Mercoledì , 10 Agosto 2022
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Critica della cultura > Telluserra
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Alice Suella: Allegria di naufraghi. Serata con Franco Berardi Bifo a Casalecchio di Reno
Mappa di Casalecchio di Reno
Mappa di Casalecchio di Reno 
13 Aprile 2008
 

Nella letteratura dell’ultimissima generazione sembra impossibile trovare la speranza.

La speranza di comunità solidale, la speranza di azione collettiva efficace sembra scomparsa.

Precarietà, competizione e panico, bombardamento neuro-mediatico.

Solitudine.

Il suicidio è la prima causa di morte per coloro che hanno vent'anni.

L’incidente automobilistico è la seconda causa, di morte, e spesso si tratta di un suicidio.

 

Ma il naufragio si prepara.

La crisi dei mutui immobiliari è stata solamente la prima avvisaglia, mentre il costo del petrolio cresce di giorno in giorno, e la guerra interminabile porta lutti e diffonde odio e avvicina il crollo della credibilità dell'intero Occidente che sta perdendo la guerra irakena e la guerra afgana.

Il naufragio dell’economia occidentale è dietro l’angolo.

È forse nel naufragio che potrà ritornare la speranza, che potrà ritornare la solidarietà.

 

Quando il mare è in tempesta e la nave affonda allora non hai scelta. Devi gettar la zattera, e saltarci su. E quando sei un naufrago, allora due sono i tuoi pensieri.
Il primo è che il naufragio può durare a lungo, forse per sempre, e quindi occorre rendere la zattera un luogo accogliente, occorre imparare a godere del contatto dei corpi, occorre seguire un codice spontaneo di solidarietà di naufraghi, occorre elaborare le regole che rendono possibile l'allegria del naufragio, e queste regole sono quelle della sensibilità.

Il secondo pensiero è quello di trovare una terra nuova, e dato che la bussola è andata persa il modo migliore di procedere è quello di chi si affida al caso.

Forse la troveremo, forse non la troveremo mai, la terra che nessuno ci ha promesso.
Si prepari la zattera, là impareremo di nuovo il piacere dei corpi che si toccano, là impareremo di nuovo il calore delle parole.




Il 22 aprile

Alla casa della conoscenza di Casalecchio di Reno

Alice Suella (autrice de L’oro in bocca)

Alessio Berardi (autore di Pizza al sangue)

Oana Parvan (autrice de Il malocchio)

E altri

ultimissimi

scrittori e artisti

Discuteranno della condizione precaria

E della catastrofe esistenziale ambientale economica

In cui sembra gettata l’umanità.

 

 

Coordina la serata Franco Berardi Bifo

 


Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 64.7%
NO
 35.3%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy