Giovedì , 02 Dicembre 2021
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Oblò Madama [ARCHIVIO 06-12]
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Parto: primato del cesareo. L'assenza dell'anestesista in sala parto rende impossibile l'analgesia epidurale
14 Aprile 2007
 

Il “3° Rapporto sull'evento nascita in Italia” del ministero della Salute, ha confermato il primato italiano del parto cesareo. Un dato che ci allontana sempre di più dalle raccomandazioni dall'Oms. L'Organizzazione mondiale della sanità ritiene equilibrato il ricorso al taglio cesareo nel 10-15% dei parti, ma nel nostro Paese un bambino su tre nasce col cesareo: il 36,9%. Soprattutto al sud (Campania 59%, 48,6% Basilicata, 46,5% Puglia, 46,7% Sicilia) e nelle cliniche private (convenzionate 57,8% e non convenzionate 74,2%).

Un dato che manca nella pubblicazione è ancora una volta quello del parto senza dolore. Partorire con l'analgesia epidurale è ancora un miraggio in Italia e poterlo fare sarebbe sicuramente un incentivo a non ricorrere al parto cesareo che, oltre ad essere un trauma maggiore per la partoriente, rappresenta anche un costo maggiore per il sistema sanitario (oltre a quelli dell'operazione in sé, c'è la degenza ospedaliera, che da una media di tre giorni per un parto non cesareo, in quest'ultimo caso sono minimo una settimana).

Vediamo ora, nel Rapporto, i dati delle presenze delle figure professionali al momento del parto: ostetrica (96,28%), ginecologo (91,94%), pediatra/neonatologo (68,10%) e anestesista (45,56%). Considerando che per il taglio cesareo (con cui nasce il 36,9% dei bimbi) è obbligatoria la presenza dell'anestesista, essendo questo professionista presente nel 45,56% di tutti i parti, vuol dire che lo stesso, quando non si tratta di parti cesarei ma fisiologici, è presente solo meno di una volta su 10 (45,56 - 36,9= 8,66). E questa bassa presenza dell'anestesista nei parti fisiologici non vuol dire che sia la percentuale di applicazione dell'analgesia epidurale. I soli dati Istat disponibili in materia (del 2001), dicono che «complessivamente il 63,3% delle partorienti non è stata sottoposta a nessun tipo di anestesia. [...] Soltanto per l'11,2% dei parti spontanei è stata fatta l'anestesia; il 7,2% locale, il 3,7% epidurale». In Gran Bretagna e Francia in parti con epidurale sono il 70%, mentre in Usa sono il 90%.

Per ridurre il ricorso al cesareo e promuovere il parto fisiologico con la scelta del parto senza dolore, la Commissione Affari sociali della Camera ha adottato un testo unificato di varie proposte di legge, tra cui quella del Governo. Si chiede di inserire tra i Lea (livelli essenziali di assistenza, cioè delle prestazioni a carico del Sistema Sanitario Nazionale) le prestazioni di controllo del dolore nel travaglio-parto, effettuate tramite ricorso a tecniche avanzate di anestesia locale e di tipo epidurale.

Dalla prossima settimana questo testo(1) sarà in discussione e sottoposto ad emendamenti per essere poi inviato nelle commissioni di competenza e quindi in aula.

Se verrà confermata la disponibilità di maggioranza e opposizione, e se il Governo reperirà i fondi necessari, i tempi potrebbero essere molto brevi!

 

Donatella Poretti


(1)Norme per la tutela dei diritti della partoriente, la promozione del parto fisiologico e la salvaguardia della salute del neonato


Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.2%
NO
 24.8%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy