Domenica , 18 Aprile 2021
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Scuola > Notizie e commenti
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Milano. Civiche scuole: il massacro continua
14 Giugno 2009
 

Franco Loi (foto), il grande poeta in lingua milanese che fra un centinaio d’anni sarà ricordato come l’erede del Porta e del Tessa, è rimasto senza fiato. Stupito, quando gli ho raccontato che le Scuole Serali del Comune di Milano sono ormai ridotte al lumicino, e pure quelle sotto assedio da parte dell’Assessorato ai Giovani e ai Minori. «È una vergogna», mi ha detto, «le persone hanno diritto di studiare, di formarsi», e ovviamente ha ragione. Ma così non la pensa chi amministra una città nella quale, fino a qualche anno, i Corsi Serali erano una sorta di fiore all’occhiello. Ora, al contrario, le Civiche continuano a perdere i pezzi. Giorno dopo giorno. E di fatti è di mercoledì la notizia di un altro corso “sacrificato”: quello dell’Idoneità pomeridiana agli esami, dei bienni (anche di Liceo Scientifico) che permettevano ai ragazzi milanesi di prepararsi per sostenere un esame in scuole statali o paritarie per recuperare un anno. Spostati d’imperio, all’improvviso, dalla fascia del mattino al pomeriggio all’inizio di questo anno scolastico dopo che erano già state raccolte le iscrizioni (e si possono immaginare le furibonde reazioni dei genitori, alle quali l’amministrazione è rimasta del tutto indifferente), ora sono scomparsi definitivamente dopo decenni (!) di onorata carriera. Così ha deciso l’assessore Moioli, e adesso gli studenti che vogliono cercare di recuperare un anno di corso perduto, devono rivolgersi o ai bienni serali del Comune (ma solo se sono maggiorenni!) o affidarsi alle scuole private a costi enormemente più elevati (e con una qualità dell’insegnamento tutta da verificare).

Certo che questa decisione, presa da un Assessorato che dovrebbe occuparsi proprio dei giovani e dei minori, appare alquanto… originale. La motivazione? La solita: soprattutto i costi. Il che, sostenuto da una Giunta che è davanti alla Corte dei Conti per le immotivate assunzioni a peso d’oro di presunti esperti, è tutto da ridere. O da piangere. In realtà, il problema sta nel fatto che gli alunni di questi corsi, giovani e stranieri, contano poco. Diciamocelo: che valore elettorale o di visibilità possono avere? Nullo. E allora via, andate pure nelle scuole private. Oppure, se non avete abbastanza soldi, andate pure a lavorare… E continuate la vostra formazione culturale con i telegiornali di Rete4

Chissà se un giorno i milanesi si renderanno conto di quello che fanno veramente coloro i quali hanno votato, al di là delle dichiarazioni di facciata o agli slogan? E se, finalmente, smetteranno di farlo…

 

Jack K.


Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 3 commenti ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 73.9%
NO
 26.1%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy