Giovedì , 02 Luglio 2020
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Lucio Bertè. Chi giura e chi spergiura: ma quanto vale la parola di Formigoni?
25 Marzo 2010
 

Il 30 marzo 2005, alla vigilia delle elezioni regionali in Lombardia, i radicali ottenevano l'impegno scritto di Roberto Formigoni a dare seguito, in caso di rielezione, a 4 Mozioni proposte dagli stessi radicali e approvate all'unanimità dal Consiglio regionale:

1) Per la ratifica da parte dell'Italia del II Protocollo facoltativo della Convenzione ONU contro la tortura, istitutiva di un Comitato internazionale indipendente per il controllo del trattamento dei cittadini nei luoghi di detenzione e nei posti di Polizia.

2) Per intervenire sul Governo del Vietnam per far cessare la persecuzione dei cristiani Montagnard abitanti degli altipiani e garantire la loro libertà di espressione religiosa.

3) Per bandire un concorso internazionale di architettura per nuove tipologie di carceri rispettose dei principi della Costituzione italiana e delle Convenzioni internazionali sul trattamento delle persone detenute. Carceri concepite come luoghi di sperimentazione educativa, di studio e di lavoro, come servizio pubblico usufruibile anche dall’esterno.

4) Per indire annualmente una Conferenza-seminario del Consiglio e della Giunta regionali con i responsabili di tutte le istituzioni e le associazioni interessate nella lotta alla criminalità, per verificare l’efficacia delle misure di contrasto alla penetrazione dei capitali della grande criminalità organizzata nell’economia legale della Lombardia e costituire un Osservatorio permanente di Consiglieri e funzionari regionali per il continuo aggiornamento sul fenomeno e l'adozione di contromisure.

Il 30 marzo 2005 Formigoni aveva scritto: «Qualora sia riconfermato alla guida di questa regione, mi farò promotore, affinché queste iniziative siano attuate».

 

Lucio Bertè ha dichiarato: «La legislatura è scaduta e gli impegni sono stati disattesi, nonostante solleciti, digiuni e un promettente incontro operativo nel luglio scorso, seguito da una chiusura ermetica del Presidente. Anche in politica, come tra le persone perbene conta il rispetto della parola data, e Formigoni ha mancato alla parola data non solo ai radicali, ma a tutti i cittadini e agli elettori lombardi. Dopo cinque anni i temi sollevati confermano la loro drammatica attualità:

a) la Lombardia è sempre più infestata da malaffari e affari di 'ndrangheta e mafie di ogni sorta.

b) Stato e Regioni sono letteralmente fuori Costituzione e fuori legge per l'abitabilità delle carceri e le condizioni sanitarie dei detenuti; continuano le violazioni della libertà religiosa anche a danno dei cristiani nel mondo e in particolare nel Vietnam comunista, dove la Regione Lombardia ha aperto suoi uffici di rappresentanza e stipula affari d'oro per le aziende lombarde (quante della Compagnia delle opere?) senza fiatare sul dramma dei Montagnard, nuovi “martiri cristiani” scomodi e dimenticati.

c) Dopo i casi Cucchi e Bianzino è scoppiato il caso di Giuseppe Uva a Varese a confermare l'urgenza di Comitati di controllo indipendenti per sradicare la presenza tra le forze dell'ordine, in carcere e nelle caserme di Polizia e Carabinieri, di soggetti che usano violenza ai cittadini fermati, violando le leggi che rappresentano e disonorando la divisa che portano, ma contando su una brutta tradizione di copertura dall'alto, di stampo antidemocratico ed eversivo della legalità repubblicana. Chi raccoglierà questi impegni?

Il 20 marzo scorso tutti i candidati Governatori del Centro-destra - “federali” più che federalisti - hanno giurato sul Piano-casa secondo il “geometra” Berlusconi (con riserva di intervento della Protezione Civile per le Regioni renitenti).

Anche Formigoni nel 2000 aveva fatto giurare i suoi assessori, anche i “forzisti” Piergianni Prosperini (il “difensore della Fede” vestito da crociato con tanto di spadone, quello della garrota per i gay e le nerbate per i tossicodipendenti), e Antonella Maiolo (“Sottosegretaria ai diritti dei cittadini”, intercettata dalla GdiF mentre sollecitava il Direttore dell'ASL di Melegnano, alla vigilia delle elezioni, per la nomina di un primario chirurgo detentore di 6 mila voti di preferenza), e Giancarlo Abelli (quello che ha impedito alla Lombardia di avere il Garante regionale dei bambini e nessuno si chiede perché...). E il leghista Massimo Zanello con il forzista Massimo Buscemi che il 1° dicembre scorso hanno imposto il voto contro la Mozione dei Radicali per la salvaguardia del Cimitero dei Martiri cristiani (accanto a S. Ambrogio), infischiandosi della parole data a favore di quella Mozione dal loro Presidente Formigoni... Ognuno per sé, a difesa di interessi di parte e presumibilmente di comitati di “affari loro”: interessi diversi e contarri ai principi che proclamano e all'interesse dei cittadini lombardi».

 

Associazione "Enzo Tortora" - Radicali Milano


Articoli correlati

  Formigoni: “…ho sempre avuto un occhio di riguardo per la Valtellina”
  Talamona. Informazione ai cittadini sulla Casa di riposo
  Marco Cappato. Formigoni continua l'opera di intimidazione nei confronti dei giudici
  XX Settembre a Milano: per una breccia nel muro Firmigoni-Penati
  Marco Cappato. Crocifisso: da Mussolini a Bossi (Renzo) non è detto che la tragedia si riduca a farsa
  Presidente Formigoni e Consiglio regionale ABUSIVI!
  Marco Cappato. “Presenteremo ricorso ricorso contro candidatura Formigoni”
  Marco Cappato. A Roma la sinistra fa la voce grossa. A Milano ratifica il quarto mandato a Formigoni
  Milano. Socialisti in piazza contro Formigoni per il caso Englaro
  Radicali. Il Tar Lombardia rinvia al 5 ottobre l’udienza su liste Formigoni
  Marco Cappato. La Peste italiana al Tar lombardo
  Simona Borgatti. La futura scuola pubblica federale
  Lidia Menapace. Berlusconi (e Formigoni)
  Fotoarchivio. REGIONE ABUSIVA!
  Francesco Poirè. Manifesti abusivi: un barlume di legalità nelle tenebre di queste elezioni regionali
  Formigoni fuorilegge: serve una commissione d'inchiesta!
  Valter Vecellio: Giovanardi, Moratti, Formigoni. La peste italiana
  Gaspare Serra. Gli “impresentabili”…
  Rosangela Pesenti. Perché ho fischiato Formigoni, il 25 aprile in piazza a Milano
  Costruiamo un comitato regionale antimafia sull'Expo con nomi indiscutibili
  Radicali della Lombardia. Tutte le firme di Formigoni
  Milano. PD: “In Lombardia al voto subito” / Cappato: “Avviso ai manifestanti”
  Roberto Biscardini. Englaro. Dove è finito lo stato di diritto
  Valter Vecellio. Che male ha fatto questo paese per avere simili (s)governanti?
  Enrico De Alessandri. Petizione sul potere monopolistico di Comunione e Liberazione in regione Lombardia
  Francesco Poirè. Finalmente il PD che rispetta le leggi (ovviamente, quando non li disturba)
  Valter Vecellio. L’insostenibile silenzio su Formigoni
  Marco Cappato. Nonsolofirme! C'è un'alternativa da creare a Milano
  Marco Cappato. Penati e Lombardi, due "novità" al servizio di Firmigoni
  Lista Bonino-Pannella. Dopo un anno, vogliamo giustizia su Firmigoni
  Marco Cappato: “Formigoni fuorilegge sulla sanità lombarda”
  Marco Cappato. Non è Minetti a doversi dimettere, ma Formigoni
  Roberto Biscardini. Sanità/Milano: è il 'sistema Formigoni' che non funziona
  Il Consiglio di Stato accoglie il ricorso dei Radicali su Firmigoni
  Mario Staderini. Altro che abolire il listino, Formigoni si dimetta!
  Sara Giudice: “È falsa la mia firma in calce al Listino Formigoni”
  Morbegno. Comunità montana: qual è la situazione
  15 a 1: la democrazia paritaria secondo il Presidente della Regione Lombardia
  Regione Lombardia. Costanzo e il PD propongono una nuova legge elettorale
  Giuseppe Rossodivita. Un inaccettabile degrado istituzionale
  Maria Antonietta Farina Coscioni. Le linee di Formigoni sull'aborto sono illegittime
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.7%
NO
 25.3%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy