Mercoledì , 10 Agosto 2022
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Scuola > Notizie e commenti
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
PD / Giulia Innocenzi. “No al referendum. Sì a Ddl che elimini sprechi dell'università”
(foto di Mihai Romanciuc)
(foto di Mihai Romanciuc) 
31 Ottobre 2008
 

«Perché, anziché promuovere un referendum che nulla può fare, non ci facciamo promotori di un disegno di legge che elimini gli sprechi dell'università e la ricerca, così da non fare ricadere sugli studenti i tagli che comunque verranno effettuati?»

Così Giulia Innocenzi (foto), la candidata a segretario dei giovani del Partito Democratico, in merito alla proposta di Walter Veltroni di indire un referendum abrogativo contro la legge Gelmini.

«A fronte dell'impossibilità costituzionale di indire referendum in materia tributaria, l'unico risultato possibile sarebbe l'abrogazione del dispositivo sul maestro unico o sul grembiulino. Persevera così la logica dei piccoli provvedimenti, senza una visione generale del problema».

Per questo la candidata radicale si rifà alle tre proposte già lanciate sul web e contenute nell'appello “Contro il no ideologico. Per il sì alla riforma necessaria dell'università”, in cui propone «l'abolizione del valore legale del titolo di studio, per aumentare la competitività fra le università e chiudere quelle nate grazie all'amicizia fra il rettore e il sindaco; la peer review, ovvero la valutazione dei finanziamenti ai ricercatori stessi da parte di commissioni anonime, abolendo così tutti i costi degli organi gerarchizzati che oggi funzionano da imbuto per i soldi alla ricerca; l'eliminazione dei corsi di laurea più fantasiosi, che nel totale dei 5.500 presenti ad oggi in Italia, servono soltanto a dare una cattedra al professore».

La Innocenzi conclude: «Alcuni professori stanno dicendo ai loro studenti di mollare la mobilitazione, in vista del referendum. È in questo modo che si mette il cappello alle manifestazioni di questi giorni: facendo credere che la politica potrà farsi portatrice della risoluzione dei problemi, quando invece propone iniziative che distraggono, e fanno quindi perdere, l'attenzione sull'obiettivo. Un bel favore al governo».

 

 

Fonte: Radicali.it, 30/10/2008


Articoli correlati

  Donatella Poretti. Scuola: voto all'ora di religione?
  Angelo Saracini, Davide Dodesini, Sindacati. La Scuola Italiana di Atene chiude?
  Simona Borgatti. La scuola fané di Mariastella Gelmini
  Aldo Martorano. Quattro domande al ministro Gelmini
  Per la Scuola della Repubblica/CGD. La Gelimini ci riprova?
  “Si tagliano le gambe alle generazioni future”. Alessandra Borsetti Venier intervista Vittoria Franco
  Rosangela Pesenti. La scuola pubblica è uno dei fondamenti della democrazia
  Scuola e diritti di Valtellina per la scuola pubblica
  Simona Borgatti. La futura scuola pubblica federale
  Barbara Pojaghi, Preside di Scienze della Comunicazione scrive ai suoi ragazzi
  Aglaia Viviani: lettera ad Alessandra Borsetti Venier sull'intervista a Vittoria Franco
  Ecumenici. Una mozione anche a difesa della laicità della scuola
  Gaetano Barbella: Grembiuli a scuola grembiuli nella massoneria
  Referendum contro il Decreto 137 della Gelmini? SI! Avanti tutta...
  Giovanni Sabbatucci: Sulla breccia di Porta Pia. E rovelli di un docente sui programmi di italiano storia da insegnare
  La scuola che non c'è
  Patrizia Garofalo. Sulle facoltà “amene” di Mariastella Gelmini
  Scuola e Diritti. Riforma Gelmini (D.l. 137): dallo spezzatino della Moratti ora siamo alla... “frutta”
  Angela Nava. La scuola che perde la memoria, perde se stessa
  Maria Lanciotti: la vergognosa controriforma di Mariastella Gelmini
  L'Ipotesi di Piero Calamandrei. (Come annientare la scuola pubblica...)
  “Riforma” Gelmini. Alcune iniziative sul territorio provinciale di Sondrio
  Silvia Minardi. Perché non risparmiamo sui caccia bombardieri, anziché sulla scuola?
  Anna Lanzetta: Il ruvido peso delle parole nel linguaggio di Mariastella Gelmini
  Valter Vecellio. Governo: confusionari, pasticcioni, pericolosi
  La coperta è diventata una sciarpa e il gatto è morto mordendosi la coda
  Redazione Tellusfolio-Scuola e Nadia: "Basta leggi vergognose contro la scuola pubblica"
  Marina Pensa. Diritti di carta e Diritti reali
  Davide Dodesini. Collasso dell'Italia. Colpa della scuola!
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 64.7%
NO
 35.3%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy