Martedì , 18 Giugno 2024
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Sondrio. Il Giorno della Memoria nel nome di Ferruccio Scala
24 Gennaio 2023
 

Venerdì 27 gennaio, Giorno della Memoria, al Muro della Shoah nel Campo delle Rimembranze di Sondrio, in via Cesare Battisti, si terrà alle 9 l’inaugurazione di una targa come riconoscimento in memoria di Ferruccio Scala. Suo è il merito di aver fortemente voluto la realizzazione del Muro della Shoah con l’apposizione delle targhette coi nominativi degli ebrei tradotti dalla provincia di Sondrio al carcere di San Vittore di Milano e da lì al binario 21 della stazione Centrale, per essere avviati verso i campi di sterminio, quasi sempre senza ritorno. Ferruccio Scala è stato fra l’altro tra i fondatori della sezione di Sondrio del Movimento federalista europeo nel 1958 e delegato al congresso del popolo europeo di Darmstadt, in Germania, dopo aver raccolto oltre 5mila preferenze da parte di cittadini di Sondrio, Morbegno e Chiavenna in una sola giornata. Inoltre egli è stato parte attiva della delegazione federalista della nostra provincia in occasione dei VII Stati Generali del Consiglio dei comuni europei a Roma nel 1964. Era stato anche sostenitore del gemellaggio tra Sondrio ed una città della Germania meridionale; scelta poi caduta nel 1962 su Sindelfingen per merito di don Prioni, prete valtellinese che operava nei cantieri del Baden Wurttemberg.

Ferruccio Scala aveva inserito anche la provincia di Sondrio nella faticosa ricerca sulle persecuzioni degli ebrei e nella sua visione di federalista europeo aveva condiviso il pensiero avverso ai nazionalismi contenuto nel “Manifesto per un’Europa libera e unita” scritto da Altiero Spinelli ed Ernesto Rossi nel 1941 quando erano confinati politici antifascisti sull’isola di Ventotene, col contributo di Eugenio Colorni e di Ursula Hirschmann, entrambi di famiglia ebrea.

Tutti sono invitati a essere presenti alla cerimonia prevista nel Giorno della Memoria, insieme ai figli del ’Ferry’, per sottolineare la necessità di inquadrare il riconoscimento dell’operato di Ferruccio Scala e le persecuzioni degli ebrei nel giusto contesto europeo, l’unico che può portare ad un’Europa di pace con la sconfitta definitiva dei nazionalismi e dell’antisemitismo, fenomeni deleteri per i Paesi appartenenti all’Unione europea.

 

Giuseppe Enrico Brivio

segretario della sezione “Ezio Vedovelli” Valtellina
Valchiavenna del Movimento federalista europeo


Articoli correlati

  Giorno della Memoria 2023 a Barletta: costruire per non dimenticare
  Poesia d’autore/ Ilse Herlinger Weber. Ninna nanna
  Sergio Caivano. La giornata della memoria
  Vetrina/ Paola Mara De Maestri. La voce del vento
  Giorno della Memoria a Spello
  Olocausto e Covid-19. Quale relazione?
  È Valtellina. Una mostra per la Giornata della Memoria
  Bernardo Leporini. Per non dimenticare mai
  Shoah. Una via o una piazza dedicata a Sylvia Sabbadini
  Roberto Malini. Come vivere il Giorno della Memoria a Bologna
  Sergio Caivano. Auschwitz-Birkenau
  Yitzhah Katzenelson. Ho fatto un sogno (Vittel, 1943)
  Sergio Caivano. Il Percorso della Memoria
  Vincenzo Donvito. Riflessioni di un patriota alla vigilia del 20 Settembre
  Maria Lanciotti. Il Manifesto di Ventotene
  Sergio Caivano. Gaetano Arfé partigiano in Valtellina
  Francesco Pullia. Un progetto federalista per sconfiggere la spirale della violenza
  Piero Cappelli: Napolitano & Spinelli
  Brivio e Monti. La memoria storica può salvare le elezioni europee
  Guido Monti. La vera discriminante è tra europeismo o sovranismo
  Ventotene. Fino al 4 settembre, duecento giovani al seminario dei federalisti europei
  Brivio e Monti. Ora e sempre resistenza europea! Buon 9 maggio a tutti
  Brivio e Monti. Dar vita a una effettiva cittadinanza attiva europea
  Giuseppe Candido. Europa dei Governi Nazionali o Patria europea?
  Emma Bonino e Marco De Andreis. Non serve minacciare tagli. L’unica via sono gli eurobond
  Andrea Ermano. Noi non ne siamo degni, ma loro sì
  Manuale di sopravvivenza alla nuova sinistra. È uscito Il libro volante 2
  I brevissimi/ Maria Lanciotti. Voci dall’isola
  Guido Monti. Luciano Bolis, eroe della Resistenza europea
  Napolitano: «Motivo di fiducia che i più convinti ed entusiasti sostenitori dell’Europa siano i giovani»
  Ernesto Rossi. Contro l'industria dei partiti
  Un'Europa a due velocità per fare la Difesa comune?
  E. Silvestri. Europa e alterità radicale da Ernesto Rossi a Emma Bonino
  Un federalista giacobino. Ernesto Rossi, pioniere degli Stati Uniti d’Europa
  I funerali di Petter e un documento da lui raccomandato
  Per ricordare Ernesto Rossi a quarant’anni dalla sua morte
  Una vita per la libertà. A Verbania importante convegno di studi su Ernesto Rossi
  Ernesto Rossi. Attualità di un democratico ribelle - Venerdì 9 febbraio in Firenze
  Ricordando Ernesto Rossi
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 69.1%
NO
 30.9%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy