Giovedì , 28 Ottobre 2021
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Comunità montane e nuove province
02 Maggio 2007
 

Di un mese datata, ma tuttora interessante per il nostro dibattito, dal mensile 'l Gazetin prendiamo questa “lettera al direttore” quale contributo all'iniziativa di sensibilizzazione che abbiamo inaugurato ad inizio d'anno: «Aggregare e fondere i Comuni e abolire subito le Comunità montane».

 

 

Caro direttore,

ho seguito l'altra sera la puntata che la Gabanelli (“Report”, su Rai Tre, ndr) ha dedicato alle nuove province: quelle istituite in Sardegna con legge regionale, quelle istituite –attraverso scambi di favore maggioranza/opposizione– sul finire della scorsa legislatura e... quelle istituende, in base alle numerose proposte di legge già presentate nella nuova. La trasmissione faceva un po' di conti dei costi, sia per strutture e personale che per le poltrone di assessori e consiglieri. Lascio immaginare, a chi non è capitata la fortuna di vedere il veramente interessante (e istruttivo) programma, il quadro che ne è uscito... Sul finale, a mo' di chiosa, l'intervento della ministra Lanzillotta sul suo progetto di riforma delle Autonomie locali: sembrava fosse il ministro di un altro Paese, che con quello fotografato nel programma non aveva nulla a che fare!

Mi siete venuti in mente voi del Gazetin, questo suo bel giornale, coi vostri bei discorsi dei comuni da unire e delle comunità montane da abolire. Ma chi vi ascolta? E, per caso, qualcuno ascolta la Gabanelli?

Io, sia ben chiaro, di politica non mi intendo, ma ben capisco che questo genere di cose finisca per apparire come la lotta contro i mulini a vento. Eppure, è lì da vedere che le comunità montane, per esempio, prima le tolgono e meglio fanno e anzi sarà sempre troppo tardi. Cosa ci stanno a fare? E perché, poi, devono avere tutti quei soldi da spargere a destra e manca senza che debbano risponderne a qualcuno (se non forse ai loro padrini politici)? Chi elegge quegli amministratori di pubblico denaro? Perché hanno bisogno di sedi sempre più grandi, nuove strutture, sempre più personale?

Lo so che questo genere di discorsi rischia di finire nel qualunquismo. Per questo la faccio breve e anzi la chiudo qui. Ho solo voluto comunicare un mio pensiero, che mi è stato stimolato, come ho detto, dalla trasmissione televisiva... Comunque, fate bene a insistere su queste cose: non dicevano, i nostri vecchi, che a furia di buttar su acqua un po' bagnati restano anche i muri?

Un caro saluto e grazie per l'ospitalità, se riterrà di darmene.

G. S.

Sondrio, 03/04/2007

 

Per chi volesse esprimersi su questo argomento, ricordiamo che è ancora disponibile anche il sondaggio di Tellusfolio.

 

(da 'l Gazetin, aprile 2007)


Articoli correlati

  Costi della politica. Quando si vede il fuscello e non la trave
  Paolo Grifagni. Abolire le Comunità montane?
  Gino Songini. E non mi si venga a dire che non ci sono soldi
  Pier Paolo Segneri. Combattiamo gli sprechi e aboliamo le Comunità montane
  Abolire le Comunità montane? Sì, ma figurarsi se Lorsignori ce lo lasceranno fare!
  Politica, quanto ci costi
  Carlo Forin: Un’idea all’Italia per risalire
  Costi della politica. Fassino si dimetta da deputato
  Abolizione Comunità montane. Lettera di Enrico Iemboli a Sergio D'Elia
  Abolire gli enti inutili; il loro emblema sono le Province!
  Tasse, Province e un “sensuale” Berlusconi
  CCCVa. La montagna italiana manifesta a Roma il 24 ottobre
  Sondrio Liberale: «Buona la proposta di soppressione dei BIM»
  Abolire le Comunità montane, aggregare e fondere i Comuni. Nuovo sondaggio di Tellusfolio
  Costi della politica. I conti non tornano
  Un roveto burocratico inutile e deleterio
  Filippo Mancanelli. Perché abolire i BIM?
  Giovanni Bettini. Apriamo una discussione su tutta la marmellata istituzionale
  Carlo Forin. Lèggere una società che precipita
  Finanziaria. Passa ordine del giorno D'Elia e Pettinari sui costi della politica
  Marco Cappato. Governo: proposte Dini-D’Amico buona base
  Enti locali. Alla giusta denuncia di Pietro Ichino va aggiunto il malcostume degli straordinari
  Consulenze. Non è questo il problema, ma la lottizzazione partitocratica
  Comunità montane: ecco i costi della "politica". Diminuire le spese, come dice Draghi
  'L GAZETIN con TELLUSfolio lancia la proposta di aggregazione dei Comuni sotto i 5.000 abitanti
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 1 commento ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.2%
NO
 24.8%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy