Domenica , 22 Settembre 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Donato Bosca. Cultura diffusa tour Ottobre-Dicembre 
Il testimone a Claudia Nervi e il quotidiano arvangista
08 Ottobre 2010
 

Cari amici,

 

a gennaio 2010 ho deciso di considerare conclusa la mia quarantennale carriera scolastica e ho formalizzato la pratica che mi vede in pensione da inizio settembre.

Il 20 di marzo di questo stesso anno all'assemblea soci dell'Arvangia ho proposto l'elezione del nuovo Presidente, la giovane e dinamica Claudia Nervi, ritagliandomi il ruolo di Presidente Onorario dell'Associazione fondata insieme ad Oscar Barile, Giancarlo Montaldo, Massimo Corrado ed altri nel febbraio del 1987. Due decisioni non facili che al momento stanno premiando la scelta di operare nel mondo della scuola e in ambito culturale da posizioni più marginali. Sabato 2 ottobre mi sono reso conto della lungimiranza di queste decisioni e desidero indicarne brevemente le ragioni.

 

Al mattino, con la forza evocativa dell'immagine di copertina scattata da Aldo Agnelli nel lontano 1953, è arrivato in edicola e in libreria il quarto numero della rivista-libro Langhe, cultura e territorio.

Cosa ci sia dietro ai 65 articoli e alle 224 immagini, quasi tutte a colori, disseminate sulle 144 pagine della rivista-libro che grazie ad internet incontra lettori a denominazione d'origine a Roma, Genova, Milano, Torino, Pinerolo e in tante altre città italiane è presto detto. C'è un gruppo affiatato di trentatre langhetti (ricordate lo scioglilingua sui trentatre trentini che entrarono a Trento tutti e trentatre trotterellando?) che raccontano le Langhe tutti e trentatre semplicemente per passione, ricevendo man forte di volta in volta da ricercatori, studenti universitari, casalinghe e pensionati che scrivono memoriali, sportivi, fotoamatori e via discorrendo.

 

Al pomeriggio, alle 16, ho visto arrivare alla Casa delle Memorie di San Donato di Mango, il nipote di Teresio Sandri, una vittima del tragico errore che il 19 novembre del 1944 portò alla fucilazione di sette giovani contadini in località Giachinot del Comune di Castino. Il giovane arrivato a San Donato si chiama Giantonino e vive a Torino. Ha dichiarato che quella trascorsa in nostra compagnia è stata per lui «una giornata particolare nella quale sono stati rievocati eventi dei quali ho soltanto alcune volte sentito parlare; mio padre Angelo, uomo piuttosto introverso è sempre stato restio a rinvangare il passato, la guerra e il periodo di giovinezza vissuto in Langa che ricordava come doloroso, ricco di privazioni e di eventi che probabilmente preferiva rimuovere. Sono nato a cresciuto a Torino,in un ambiente completamente differente da quello di langa per cultura, per composizione del tessuto sociale, per usi e costumi e dopo 43 anni di vita lo trovo ancora dissonante. Ho scoperto da tempo che intimamente sono legato alla mie radici e ieri è stato un momento per ricordarlo. Chissà in futuro non trovi un buon motivo per tornare a vivere in quelle terre».

 

A cercare i segnali dell'identità territoriale che rende unico e speciale il nostro microcosmo di colline sono arrivati nello stesso pomeriggio una sessantina di soci della Cooperativa Edificatrice e di Consumo San Fruttuoso di Monza, desiderosi di visitare la mostra tematica sulla Valtortagna di Mombarcaro che vuole rinascere allestita negli spazi del “Nido d'Artista” da Donatello Porro e Paola Atzori. Poi, a seguire, dalle 18 in avanti cinquanta camminatori impegnati nel trekking della luna piena e delle trifole nere, accompagnati da Piercarlo Morra e Beppe Tranchero, l'incontro dedicato alla rivista ed agli autori di Langa che ha avuto come ospiti gli scrittori più o meno esordienti Paolo Canavese, Alessandra Forlani, Silvana Bego, Pierluigi Vaira, insieme ai poeti Fausto Cassone e Luciano Ravizza già premiati al mattino in quel di Asti.

 

Di fronte a tanta gente che sceglie la cultura diffusa proposta dall'Arvangia mi viene ogni volta da ringraziare il manipolo di moschettieri che corre la nostra staffetta itinerante scambiandosi ogni volta il bastone del comando, Clara Nervi, Oscar Barile, Giovanna Zanirato, Marinella Castagnotti, Primo Culasso, Silvana Testore, Beppe Fenocchio, Caterina Testa, Enrica Zingale, Pierina Negro, Anna Corino, Margherita Mo, Giuseppina Isnardi, Piero Berchialla, Romano Salvetti e tanti altri che offrono disponibilità e presenza indipendentemente dai ruoli e dagli incarichi ufficialmente conferiti. Lo faccio ora pubblicamente, sottolineando con soddisfazione che solo grazie a tutti voi è possibile ogni anno, partendo proprio da ottobre, ripetere lo speciale “cultura diffusa tour” che ci vede protagonisti in decine di incontri presso le scuole, le biblioteche civiche, le sedi dell'università delle terza età, i centri anziani.

 

Dal prossimo martedì con gli arvangisti recuperanti della memoria impegnati a fare da tutor a 75 studenti delle classi di IV ginnasio del Liceo Classico Govone, sono una trentina gli appuntamenti in Langa, Monferrato e Roero tra ottobre e dicembre dove a fare conferenza e lezione è la cultura dei semplici, declinata attraverso storie di vita capaci di raccontare l'oggi e di non rimpiangere il passato. Una cultura che non ha bisogno di salire in cattedra e si alimenta con le vicende vere dei protagonisti di queste colline, alcuni noti, i più mai saliti alla ribalta di una cronaca.

 

Il pensiero finale vuole essere semplicemente un invito a credere in questa formula semplice della giostra a catene, dove per avere risultati bisogna che a turno le persone spingano tutte insieme, guardando nella stessa direzione.

 

Allego il programma degli incontri e vi ricordo anche che il giorno 9 ottobre, domani, con una grande festa di tradizione, amicizia e buonumore a Loazzolo nella Langa Astigiana, a cominciare dalle ore 16 del pomeriggio, saremo nuovamente in brando con tanti nuovi amici che ci raggiungeranno da ogni dove. Terzo incontro di presentazione di Langhe l'11 a Torino presso la sede del centro Studi Piemontesi, in via Ottavio Revel n. 15, inizio ore 18. Sono convinto che anche questa volta, passo dopo passo, riusciremo a far camminare in mezzo alla gente la bella rivista libro, da collezione, che Arvangia e Araba Fenice di Boves hanno saputo realizzare, giunta al 4 numero. Chi fosse interessato a procurarsela a prezzo di costo non ha che da richiedere via mail (arvangia@casamemorie.it) le modalità di “approccio” al mondo fantastico di memoria, storia, attualità e paesaggio che la rivista mette in cammino.

Vi chiedo anche la cortesia di prenotarvi al rendez-vous di sabato 9 ottobre a Loazzolo in via G. Penna, 1, presso la sede del Circolo Culturale Langa Astigiana, con inizio alle ore 16, rivolgendovi a Clara Nervi, Presidente Ass. Arvangia, cell. 340 0571747, oppure telefonando allo 0144 87185. Stiamo lavorando per divertirVi ed emozionarVi, dateci una mano, con una mail o una telefonata di adesione.

 

Restiamo a disposizione e Vi ringraziamo di cuore dell'attenzione che potrete riservare a queste nostre iniziative e dell'aiuto che ci darete per farle conoscere.

 

Donato Bosca

 

Come Post Scriptum trasmetto l'help arrivato da Alessandro Veglio:

«Ciao a tutti, Vorrei ricordare ad alcuni e presentare ad altri la mostra fotografica indetta dall'Osservatorio per la Tutela del Paesaggio di Langhe e Roero. Vi invito a visitare il sito www.odplangheroero.net, nella pagina “attività” è riportato il bando.

Desidero portare l'iniziativa all'attenzione del maggior numero possibile di persone, è un'occasione da non perdere per immortalare il nostro territorio e spero che la maggioranza di voi abbia la giusta sensibilità per capire il coinvolgimento di cui c'è bisogno per far sì che langhe e roero non diventino un cimitero di cemento armato.

Non aggiungo altro, vi chiedo solo una mano a rendere bella e ricca un'iniziativa che vuole coinvolgere le persone che tutti i giorni vivono l'ambiente di langhe e roero.

Partecipate, diffondete la notizia e inviateci le vostre foto anche via email.

Ci interessa cosa vedono i vostri occhi.

La Mostra verrà inaugurata ad Alba nel mese di dicembre 2010 (dal 4 al 14) per poi, nel corso del prossimo anno, diventare itinerante, ed è aperta a tutti senza limite di opere presentate. Le immagini, in bianco e nero o a colori, dovranno pervenire alla Segreteria dell'O.D.P. in via Ospedale 14 - Alba entro il 30 ottobre 2010 sotto forma di diapositiva, stampa (formato minimo 20x30) o file digitale (dimensione minima di 1800x2710 pixel) corredate dai dati dell'autore ma privi dell'indicazione del sito fotografato.

La selezione delle opere esposte sarà curata da membri del Gruppo Fotografico Albese che valuteranno anche quelle più significative: pur non attribuendo caratteristiche di un Concorso Fotografico ma di stimolo culturale, l'Organizzazione prevede riconoscimenti e premi agli autori che si saranno distinti per completezza, originalità e aderenza al tema proposto.

Per ulteriori informazioni si prega contattare:

info@odplangheroero.net – tel. 0173 33592 – mob. 335 8291667.

Ciao a tutti e grazie».

 

Ricordiamo infine il filo diretto all'indirizzo di posta elettronica arvangia@casamemorie.it e al cellulare della segreteria dell'Associazione al numero 338 1761673.

 

Per informazioni:

Segreteria Associazione Arvangia

Viale Cherasca, 39 - 12051 Alba (Cn)

Tel./fax 0173 35946 – cell. 338 1761673

langamagica@virgilio.it arvangia@casamemorie.it

www.arvangia.net www.crosiera.net www.casamemorie.it

 

 

 

LA CULTURA MESE PER MESE

 

OTTOBRE

Sabato 2, ore 17, Casa delle Memorie, San Donato di Mango, Camminata delle Trifole Nere, ore 21 Autori di Langa a convegno;

Venerdì 8, Monticello d’Alba, Biblioteca Civica, ore 21 Maisinare la memoria. Il progetto di “Dare voce alla memoria che tace” con Donato Bosca.

Sabato 9, ore 16, a Loazzolo, sede Circolo Langa Artigiana, Andé páit ij beu ‘nt ra meira, festa di canto e tradizione;

Lunedì 11, ore 18, a Torino, sede del Centro Studi Piemontesi, via Ottavio Revel, 15, incontro di presentazione della rivista Langhe dal titolo “Ai tempi di Cavour dalle Langhe si scendeva in Piemonte”;

Martedì 12, ore 9-16, a Mango, gli studenti del Liceo Govone di Alba sulle tracce del partigiano Johnny

Mercoledì 20, ore 21, a Portacomaro d’Asti, Biblioteca Comunale, Le voci della memoria che tace;

Giovedì 21, ore 21, Biblioteca Civica di Dogliani, Declinare il territorio con le Langhe in copertina

Venerdi 22, ore 15, Gallo di Grinzane Cavour, in via della Chiesa, 2, sede Fondazione Banca d’Alba, convegno dal titolo “Dieci anni di giorno della memoria: un bilancio in Piemonte. Esperienze, strumenti, nuovi percorsi”;

Mercoledì 27, ore 15, ad Asti, Palazzo della Provincia, saletta azzurra, Le storie siamo noi;

Giovedì 28, ore 21, Portacomaro d’Asti, Biblioteca Comunale, Le storie siamo noi;

Venerdì 29, ore 21, Rifreddo, Centro Incontri, Storie di masche.

 

NOVEMBRE

Giovedì 4, ore 21, Villafranca d’Asti, Sala comunale “Virano”, Le storie siamo noi;

Mercoledì 10, Asti, Palazzo della Provincia, saletta azzurra, ore 15, Le storie siamo noi;

Giovedì 11, ore 21, Villafranca d’Asti, Sala comunale “Virano”, Le voci della memoria che tace;

Venerdi 12, ore 17, biblioteca “Beppe Fenoglio” del Liceo Classico Govone di Alba, presentazione del video documentario “L’urlo soffocato. Vite spezzate nelle Langa fenogliana”.

Sabato 13, a Cerretto Langhe, ore 17, presentazione di Langhe, cultura e territorio;

Venerdì 19, a Diano, salone polifunzionale, ore 21, Vijà ‘d na vota” con i bambini di Valle Talloria;

Sabato 20, alla biblioteca di Vinovo, marenda sinoira alle ore 17 dal titolo “C’era una volta la Langa”;

Lunedì 22, Castagnole Lanze, Sala del Consiglio Comunale, ore 20:30, Le storie siamo noi;

Mercoledì 24, Asti, Palazzo della Provincia, saletta azzurra, ore 15, Le voci della memoria che tace;

Venerdì 26, a Cuneo, sala Peano, Palazzo della Provincia, “Le Langhe e il Rendez vous della cultura diffusa”, ore 17:30;

Domenica 28, ore 10:30, castello di Mango, Compleanni di cultura con “Processo culturale ai Tre Lilu”;

Lunedì 29, Castagnole Lanze, ore 20:30, Sala del Consiglio Comunale, Le voci della memoria che tace.

 

DICEMBRE

Venerdì 3, ore 17:30, a Mondovì, presso la Libreria “La meridiana”, presentazione della rivista Langhe;

Martedì 7, ore 15, a Baldissero, c/o scuola elementare, Tradizioni in terra di Langa.


Articoli correlati

  “Il bicchiere mezzo pieno”. Notizie Arvangia a go-go
  Arvangia. Se nessuno parla male dei libri
  Arvangia. Primo appuntamento con Maria Tarditi
  Di particolare nulla: a San Donato di Mango la Casa della cultura nascosta
  Eravamo tutti contadini
  Iniziative/ L'infaticabile Arvangia
  Arvangia. Orizzonti di movimento e di attesa nel libro sulle passioni basse piemontesi
  Langa magica. In cammino a settembre…
  Spot/ Donato Bosca. Sotto l'albero
  Dieci notizie Arvangia dalle Langhe
  Donato Bosca. Scatti d'orgoglio per Mango
  Donato Bosca. Le voci del Libro
  Langhe, cultura e territorio. Al via il tour della nuova rivista-libro
  Arvangia. Fuori traccia a fine ottobre
  Donato Bosca. Cultura da valorizzare
  Donato Bosca. San Benedetto Belbo, Fenoglio e le spese inutili per i lustrini che non servono
  Arvangia. Fuori traccia nella terra madre…
  Arvangia. La voce delle formiche operaie della cultura di territorio
  Donato Bosca. Bra (o della felicità) e Roero (terra ritrovata)
  Arvangia. Rigosiglio si scrive con la g
  Arvangia. Libertà di stampa
  Arvangia. Venerdì 27 alla Cascina Rossa di Valle Talloria
  Arvangia. Ripartenza 2010
  Donato Bosca. Canto ritrovato
  “Arvangia”. Non sono paesi per libri
  Arvangia. Nasce nelle Langhe l’Osservatorio Piemontese della cultura diffusa
  Arvangia. Sarte contadine dell'Italia unita
  Salotti mondani o cultura diffusa? Opinioni a confronto
  Ventunesima edizione per il Premio “Libro che cammina”
  Il momento migliore... Dalle Langhe un augurio a tutti per l'estate
  Festa di compleanno per la cultura di Langa e di Roero
  L’albero della cultura non cade in letargo: l’autunno caldo dell’Arvangia
  Donato Bosca. Per chi ama il piemonte contadino… Un Concorso e un invito
  Perdersi nella bellezza. Vademecum a Mango
  Riparte da Sinio il programma di cultura diffusa dell’Arvangia
  Arvangia, Donato Bosca. I dispetti di fine e di inizio d'anno
  Arvangia. Una chiamata straordinaria per chi ha le Langhe nel cuore…
  Piemonte in festa per le colline dove tornano le rondini
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.7%
NO
 24.3%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy