Sabato , 25 Giugno 2022
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Oblò Madama [ARCHIVIO 06-12]
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Bioetica. D'Agostino eserciti la sua coraggiosa obiezione di coscienza e si dimetta da presidente onorario del CNB
28 Marzo 2007
 

È stato convocato per domani il gruppo di lavoro del nuovo Comitato nazionale di bioetica (Cnb), sui “grandi prematuri” (neonati fra le 22 e le 25 settimane), diretto dal presidente onorario del Cnb, Francesco D'Agostino (foto), nonché presidente dell'Associazione dei giuristi cattolici e membro della Pontificia accademia per la vita (Pav).

Come può D'Agostino svolgere la sua funzione istituzionale al Cnb su un tema come la sospensione dei trattamenti vitali per i grandi prematuri? Anche se numerose società scientifiche esprimono la loro contrarietà alla somministrazione di trattamenti vitali in quanto inutili e causa di inaudita sofferenza nei prematuri, difficile pensare che D'Agostino non cercherà di promuovere un documento a difesa della “vita” sempre e comunque. È il suo dovere di cattolico, prima ancora di membro del Cnb italiano.

Forse, per onestà, D'Agostino dovrebbe esercitare subito la sua “coraggiosa obiezione”, dimettendosi dal suo incarico. Questo perché non è accettabile che si possa dubitare della obiettività di decisioni prese in quella sede istituzionale.

 

Come è noto, D'Agostino è uno dei più autorevoli portavoce delle istanze dello Stato del Vaticano. Lo scorso 24 marzo, in un editoriale sul quotidiano Avvenire, organo della Conferenza episcopale italiana (Cei), D'Agostino ha difeso il documento della Pav in cui si invitano i giudici al «doveroso esercizio» di una «coraggiosa obiezione» nell'applicazione di quelle «norme giuridiche vigenti, sia quelle codificate sia quelle definite dai tribunali e dalle sentenze dei tribunali che contrastano con i dettami della fede cattolica». Un documento che costituisce una palese violazione al Concordato fra Vaticano e Italia, fondato sul reciproco rispetto dell'ordine (e delle leggi), comportando di fatto il suo superamento. In quella sua difesa, D'Agostino modifica ed elabora addirittura la posizione del Vaticano offrendo una possibilità in più ai giudici “coscienziosi” che non vogliono perdere la poltrona o incorrere in sanzioni penali: non più astenersi o dimettersi, ma disapplicare la legge sollevando la questione di legittimità costituzionale. Insomma, il nostro suggerisce che la legge 194 sull'aborto sarebbe incostituzionale, perché viola la “vita”. Se poi la Corte Costituzionale darà loro torto, poco importerà, in quanto le cittadine che nel frattempo sono ricorse alla giustizia saranno già state vittime di un'ingiustizia irreparabile.

 

Infine, non posso che ribadire quanto inutile sia il Cnb. Le decisioni su questi temi -detti sensibili- sono e saranno sempre politiche, visto che è poi la politica che deve risponderne in una democrazia. La nomina stessa dei suoi membri è estremamente politicizzata. Davvero non si capisce perché un bioeticista, anche quando ingaggiato dallo Stato, debba poter pontificare con più autorevolezza di me o di qualsiasi altra donna sull'aborto o sulla procreazione assistita, come sulla ricerca o sul fine vita.

 

Donatella Poretti


Articoli correlati

  Per il Vaticano i giudici non devono applicare la legge
  Vaticano/giudici. Question time Camera: il Governo non riconosce la palese violazione del Concordato
  In primavera fioriscono i fichi… o cadono?!
  Vaticano/giudici. Domani question time alla Camera
  Il Vaticano istiga e delinquere e viola il Concordato? Campagna dell'Aduc: invia un esposto alla tua Procura della Repubblica
  "Dico" bene o male? Bene!
  Vaticano/giudici. Pav e Avvenire consapevoli di averla fatta grossa
  Contro il fondamentalismo clericale e i privilegi vaticani, per la libertà religiosa
  Ru486. Metodo già previsto in legge. Contraccezione, clandestinità e obiezione di coscienza
  Ass. Coscioni/Radicali: venerdì presidio Palazzo Chigi per rinnovo Comitato Nazionale Bioetica
  Comitato nazionale bioetica. Chiarire merito e metodo della sostituzione dei tre vicepresidenti
  Scontro nel CNB. Per la presidenza del consiglio il confronto è pericoloso?
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.0%
NO
 25.0%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy