Lunedì , 13 Luglio 2020
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Un appello al Presidente della Repubblica affinché il 2 giugno sia festa della Costituzione. Senza parata militare
14 Maggio 2006
 

Signor Presidente della Repubblica,

insieme ai nostri vivi auguri per il Suo alto compito, Le rivolgiamo una calda richiesta, che viene dal popolo della pace, di festeggiare il prossimo 2 giugno come vera festa della Costituzione, come festa del voto popolare che ha voluto la Repubblica e eletto la Costituente, e niente affatto come festa militare.

Ammessa, per amore di dialogo, e non concessa la necessità dell'esercito – che noi come tale discutiamo (tra esercito e polizia democratica la differenza è essenziale, come tra la violenza e la forza, la forza omicida e la forza non omicida) – esso non è assolutamente il simbolo più bello e vero della patria, non è l'esibizione giusta per il giorno della festa della Repubblica: nell'ipotesi più benevola, è soltanto una triste necessità.

La parata militare è brutta tristezza e non è festa. La parata delle armi non festeggia la vita e le istituzioni civili del popolo, non dimostra amicizia verso gli altri popoli, non è saggezza politica. Non è neppure un vero rispetto per chi, sotto le armi, ha perso la vita.

Rispettando le diverse opinioni, è un fatto inoppugnabile che l'esercito non ha avuto alcuna parte nell'evento storico del 2 giugno 1946, quando unico protagonista è stato il popolo sovrano e l'azione democratica disarmata: il voto.

Nella festa del 2 giugno l'esercito è fuori luogo, occupa un posto che non è suo.

 

Primi firmatari:

Enrico Peyretti, insegnante

Lidia Menapace, senatrice

Anna Bravo, storica, docente

Giancarla Codrignani, già parlamentare, saggista

Angela Dogliotti Marasso, insegnante

Alberto L'Abate, docente, sociologo

Marco Revelli, docente, saggista

Luigi Sonnenfeld, prete operaio

 

 

Per aderire:scrivere al Presidente della Repubblica (all'indirizzo di posta elettronica: presidenza.repubblica@quirinale.it, ricordando che si deve firmare con il proprio nome, cognome e indirizzo completo, altrimenti le lettere non vengono prese in considerazione) e comunicando a La nonviolenza è in cammino (e-mail: nbawac@tin.it) di avere scritto al Presidente.


(da La nonviolenza è in cammino, n. 1295 del 14/05/2006)


*** *** ***

Aderisco volentieri a questo appello, augurandomi che la corrispondenza di Giorgio Napolitano alla richiesta che gli viene rivolta (magari anche da molti lettori di questo giornale web) faccia il paio con la scelta e l'annuncio di Emma Bonino a Ministro della Difesa (da rinominare al più presto, affinché vi sia corrispondenza fra nome e fini, “Ministro alla Sicurezza”).

Enea Sansi
direttore de
'l Gazetin

Morbegno, 14 maggio 2006


Articoli correlati

  UDI Ferrara. Cittadine da 70 anni
  Sondrio. I parlamentari 'valtellinesi' tacciono: tutto-va-ben, madama-la-marchesa?
  Elisa Merlo. Belle scene di guerra
  Alex Zanotelli. Tangenti sulla vendita d’armi: quanto va ai partiti?
  Marco Beltrandi. Per ore impedite a Roma la libera manifestazione del pensiero e dell'attività politica
  2 giugno, festa della Repubblica
  Terzo racconto dal Parlamento. Mentre sgorga l'ingorgo, con un antico andazzo oligarchico
  Morbegno-Talamona. 2 giugno 2011
  Festa della Repubblica. Caro Presidente, cosa c'è da festeggiare?
  Lidia Menapace. 2 giugno, Festa della Repubblica
  due di giugno
  Lidia Menapace. Festa della Repubblica
  Enrico Peyretti. Due giugno: Caro senatore...
  Annullata la parata del 2 giugno (1976)
  Parata militare. Il milione risparmiato non sarà per l'Abruzzo ma per Palermo
  Peppe Sini. Nove ruminazioni per la Festa della Repubblica
  Parola di donna… L’Arvangia al femminile per la Festa della Repubblica
  Lidia Menapace. Il Papa e il Presidente
  Lidia Menapace. Viva la Repubblica!
  Lidia Menapace. 2 giugno, Festa della sovranità popolare esercitata
  Sondrio. Camminata della Repubblica. Accessibile a tutti
  Ancora sul 2 giugno, adesso che la “festa” è passata
  Asmae Dachan. “Ho l’obbligo di rispondere alle affermazioni dell’on. Giorgia Meloni”
  2 giugno: civile manifestazione di pace
  Sergio Caivano. La Costituzione. Il pensiero di Calamandrei
  Piccoli esperimenti di democrazia
  Lidia Menapace. 2 giugno repubblicano
  Sergio Caivano. 2 giugno, Festa della Repubblica
  Il 2 giugno. A Firenze e a Morbegno. Intanto, a Piateda...
  2 giugno, Festa della Repubblica e della Costituzione. Scriviamo al Presidente Napolitano
  Lidia Menapace. Le priorità
  Carlo Forin. Il governo Conte ha giurato in Quirinale
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 7 commenti ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.7%
NO
 25.3%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy