Lunedì , 18 Ottobre 2021
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Spettacolo > Zone d'Ombra
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Patrizia Garofalo. “Mille inverni più di me” con Sbizza e la microrchestra
07 Gennaio 2014
 

Custodiscono il sole nel cuore le margherite e lo colorano a primavera di corolle bianche come la neve… (PG)

 

 

Massimo Bevilacqua, poeta e cantore della terra, torna con Mille inverni più di me ad orchestrare parole e musica con la sua microrchestra. Dopo Tinamo, una serie di occasioni circolari sono quelle che ci hanno fatto rincontrare. Ho scritto da poco del libro di Duccio Demetrio sulla spiritualità della terra, Massimo Bevilacqua si è formato anche sulla parola poetica del filosofo Demetrio, ed io da sempre avverto e scrivo della terra come dono da coltivare, amare, rispettare e come mio forte richiamo di religiosità laica.

Il foglio pieghevole interno al cd che riporta i testi, è azzurro da un lato e di un luminoso verde dall’altro, foglie lanceolate riprendono i colori di base e si stagliano “abbracciate”, si confonde l’avvertimento del cielo con quello della terra, della neve delle cime con le foglie che appuntite si radicano a terra e cercano la luce mentre traspaiono il “verde” della vigna e suonano le parole di una canzone:

 

Ho scelto di rimanere qui tra i tuoi filari e i tuoi mutamenti e non cambierà,/ il corso delle tue fioriture/ Riuscirò ad invecchiare nell’immobilità dei terrazzamenti e comprenderò/ la circolarità delle stagioni/ […] Ho scelto di rimanere appeso al filo che ogni madre ci ha concesso, invisibile,/ con tutto ciò che qui è cresciuto.

 

Mutamenti/cambierà… immobilità/circolarità, sono solo apparentemente contrastanti, il “rimanere” del poeta è parola d’amore, d’affidamento e cura per la sua terra-madre, moglie, figlia. E conoscono l’incanto della nascita e del trascorrere del tempo, del gioire e del piangere, dell’invecchiare e tornare alla terra… e la terra che non sa parlare ha bisogno di noi, scrive Demetrio, del nostro scriverla, narrarla, della nostra meraviglia e nostalgia.

Mi ha particolarmente colpito avvertire come da “Morbegno”, che apre il cd, ogni figura ed immagine e ricordo sembrino appena usciti da una pioggia che ne ha vivificato i colori, li ha come commossi di bagnato e profumati di pioggia, parole che “gocciolano” trasparenza e luminosità e albe meravigliose Stamattina lei ha afferrato l’alba che cresceva smisuratamente sulla sua schiena/ poi l’ho vista correre su un quadro di Segantini…/ in questo mattino tagliato con le forbici da Dio/ come un bambino taglia la carta nell’inconsapevolezza del suo Io/ …

E verdi brillanti d’incontri rinnovati, con il “verde” bagnato di trasparenze e sogni ancora da raccontare, e fra i petali bianchi trattengo le voci/ il fieno si avvolge al mio fianco/ e un cerchio disegna il mio canto.

Lassù rispetto al mio quaggiù padano nebbioso e “intellettualmente” esistenziale, lassù è radicata, Massimo, la tua parola e d’amore e di nascita nuova.

 

Patrizia Garofalo

 

 

 

La Band Sbizza e la micrOrchestra

sbiZZa: Massimo Max Bevilacqua (voce, chitarra, banjo, ukulele)

Luca Radaelli (clarino, chitarra elettrica, sax)

Marianna Orsatti (piano, glockenspiel, diamonica, musical saw)

Andrea De Poi (batteria)

Luca Lombella (basso)


Articoli correlati

  Spot/ Otip-So. Mezzanotte bianca in poesia e Dialoghi con il cielo
  Spot/ Max sbiZZa Bevilacqua per tralerighe di VoltaPagina con TINAMO e la micrOrchestra
  sbiZZA in... Sottane, all'abbazia di Vallate
  “Mille Inverni più di me” Concerto presentazione nuovo CD di Sbizza & Microrchestra
  Concerto dei Tiramisù, con la partecipazione di sbiZZa e la microrchestra
  Tornano sbiZZa e la micrOrchestra. Concerto di Natale
  ANDERGRAUN. Segnali di cantautorato alternativo...
  Vetrina/ Elisabetta Andreoli con Massimo Bevilacqua. Sregolata convivenza
  Spot/ Morbegno: Presentazione dell'antologia poetica “Donna, chi sei?”
  sbiZZa e la Microrchestra. Musica e poesia per le creature invisibili
  Tinamo, Sbizza e la microrchestra
  Livigno. Tra le Alpi con SbiZZa e la MicrOchestra
  Tutta la forza della poesia 2007
  Morbegno. sbiZZa al K2, sabato sera
  sbiZZa e MicrOrchestra presentano TINAMO all’Auditorium Morbegno
  sbiZZa e la micrOrchestra + Piero S. Ostan + Le Cose Sicure...
  Spot/ “Dove”, poesia e musica in... comune
  Mille inverni più di me by sbiZZa e la micrOrchestra
  Vetrina/ Massimo Bevilacqua sbiZZa in Blu
  Spot/ “Femminilità, il tuo nome è donna”
  Spot/ Microfiabe, Itinerari, Frontenotte. A Morbegno di venerdì
  Poesia e musica in balzo. sbiZZa e la MicrOrchestra a Scarpatetti Arte 2010
  Ecco TINAMO, il nuovo cd di sbiZZa
  Per una Scuola che non escluda. Serata in... arte 2
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.2%
NO
 24.8%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy