Sabato , 11 Luglio 2020
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Oblò cubano
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Nicolás Guillén. Tropico
02 Agosto 2016
 

Tropico,

il tuo intenso falò

indora le alte nubi

e il cielo profondo fasciato dalla volta

[del Mezzogiorno.

Tu secchi nella pelle degli alberi

l'angoscia della lucertola.

Tu ingrassi le ruote dei venti

per spaventare le palme.

Tu attraversi

con una gran freccia rossa

il cuore delle selve

e la carne dei fiumi.

 

Ti vedo venire per sentieri ardenti,

Tropico,

con la tua cesta di manghi,

le tue canne elemosiniere

e i tuoi caimitos,* violacei come il sesso delle nere.

 

Ti vedo le mani rudi

spezzare barbaramente i semi

e da loro estrarre l'albero opulento,

albero neonato, ma idoneo

per gettarsi a correre dentro boschi straordinari.

 

Qui,

in mezzo al mare,

folleggiando nelle acque con le mie Antille nude,

io ti saluto, Tropico.

Saluto sportivo,

primaverile,

che mi sfugge dal polmone salato

tra queste tue isole figlie scandalose.

 

(Dice Giamaica

che lei è contenta d'esser nera,

e Cuba già sa d'esser mulatta!)

 

Ah,

che ansia

di aspirare il fumo del tuo incendio

e sentire in due pozzi amari le ascelle!

Le ascelle, oh Tropico,

con i loro peli torti e ritorti nelle tue fiamme.

 

Pugni che mi dai

per spaccare i cocchi come un piccolo dio collerico;

occhi che mi dai

per illuminare l'ombra delle mie tigri;

udito che mi dai

per ascoltare sulla terra gli zoccoli lontani.

 

Ti devo il corpo scuro,

le gambe agili e la testa crespa,

il mio amore per le femmine semplici,

e questo sangue incancellabile.

Ti devo i giorni grandi,

nella cui tela azzurra sono attaccati

soli rotondi e ridenti;

ti devo le labbra umide,

la coda del giaguaro e la saliva dei serpenti;

ti devo lo stagno dove bevono le fiere assetate;

ti devo, Tropico,

questo entusiasmo fanciullesco

di correre nella pista

del tuo profondo cinturone pieno di rose gialle

ridendo sopra le montagne e le nubi,

mentre un cielo marittimo

si frantuma in interminabili onde di stelle ai miei piedi.

 

 

(da West Indies, Ltd., 1934)

Traduzione di Gordiano Lupi

 

 

* I caimitos sono frutti tropicali di colore violaceo, ndt.


Articoli correlati

  Nicolás Guillén. Mulatta
  Nicolás Guillén. Il male del secolo
  Nicolás Guillén. Tu non sai l'inglese
  Nicolás Guillén. Ballata dei due nonni
  Nicolás Guillén. Cerca quattrini
  Nicolás Guillén. Soldati in Abissinia
  Nicolás Guillén. Floripondito
  Yoani Sánchez. Juan condannato al niente
  Gordiano Lupi. Consigli per un Natale fuori dal coro
  Nicolás Guillén. Prosegui...
  Nicolás Guillén. Poesia con bambini
  Nicolás Guillén. Una canzone a Stalin
  Nicolás Guillén. Da “Sóngoro cosongo” (1931)
  Gordiano Lupi. I miei libri da spiaggia
  Gordiano Lupi. Nicolás Guillén, il poeta nazionale
  Gordiano Lupi. Tre 'inediti' di Nicolás Guillén
  Nicolás Guillén. Ragazza mia
  Nicolás Guillén. Se tu sapessi...
  Nicolás Guillén. Devi aver volontà
  Norberto Fuentes rivela gli atti ufficiali del caso Padilla
  Nicolás Guillén. Nero labbrone
  Nicolás Guillén. Al Guatemala
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.7%
NO
 25.3%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy