Sabato , 28 Novembre 2020
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Bottega letteraria > One Shot
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
5. Silvia Monti domanda a Corrado Benigni
03 Giugno 2008
 

Appuntamento di giugno con Corrado Benigni per parlare di gioventù. Dei giovani poeti (o poeti giovani?) e di come ci si sente nelle occasioni importanti

 

Il 29 marzo 2008, al Piccolo teatro Studio di Milano si è tenuta la kermesse internazionale poetica “Gran teatro della Poesia” in occasione della Giornata Mondiale della Poesia.

Come ci si sente ad essere uno degli otto giovani poeti scelti, tra i tanti, per questa occasione?

 

Prima di tutto, con grande franchezza, ti dico che ultimamente non amo molto partecipare ai reading, dove incontro poeti, soprattutto “giovani” (ma quando si smette di essere giovani? Boh!) troppo innamorati di sé, ognuno che sembra lì solo per ascoltare se stesso. Forse questo è legato anche al mio carattere che non ama l’invadenza e chi parla troppo di sé. Per me la poesia è tutt’altra cosa, è prima di tutto ascolto, mettersi in ascolto, come ha insegnato il poeta che in assoluto amo di più, Paul Celan. La poesia è un modo di aprirsi al mondo, ed è strettamente legata al sentimento della compassione, dell’entrare nella realtà, anche di dolore, dell’altro, un tendersi verso l’altro, un donarsi come diceva Rilke.

Quella giornata al Piccolo è stata molto intensa, l’occasione per confrontarmi (prima di tutto proprio nell’ascolto) con gli altri e capire un po’ di più in quale direzione sta andando la mia poesia, soprattutto in questo momento che sto scrivendo testi nuovi per il mio prossimo libro. Ho rivisto e conversato con piacere con alcuni autori miei coetanei che stimo e vedo raramente, come Francesca Serragnoli, Valentino Ronchi, Andrea Ponso e Amos Mattio. Tra i tanti poeti presenti quel giorno quello che più mi ha colpito è stato il polacco Jacek Napiórkowski, autore dalle straordinarie accensioni verticali, che non conoscevo affatto.

Per il resto, come ci si sente, mi chiedi? ...Mi sento che c’è sempre tanto da lavorare sui versi, tanto da imparare ancora, da affinare lo sguardo, l’orecchio; che la poesia, quando appare, è sempre un miracolo. Per cui vale la pena mettersi in ascolto. In silenzio.

 

 

Equilibrio

 

Non ho più dolore che mi attraversa,

tutto in me si fonde

in un suono di luce e acqua

e verso un inizio invisibile ridiscendo

le rapide di questo fiume

con la sola forza dell’equilibrio.

Ho per dimora la parola

e questo nome come destino

mentre ogni cosa scivola verso il giorno

o una notte che indietreggia

sui miei passi che ora chiedono

orme di fuoco a una stella fissa.

 

Corrado Benigni

(inedito)

 

 

Corrado Benigni è nato nel 1975 a Bergamo, dove vive. Nel 2005 ha pubblicato la sua prima raccolta in versi Alfabeto di cenere (Lietocolle), con prefazione di Milo De Angelis. Sue poesie sono apparse su diverse riviste, giornali e blog, tra cui: Clandestino, Gradiva, Specchio della Stampa, Avvenire, Il Giornale, Liberinversi, La costruzione del verso. Suoi testi sono inseriti nell’antologia Leggere variazioni di rotta (Le voci della luna, 2008). Nel 2007 è stato finalista del premio biennale di poesia Cetonaverde. È direttore artistico della rassegna di arte e poesia “Sguardi, a perdita d’occhio - I poeti leggono l’arte”, promossa dal Comune di Bergamo. Giornalista culturale, collabora, tra le altre, alle riviste Poesia e La mosca di Milano.

 

s.


 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.0%
NO
 25.0%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy