Venerdì , 22 Ottobre 2021
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Oblò mediorientale
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Asmae Dachan. Douma, neonato estratto vivo dalle macerie. Decine di bimbi feriti
16 Marzo 2015
 

Ancona, 15 marzo 2015 – È una domenica all’insegna del ricordo e del lutto per la Siria, ricordando il IV anniversario dell’inizio della repressione. Mentre nel mondo centinaia di manifestanti chiedevano la fine delle violenze perpetrate dal regime e dai terroristi ai danni dei civili inermi, il segretario di Stato americano John Kerry chiamava ad un negoziato proprio con Bashar Al Assad. Quest’ultimo, capo supremo dell’esercito siriano, ordinava alla sua aviazione di proseguire l’offensiva sulle città siriane, in particolare sulla zona residenziale di Douma.

Da un lato si prepara il tavolo delle trattative, o forse sarebbe più appropriato dire l’altare su cui la fallimentare diplomazia internazionale continuerà a sacrificare il popolo siriano. Dall’altro va avanti lo sterminio dei civili, su cui continuano a piovere bombe. E proprio nelle ore in cui la notizia dell’iniziativa americana faceva il giro del mondo, sotto gli ordigni de regime di assad crollavano decine di case e morivano bambini, donne, anziani che erano al loro interno.

In questo straziante quadro, dove la giustizia e l’incolumità dei civili sono sacrificate alle logiche di potere, arriva una voce di speranza, diffusa dalle immagini e dal racconto della Protezione Civile di Douma: un neonato viene estratto ancora vivo dalle macerie. Sulla tutina è ancora attaccato il ciuccio. Chissà cosa dirà, se mai diventerà grande e vedrà queste immagini. Sarà difficile spiegargli che quella non era una bomba straniera di un paese che ha aggredito la Siria, ma una bomba siriana usata contro i siriani stessi. Sarà ancora più difficile spiegargli che mentre lui è sopravvissuto e altri bambini morivano, i ‘grandi’ continuavano a disegnare le sorti del mondo a loro piacimento, senza curarsi del suo destino.

A Douma il giorno del IV anniversario dall’inizio del genocidio siriano si è consumato quello che i soccorritori definiscono un miracolo. Quasi un inno alla vita che è più forte della morte, nonostante l’orrore, nonostante l’ingiustizia. Negli stessi istanti, sempre a Douma, decine di bambini venivano estratti feriti e terrorizzati dai volontari della Protezione civile in una corsa contro il tempo.

 

Asmae Dachan

(da Diario di Siria, 16 marzo 2015
sul blog disponibili video su quanto accaduto)


Articoli correlati

  Siria, tra macerie e speranza: incontro a Recanati
  Vetrina/ Patrizia Garofalo. Notti stellate da incendi...
  Asmae Dachan. Diritti umani violati in Siria
  Asmae Dachan. Aylan e quella volta che il mondo ha urlato “Mai più”
  Maria Lanciotti. Non in mio nome
  La Siria e la crisi dei rifugiati in Europa spiegate in un video
  Ordine Giornalisti Marche. Il premio "A passo di notizia" ad Asmae Dachan
  Asmae Dachan. Il coraggio delle bambine siriane: “Non potrete ucciderci con l’ignoranza”
  Asmae Dachan. L’ottobre rosso in Siria: 40 massacri denunciati dal SNHR
  “Sacra violenza: terrorismo, guerra, religione, dialogo e libertà”
  Asmae Dachan. “Perdere la propria libertà per la libertà degli altri”
  Asmae Dachan. “Ma io non so disegnare…”
  Mauro Raimondi. “Siriani in transito” nei Civici Corsi di Idoneità
  Un’informazione malata è un pericolo per la democrazia
  Roberto Fantini. Bombardamenti russi sulla Siria: le denunce di Amnesty International
  Siria-Italia. Greta e Vanessa, il coraggio contro l’indifferenza
  Anna Lanzetta. Di fronte alla morte di Aylan, bimbo siriano
  Asmae Dachan. Siria, cinque anni dall’inizio dell’offensiva russa
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.2%
NO
 24.8%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy