Mercoledì , 16 Gennaio 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Bottega letteraria > Prodotti e confezioni
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
In libreria/ La giusta collera 
Coltivata da Gianmario Lucini per CFR Edizioni
08 Febbraio 2014
 

Donne che tacete/ Urlate!/ Uomini che temete/Urlate! (Livia Bazu). Ed è proprio il celeberrimo Urlo di Edvard Munch l'immagine scelta per la copertina della silloge La Giusta Collera, curata da Gianmario Lucini per CFR Edizioni e percorsa da oltre un centinaio di scritti in poesia e prosa, anche in dialetto, che documentano senza mezzi termini la temperie politica, sociale, economica, culturale ed ambientale che stiamo vivendo. È l'urlo provocato dallo stesso smarrimento personale e collettivo del grande pittore norvegese a fine Ottocento, ma è anche e soprattutto la collera dei nostri giorni nei confronti di una politica interna italiana inconcludente e ben attenta a mantenere consolidati privilegi, l'indignazione suscitata dai genocidi di ieri e di oggi (Shoah e conflitto in Afghanistan), lo sdegno per una umanità alienata e anestetizzata con il contributo determinante della televisione o per la sistematica violenza ai danni dell'ambiente e quindi di noi stessi... È da questo quadro che si levano dunque, coscienti e multiformi, le scritture della raccolta: c'è la preziosa testimonianza di Franco Toscani, che fissa la propria attenzione sulla società italiana, dotata di scarso senso dell'altro e attenta al proprio utile al pari dei politici da cui è governata, e sapientemente ci ricorda che Leopardi per primo annotava queste caratteristiche nel suo Discorso sopra lo stato presente dei costumi degli Italiani. Correva l'anno 1824. In mezzo ci sono l'unificazione di un Paese che conosce ancora troppe barriere per dirsi 'Uno', due guerre mondiali, un boom economico debitore e soggiacente al capitalismo dei 'liberatori' americani, la mercificazione dell'essere umano tenuta a battesimo dalle televisioni commerciali e sancita nel corso degli anni dal progresso incessante e dalla costante perdita d'importanza della scuola e dell'educazione, l'era Berlusconi, l'11 settembre, le catastrofi ambientali... Da qui, un numero cospicuo di scritti analizza – talvolta con rabbia e partecipazione talaltra con ironia e distacco – il progressivo degenerare del nostro Paese, colto da qualsiasi angolazione: Clemente Condello e Sergio Pasquandrea avvertono dolorosamente lo scarto tra un passato (quello del secondo dopoguerra) carico di aspettative e un presente piatto e deludente (...E poi voleva dire avere vent'anni/ Sentirsi il petto pieno di muscoli/ E non riuscire a credere che in così /Poco tempo/Così tanta bellezza potesse morire); Celestino Casalini critica il ruolo della televisione, che sforna di continuo programmi nonsense e volgari (Hanno lavorato a lungo nei palinsesti/ Per anestetizzare le coscienze); c'è chi, sdegnato, non dimentica i giovani di oggi, dal futuro umano e lavorativo quanto mai ipotecato: Hanno sognato il vertice del pane/ E abitano su scorze di fragilità,/ Quando il lavoro balla su palafitte... (Maurizio Soldini); grazie a Francesco Sassetto invece ci caliamo direttamente in un convoglio di pendolari che lavorano come insegnanti precari (Noi siamo [...] i tappabuchi della scuola, quelli/ Che possono aspettare, che non lasciano/ Memoria... [...] A settembre in classe/ A giugno fuori dal portone.../ [...] abbiamo dignità ferita e figli e affitti/ Da pagare...., senza tralasciare i collerici e doverosi strali ai danni di chi nell'ultimo ventennio ha gestito la Cosa pubblica: vedi l'ironico e breve Berlusconeide di Letizia Lanza, tanto quanto il dettagliato j'accuse ai ministri Scajola e Tremonti nell'epistola immaginaria di Primarosa Pia o il caustico Con la bocca piena, critico sulla riforma Gelmini, di Thomas Pistoia. Fino ad arrivare alla rivisitazione – amara e goliardica al tempo stesso – dell'Inno mameliano in Frattaglia d'Italia (...Dura è la lotta rottaglia d'Italia/ Il filo s'è rotto l'Italia s'è scotta....) di Antonino Contiliano, alla non meno incisiva Versicoli della peggiore itaglia di Manuel Cohen (...il look è molto è tutto è un'elezione/ non esco prima dell'epilazione) o al vagheggiare una sana liberazione dal parassitismo della Casta così come fece Ulisse al suo ritorno con gli avidi Proci nel creativo e convincente Ritorno d'Ulisse di Paolo Stefanini.

Altrove, la silloge è innervata invece da contributi che volgono i loro pensieri al filo spinato di Birkenau (Manuel Comazzi) o agli ininterrotti sbarchi di clandestini sulle coste italiane: Mese di marzo, tragedie ed equinozio/ In un mare affollato di esiliati/ Cercatori stanchi di felicità...(Patrizia Villani), o ancora alla subalterna condizione della donna nel mondo e ai nuovi fermenti politici che percorrono il Maghreb: La Libia e L'Egitto hanno la febbre è il titolo di uno scritto di Barbarah Guglielmana.

Fin qui lo sdegno, la collera, a tratti il sarcasmo, dicevamo. È possibile però rintracciare anche qualcosa di fattivo, propositivo, più che un semplice anelito. Non una ricetta, o una speranza. Ma dapprima l'auspicio di Giovanna Giordani (Ah, se potessi con la poesia/ L'orrore del mondo spazzar via/ Tutte le ingiustizie cancellare/ La guerra ed il male far cessare), poi la fiera e necessaria ri-affermazione di r-esistenza nel Manifesto esistenziale di Adele Desideri (...Credo/ Nella veemenza dell'onestà/ Nella verità desiderata, impellente/ Nella vita trafitta dagli ideali/ Nella virtù che crea deserto/ Nella rigorosa critica di ogni ipocrisia..., ci conducono al vibrante invito di Tomaso Kemeny, Verso la Bellezza, oltre gli ostacoli del mondo contemporaneo: ...L'attacco all'Impero del Brutto in nome della Bellezza, se pare impossibile agli Ignavi, si rivela necessario per tutti coloro in cui vive il Demone della Poesia. Un Demone che non ha mai smesso di esercitare il suo fascino. Anche ne La Giusta Collera.

 

Giuseppe Marco d'Agostino

 

 

Autori Vari, La giusta collera

Scritti e poesie del disincanto

Edizioni CFR, 2011, pp. 256, € 18,00


Articoli correlati

  Gianmario Lucini. Un libro contro la mafia scritto dagli studenti italiani
  Gianmario Lucini. Lettera testamento
  Piateda. Rifugio “Gianmario Lucini”, cerimonia di intitolazione
  Iniziative editoriali/ Gianmario Lucini. La giusta collera
  In libreria/ CFR. Enciclopedia degli autori di poesia
  Keffiyeh. Intelligenze per la pace
  Giuseppe Marco d'Agostino. Cronache da Rapa Nui, CFR Edizioni
  Luciano Bolis: Il mio granello di sabbia
  Primarosa Pia. Liberi tutti: il dovere della vigilanza attiva
  Primarosa Pia. Liberi tutti
  Claudio Sommaruga. Da liberazione a libertà (per la sua serenità)
  Primarosa Pia. Ricordo di Vittorio Benzi
  Premi e concorsi/ Ottobre in Poesia 2009
  Eventi/ Roma, Biblioteca Rodari: 24 poeti per un anno e Aperilibro
  Martina Simonini. Chissà? Dalla fretta, come dal ritardo, forse ci salva la poesia
  Premi e concorsi/ Poiein. Oggi a Piateda Cerimonia per il X “Premio Turoldo”
  In libreria/ Marisa Cecchetti. “Il buio e la farfalla, Poesie” di Paolo Stefanini
  In libreria/ Barbarah Guglielmana con Anna Venturini. “Andavo per nuvole e onde”
  Giuseppina Rando. Una nota su la plaquette di B. Guglielmana
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. A Daphne e A Matthew
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Lo fotograferò per te, con i miei occhi, tutto questo...
  Marina Riva, Barbarah Guglielmana, Giuseppe Ravelli, Margherita Gadenz, Paola Sarcià...
  Spot/ AperiPoesia Pavia: sabato 23, con Montagna e Guglielmana
  Spot/ Serata di poesia con Barbarah Guglielmana e Giovanni De Simone
  Barbarah Guglielmana
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Sono sottili ciglia quelle delle dita...
  Barbarah Guglielmana al Premio di Poesia “Frate Ilaro”
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Il naso si pronuncia...
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Quando sono le piante a piovere...
  In libreria/ Giuseppina Rando. Essere Donna
  “Ho sognato che camminavo in riva al mare”
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Aspettavo il tuo freddo...
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. La Libia e L’Egitto hanno la febbre
  Spot/ Poeti in Valle: Alberto Figliolia e Barbarah Guglielmana si leggono
  In libreria/ Barbarah Guglielmana. Appena alzata mi sono messa a tagliare le stelle come voi tutte
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Non sono nella vostra terra in fiamme...
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Quanto è grande questo cielo...
  Iniziative Associazioni/ Ogni giorno come se fosse il primo
  Iniziative/ Aforismana. Un pensiero quasi lineare di Barbarah Gugliemana
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Grillo...
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Cosa mi vuoi dire mare?
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Lasciami stare...
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Capisco
  Speciale/ Bottega letteraria & Tellusfolio. 4
  Iniziative/ Poesia e Musica in piazza a Chiavenna
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Vienimi vicino
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. E uscirò ancora...
  Iniziative/ Da Pavia, una lettera. Con dedica
  Alberto Figliolia. Su Barbarah Guglielmana
  “Ometti oliviani” di Barbarah Guglielmana
  In libreria/ Maurizio Splendore. Su Tredici Cadenze
  Davanti alla tenda, all'Ospitale di Prosto
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Ammiccano danze sensuali...
  Vetrina/ Dammi del tuo amore... Barbarah Guglielmana con Patrizia Garofalo
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Sotto l'ortensia bianca
  Vetrina/ 8 marzo: Barbarah Guglielmana. Ridammela
  Natale Tf2014/ Barbarah Guglielmana. Sono entrata nel presepio
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Qualche volta ho pregato il Cielo...
  Eventi/ Presentazione del libro “Davanti alla tenda”, raccolta poetica di Barbarah Guglielmana
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Mi sono strappata l’anima...
  Spot/ Barbarah Guglielmana nella raccolta di poesie "Davanti alla tenda" (LietoColle 2014)
  Spot/ Reading di Barbarah Guglielmana
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Le mie ossa si sono allungate nello sforzo...
  Spot/ Donne in poesia Variazioni pavesi
  Barbarah Guglielmana partecipa a “Paratissima”, Torino 2014
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Laghetto delle Ondine
  Giuseppe Marco d'Agostino legge “Rondini come formiche” di Barbarah Guglielmana
  Morbegno, Albo: Davanti alla tenda
  Vetrina/ Barbarbarah Guglielmana. Mi ero nascosta in quella piuma...
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Acqua del cielo
  In libreria/ Patrizia Garofalo: Barbarah Guglielmana, Davanti alla tenda
  Alice Ravera. Come una cozza la poesia della Guglielmana
  In libreria/ Barbarah Guglielmana, Anna Venturini. Andavo per nuvole e onde
  Spot/ A Stradella, “Davanti alla Tenda” di Barbarah Guglielmana
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana con Ferdinando Franguelli
  Vetrina di Natale/ Paola Mara De Maestri, Barbarah Guglielmana e Giorgio Spreafico
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. L'anima incarcerata
  Interpunzioni/ Barbarah Guglielmana e il suo prezioso “Senza forme”
  Editoria per strada/ Barbarah Guglielmana. «E infine uscirò di casa...»
  Iniziative/ Poeti e pittori valtellinesi protagonisti a “Malta capitale europea della cultura 2018”
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Era quasi l’autunno dei castani
  In libreria/ Barbarah Guglielmana, “Rondini come formiche”
  Iniziative/ Tran-sito in viaggio per i continenti
  Liceo Scientifico B. Russell: Studium et Ludus. Dall’informe alla parola: l’evento della poesia. (1)
  Fausta Svanella. A proposito dell'articolo di Adele Desideri
  In libreria/ Adele Desideri. “Mappe in controluce” di Gilberto Isella
  Gaetano Barbella. Sull'intervento di Adele Desideri "È tutta colpa di Peter Pan"
  Adele Desideri. È tutta colpa di Peter Pan
  Annagloria Del Piano, Giuseppina Angrisani, Adele Desideri, Rosa Berti Sabbieti...
  Iniziative/ Alberto Figliolia. Le avventure della bellezza: Percorsi e Illuminazioni
  Scrivere della propria vita
  Alberto Figliolia. Tomaso Kemeny: Primavera Transilvana - Tavasz Erdelyben
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.8%
NO
 25.2%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 24762 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. e Fax 0342 610861 C.F./P.IVA 00668000144 - SONDRIO REA 46909 - capitale sociale € 7.000 i.v. privacy policy