Domenica , 22 Maggio 2022
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Scuola > Laboratorio
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Addio mia bella addio. Gioventù, passione, amicizia e onore nel Risorgimento comasco 
Una mostra, curata da studenti del Liceo “Fermi” di Cantù, alla Biblioteca comunale di Como
06 Maggio 2011
 

Vi scrivo per segnalarvi questa bella iniziativa degli studenti del “Fermi” di Cantù sul Risorgimento a Como. Sabato 14 maggio 2011, alle ore 16:30, presso la Biblioteca comunale di Como, Piazzetta Venosto Lucati, verrà presentata la mostra “Addio mia bella addio. Gioventù, passione, amicizia e onore nel Risorgimento comasco”.

La mostra presenta una selezione di alcuni documenti storici (alcuni inediti) tratti dall’archivio del Marchese Raimondi.

 

Patrizia Di Giuseppe

(responsabile della didattica - Istituto di Storia contemporanea “Pier Amato Perretta” Como)

 

 

Presso la Biblioteca comunale di Como

Piazzetta Venosto Lucati

Sala conferenze

Sabato 14 maggio 2011, ore 16:30

Presentazione della mostra:

Addio mia bella addio

Gioventù, passione, amicizia e onore

nel Risorgimento comasco

 

 

Con la presente, noi studenti della III H del liceo “Enrico Fermi” di Cantù ci proponiamo di presentare la mostra Addio, mia bella addio. Gioventù, passione, amicizia e onore nel Risorgimento comasco, dedicata al marchese Giorgio Raimondi, che si svolgerà presso la biblioteca comunale di Como venerdì 14 maggio 2011. Nonostante il contributo fondamentale apportato ai moti rivoluzionari per la lotta verso l’indipendenza, i suoi ideali che gli costarono l’esilio dalla sua patria così amata, il suo prestigio e la sua passione, questo nobile patriota è stato largamente trascurato.

La mostra rappresenta dunque un’iniziativa che vuole celebrarne l’importanza e che tenta di sensibilizzare alla conoscenza delle combattute dinamiche che portarono all’Unità d’Italia, di cui quest’anno si festeggiano i centocinquant’anni.

La realizzazione della mostra è stata resa possibile dalla collaborazione con la direttrice della biblioteca di Como, la dottoressa Chiara Milani, che ci ha messo a disposizione l’ampio archivio Mantica–Raimondi, Odescalchi. Dividendoci in quattro gruppi, coadiuvati dai nostri professori, che ci hanno guidato nella ricostruzione della vita del Raimondi e del contesto storico in cui si innescò il moto rivoluzionario, recandoci talvolta presso la biblioteca e ultimando il progetto durante le ore scolastiche, abbiamo selezionato una serie di documenti contenuti nell’archivio, il quale si compone di 450 cartelle di raccolte, per un totale di 200.000 fogli e 400.000 facciate.

Dai documenti accuratamente scelti emergono i sentimenti di passione e ribellione, senza i quali non si sarebbe giunti alla tanto attesa e sperata Unità d’Italia; l’onore che acquisì il marchese Raimondi, detentore di sterminate proprietà terriere dislocate oltre il comasco, e che lo rese così influente da assumere un ruolo fondamentale nell’organizzazione delle ribellioni, e l’amicizia che unì il popolo italiano e migliaia di giovani che sacrificarono la loro vita per la patria. L’iniziativa ripercorre così, attraverso le vicende di cui Raimondi fu protagonista, la lotta verso l’indipendenza dagli austriaci, avvicinandoci allo straordinario evento dell’Unità d’Italia, facendocene sentire partecipi e motivandoci nei festeggiamenti.

 

Gli studenti dalla III H

Liceo “Enrico Fermi” di Cantù


Articoli correlati

  Marco Lombardi. L'inganno del Governo sul 17 marzo 2011
  Giovanna Corradini. Intorno alla mafia, prima e dopo l'unità
  V. Donvito e A. Gallucci / Giorgio Gaber. Io non mi sento italiano
  Laura Tussi. 1861-2011 Unità (militare) d’Italia
  Momenti della riflessione filosofica e pedagogica italiana nell’età risorgimentale
  L’Italia s’è desta. Stampa satirica, storia iconografica dell’Unità d’Italia
  Gigi Fioravanti. Lettera al vento
  Alberto Figliolia. Io da cosmopolita festeggerò il 150°
  Archivio antifascista. Benigni e Fratelli d'Italia, dubbi su una lezione di Storia
  Amici Biblioteca Sondrio: Arti in Valtellina tra Risorgimento e unità nazionale
  Vetrina/ Ezio Maifrè. L'amor di Patria e di paese
  Risorgimento: questioni aperte
  Alessandra Borsetti Venier: “Addio, mia bella, addio…” il libro di Anna Lanzetta
  Carrara. Le interviste risorgimentali di Paolo Pratali
  Spot/ Se peregrina voglia...
  Rosangela Pesenti. A Cortenuova (BG), se non ora quando?
  Arvangia. Sarte contadine dell'Italia unita
  Sergio Caivano. La battaglia di Buglio in Monte (16 giugno 1944)
  Ferrara. Il Risorgimento a Palazzo Paradiso
  Nemo. Centocinquant'anni…
  Famiglia Valtellinese di Roma. Conferenza di Garbellini “Risorgimento e unità d'Italia”
 
Opere correlate

 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.9%
NO
 25.1%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy