Giovedì , 09 Aprile 2020
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Oblò Madama [ARCHIVIO 06-12]
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Manovra economica. Diffondere e promuovere il diritto al parto naturale e senza dolore
21 Giugno 2010
 

La manovra economica prevede dei tagli lineari alle Regioni e ai ministeri, che rischiano di colpire gravemente i servizi e non solo gli sprechi, e senza che siano messe le basi per riforme strutturali e di lunga durata. In questa dinamica risultano, tra gli altri, a rischio anche i diritti, riconosciuti dal 2008 nei livelli essenziali di assistenza (LEA) del Servizio Sanitario Nazionale, per la partoriente di scegliere di potere avvalersi gratuitamente di un’anestesia efficace. L’accesso alle tecniche di anestesia epidurale nel travaglio e nel parto, nonostante i LEA, secondo alcune stime è garantito solo dal 16% degli ospedali. E sono poche le Regioni che hanno reso operativa questa indicazione, anche a causa di ristrettezze economiche. Eppure, rilevano gli anestesisti, nelle strutture che offrono questo servizio, in modo gratuito e continuativo, in media il 90% delle partorienti ne fa richiesta. Se un parto senza dolore è dunque un diritto garantito, di fatto la sua attuazione varia da Regione a Regione, dove vediamo tra le più virtuose la Lombardia, il Veneto e l’Emilia Romagna, mentre tra le ultime alcune Regioni del Meridione. Per avere una copertura nazionale di questa prestazione, sostengono gli anestesisti, occorre che le Regioni investano fondi per organizzare nelle strutture dedicate un servizio attivo 24 ore su 24 per il quale servono almeno 6 professionisti. L’accesso a queste tecniche in modo diffuso sarebbe per l’Italia l’opportunità di avvicinarsi ai livelli di altri Paesi europei e occidentali dove le tecniche di anestesia epidurale sono scelte da percentuali sempre più ampie (fino al 90% in Usa) di partorienti, con conseguente minor ricorso al parto con le tecniche chirurgiche di taglio cesareo, pratica per cui l’Italia è ai primi posti nel mondo, che obbliga le madri a più lunghe degenze, e che è sconsigliata dall’OMS per il tasso di mortalità della neonatale e della madre.

Per queste ragioni, con il senatore Marco Perduca, abbiamo presentato un ordine del giorno alla manovra economica che impegna il Governo, di concerto con le Regioni, a monitorare la diffusione e a promuovere il diritto al parto naturale e senza dolore.

 

Donatella Poretti

 

 

Qui l'ordine del giorno


Articoli correlati

  Vincenzo Donvito. Pedaggi autostrade e raccordi: altro che diminuzione delle tasse!...
  Tasse, Province e un “sensuale” Berlusconi
  Maurizio Turco. Manovra: La Russa non deve tirare la corda, rischierebbe di fare male al paese
  Province. Bossi: se toccano Bergamo scoppia la guerra civile
  Marina Pensa. Invito alla manifestazione “Per una manovra più giusta”
  Legalizzare la prostituzione. Lo scandalo non sta nel tassarle, ma nel lasciarle in mezzo alla strada!
  Alberto Frizziero. La questione Province: Muoiono o no?
  Manovra economica. Pra ente superato, inutile e oneroso. Emendamento per abolirlo
  Tremonti e le tasse. Come mettere le mani nelle tasche degli italiani
  Aumentano i pedaggi stradali (Joshua Held, www.aduc.it)
  Berlusconi, la manovra e le province. Se non ora, quando?
  Manovra economica. Blocco turn over, ma non concorsi e consulenze esterne
  Province da abolire. Nel governo abbondano i... don Abbondio
  Poretti e Perduca. Ponte sullo Stretto: appalti regolari?
  Marco Zacchera. Tre note (stonate) in finanziaria
  Davide Dodesini. Facciamo uno sforzo unitario
  Mario Staderini. Stipendi parlamentari: la vera truffa è il finanziamento dei partiti
  Assegno invalidità. Bene abrogazione innalzamento percentuale
  Marco Lombardi. La crisi economica e le onerose scelte di responsabilità
  CGD. Mozione del Liceo “Ettore Majorana” di Rho
  L'abolizione delle Province (Joshua Held, www.aduc.it)
  Joshua Held. I programmi e le promesse del Governo (www.aduc.it, 17/12/2010)
  Asili nido. Manovra economica tenga conto delle indicazioni della Strategia Lisbona
  Manovra economica. Istituire fondo di garanzia giovani svantaggiati
  Oppio per partorire all'ospedale Careggi di Firenze
  Vincenzo Donvito. “Abortirai nel dolore”
  Oppio all'ospedale Careggi di Firenze
  Parto cesareo e analgesia
  Parto: primato del cesareo. L'assenza dell'anestesista in sala parto rende impossibile l'analgesia epidurale
  Parto senza dolore. Epidurale o Oppio, l'importante è che la donna possa scegliere!
  Parto con anestesia epidurale a carico del Servizio sanitario. Era ora!
  Partorirai con dolore o col cesareo!
  Parto indolore a pagamento? Incivile, pericoloso e stupidamente costoso per lo Stato
  Quante violenze sulle donne. I numeri della sconfitta e il da fare
  Analgesia per il parto? Sempre un miraggio in Italia
  Contro la libertà della donna di scegliere come partorire! Osteriche in piazza per la difesa della corporazione
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.3%
NO
 25.7%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy