei nostri giovani.

Sconvolge questa teatralità e l’utilizzo di simboli, miranti a un distinguo, ma che evidenziano soltanto la tracotanza, l’ignoranza e la presunzione di chi pensa di utilizzarli per tracciare una propria identità differenziata, senza considerarne il danno a livello educativo, provocando un disorientamento nei propri figli nel senso più puro della storia, come “appartenenza”. Che ben vada via dal territorio italiano (e spero, in nome del buon senso, che siano in pochi) chi non ne conosce e condivide la “Storia” ma che non si arroghi il diritto di dire che sta educando, perché simboli, barriere, pregiudizi e discriminazioni nulla hanno da condividere con un sistema educativo se non quello di evidenziare limiti, negligenze e creare distorsioni.

L’utilizzo di questi simboli, come di tanti altri gesti, nati per un distinguo, si commenta dunque da solo e alto per fortuna sta diventando il coro dei dissenzienti. Queste azioni offendono nel profondo la sensibilità di chi ha a cuore la scuola e che vede in pericolo il processo di formazione, il cui obiettivo primario dovrebbe essere l’educazione ai nostri valori, che ci hanno distinto, e che solo se difesi, ci possono ancora distinguere in termini di “unità, tolleranza, apertura alla diversità, al dialogo, alla comunicazione”. Mai come in questo momento la “storia” deve diventare uno strumento contro ogni sistema di divisione.

Auspichiamo una presa di coscienza collettiva in un momento in cui ci accingiamo a celebrare i centoquarant’anni della Breccia di Porta Pia con Roma capitale d’Italia e i centocinquant’anni della nostra “unità nazionale” che tanto ci costò. Spero che il “risveglio” tocchi la mente e il cuore di chi siede negli alti ranghi, che ci sia in loro un risveglio immediato verso tutto ciò che di negativo si sta verificando nel mondo della scuola e verso tutte le componenti che vi operano, perché le divisioni non fanno crescere né il paese né la scuola. Spero che risorga di nuovo e per tutti il vero sole della vita, portatore di un ampio respiro.

 

Anna Lanzetta

 

annalanzetta.blogspot.com


Articoli correlati

  Renato Pierri. “Li tolgo solo se me lo dice Bossi”
  Scuola e Diritti. Al Ministro Gelmini sulla scuola di Adro
  Scuola 'timbrata' dalla Lega. Sabato mattina presidio ad Adro
  “No ai simboli politici nella scuola”
  Anna Lanzetta. La scodella negata
  Napoli. I giovani del Rione Sanità
  Anna Lanzetta. Contro la violenza: dignità e amore
  Anna Lanzetta. Il valore della parola e della cultura
  Anna Lanzetta. Armonie di un giardino toscano
  Anna Lanzetta. Contro la disumanità, il cuore
  Anna Lanzetta. Storia del valzer delle lucciole
  Anna Lanzetta. Studiare con l’arte: Giovanni Pascoli
  Anna Lanzetta. Un libro dedicato alla natura e all’ambiente
  Anna Lanzetta. Storia del sole e della luna
  Alessandra Borsetti Venier: “Addio, mia bella, addio…” il libro di Anna Lanzetta
  Anna Lanzetta. Storia di una chiocciola e di un lumacone
  Anna Lanzetta. Storia di una lira e di un violino
  Anna Lanzetta. Contro la violenza, la cultura
  Anna Lanzetta. I ragazzi delle “baby gang”
  Anna Lanzetta. Per ogni donna, un racconto e un fiore
  MultiMedia presenta Anna Lanzetta: La Breccia di Porta Pia
  Anna Lanzetta. Invito alla lettura
  Anna Lanzetta. Il peso delle parole. Il valore della “storia”
  Anna Lanzetta. Un regalo per Natale? Un atto d’amore.
  Anna Lanzetta. L’Italia divorata dai roghi
  Anna Lanzetta. Tra le meraviglie d’Italia: Il Vesuvio nelle impressioni di Antonio Stoppani
  Anna Lanzetta. Dalla sofferenza privata al dolore universale: la natura come simbolo
  Anna Lanzetta. Omaggio a Matera 1
  Anna Lanzetta. Con il filo spinato nel cuore
  Anna Lanzetta. Viaggio a Varanasi tra luci e ombre
  Napoli. Il Rione Sanità
  Alessandra Borsetti Venier. “Firenze nel cuore” di Anna Lanzetta
  Anna Lanzetta. Il male della scuola: la dispersione
 
 
Immagini correlate

 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 1 commento ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.6%
NO
 25.4%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy