Giovedì , 23 Settembre 2021
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Carlo Forin. Che nessun Duce di ritorno tocchi la Costituzione!
09 Febbraio 2009
 

-Che nessuno tocchi la Costituzione finché il Cavaliere nero vive!-

Questo grido forte, pur consapevole che l’Italia non si risolleverà dal sottosviluppo dove sta precipitando per la zavorra delle province. Meglio vivere poveri, ma liberi, piuttosto che precipitati in un regime alla Ceausescu privi anche del diritto di protesta.

Anche se il Cavaliere nero governa con i sondaggi, il Governo avrebbe decretato d’urgenza contro l’arresto delle funzioni vitali della Englaro, contro il 60% degli Italiani favorevole, contro la decisione regolare arrivata attraverso il nostro lunghissimo iter giudiziario e contro il parere della sua famiglia pur di dimostrare che Presidente della Repubblica e Carta Costituzionale sono fantasmi sovietici.

No! Sono fatti e italianissimi!

Com’è italiano, purtroppo, il sopore mediterraneo con cui stiamo assistendo alla legiferazione anticostituzionale in atto.

Abbiamo già dimenticato l’obiettivo – modifica della regola che ci toglie il diritto di manifestare la nostra preferenza su di un candidato al parlamento? Sia questa una priorità!

Abbiamo dimenticato il tentativo di modifica della Costituzione precedente del Cavaliere nero, che pur abbiamo stoppato con una valanga di voti qualche anno fa?

Il Cavaliere nero giudica sovietica la nostra Costituzione! Sì, dice, ha giurato con la Carta l’incarico che copre, ma è sovietica!

No, è italianissima!

Arrossisce, povera, delle modifiche legislative del tipo ‘lodo Alfano’, e del poker delle illegittimità che lui ed i suoi ‘dipendenti’ stanno introducendo (compresa la facoltà di denuncia dei malati illegittimi per cittadinanza), ma basta che il Presidente garante faccia il suo dovere di tutelarla ed il Cavaliere nero diventa impotente.

Abbiamo ancora un potere.

Difendiamolo! Pur privi di una rappresentanza che arrivi ad un 10% del Parlamento, la Carta difende la nostra libertà.

 

Carlo Forin


Articoli correlati

 
 
Immagini correlate

 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 2 commenti ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.8%
NO
 25.2%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy