Sabato , 15 Agosto 2020
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Critica della cultura > Lo scaffale di Tellus
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Simona Borgatti. Il mondo delle aspiranti madri 
Nelle "Confessioni" di Lisa Corva
06 Luglio 2008
 

Lisa Corva

Confessioni di un’aspirante madre

Sonzogno, 2005, pagg. 240, € 10,00

 

Il romanzo è un po’ datato, maggio 2005, ma più che mai attuale perché le sue pagine raccontano le vicissitudini di Emma, aspirante madre con difficoltà procreative. Niente di meglio quindi per affrontare il tema d’infertilità ora che le coppie con in mano il biglietto per Barcellona o per altre destinazioni sono quadruplicate in tre anni. Tutto per cercare di arginare la legge 40, legge in materia di PMA, in assoluto la più restrittiva d’Europa. La storia è stata “concepita” anni prima da Lisa Corva briosa e ironica firma di Grazia che, avendo vissuto in prima persona la caccia alla cicogna, ha deciso di versare inchiostro sulle sue lacrime di aspirante madre ideando Emma e le sue Confessioni di aspirante madre”. L’inchiostro è simpatico perché l’autrice non usa il dramma, ma l’ironia e la sensibilità per affrontare una condizione medica, psicologica e sociale sottovalutata da molti se non affrontata erroneamente con sensazionalismo dai media.

La protagonista Emma, in una Milano modaiola ma non troppo, alla soglia dei …35?, confortata da un sereno menage col suo amato consorte, inizia a sentire il richiamo della Cicogna; purtroppo, ogni mese, il volatile con molta puntualità, decide di nidificare sui tetti altrui. Emma senza perdersi d’animo decide quindi di affidarsi ai centri infertilità dove tutte le altre aspiranti attendono il loro turno “guardandosi le punte delle scarpe” e tra dosaggi ormonali, monitoraggi, transfer e test di gravidanza, sale sull’ottovolante della Vita in Vitro, esperienza che le insegnerà a conoscersi, a soppesare realmente il desiderio di un figlio e, soprattutto, a non sentirsi sola. Trovare un finale originale non era semplice, ma l’autrice c’è riuscita lasciando ai lettori, pagina dopo pagina, il desiderio di scoprirlo. La vita dell’aspirante, però, non si esaurisce nei centri fertilità: esistono una casa, un lavoro telematico svolto tra le pareti domestiche – così non ci si stressa – le amiche, il consorte… Tutto ruota attorno ad Emma in modo vorticoso: lo stendino itinerante, il cesto della biancheria che non si svuota mai, il richiamo della lavatrice e delle piante, e le amiche che, prese dalla loro vita, si dimenticano della solitudine dell’aspirante la quale si ritrova a vagare tra le vie milanesi alla ricerca del cappuccino perfetto e del sushi consolatorio davanti all’ennesima “annunciazione” di gravidanze altrui, o alla “missione suicida” ovvero la visita in ospedale alla puerpera, specializzandosi nel dribblare con nonchalance gli sguardi indagatori sulla sua pancia da parte di attempate zie. Una storia commovente e buffa al tempo stesso in cui molte donne potranno tranquillamente immedesimarsi nella psicologia di Emma.

La cosa, a parer mio, più strabiliante del libro dalla copertina rosa è il blog (www.lisacorva.it) in cui Lisa raccoglie storie d’infertilità e non solo, cercando di rispondere alle tante fan: un vero e proprio luogo d’incontro tra donne – ma ultimamente anche maschietti – che dalle Alpi ai Monti Nebrodi si scambiano impressioni, confidenze, racconti di Vita in Vitro e molto altro; si solidarizza, si partecipa virtualmente a tutto ciò che il destino riserva: gravidanze extrauterine, aborti spontanei, annunci di lieti eventi, ma anche anniversari di nozze, ricette, letteratura, mostre, viaggi turistici e della speranza …la vita quotidiana, insomma, tanto che a volte nascono anche dei veri incontri live tra le aspiranti. Attenzione, però: la pass necessaria per accedere al forum è l’ironia, risorsa necessaria per sopravvivere ai tiri mancini che la vita reale offre.

La sterilità, l’infertilità non sono considerate dalla società eppure anche se col tempo vengono faticosamente accettate – percorso individuale, questo, necessario anche per ottenere l’idoneità ad un’eventuale adozione – esse rimangono nella donna una ferita dell’anima che mai nessun istinto materno alternativo potrà lenire del tutto. E in questo mondo di “pance sventagliate” senza pudore da donne pubbliche su patinati rotocalchi, l’aspirante rischia seriamente di deprimersi soprattutto se il suo orologio biologico è vicino alla mezzanotte.

Non ci pensare” è la frase che segue a ruota il terrificante “…e voi? a quando…?”, bene: voi tutti che siete riusciti miracolosamente a riprodurvi alla vecchia maniera, PENSATE, eccome, al variegato universo delle aspiranti, le aiuterete a sentirsi meno sole e inadeguate.

Il librino rosa, un gentile cadeau per tutti quelli che: “…e voi? a quando…?”

 

Simona Borgatti


Foto allegate

Lisa Corva
Articoli correlati

  Il diritto di provare ad avere un figlio
  Turismo procreativo. Lo stato italiano delega la sanità all'estero
  Turismo sanitario. In Spagna anche per la diagnosi preimpianto per salvare i fratellini malati
  Fecondazione. Divieto di eterologa contrario alla giurisprudenza europea, mozione al Senato
  Simona Borgatti. Vi presento Lisa Corva, già “giornalista finto glam”
  Legge 40: più che di riflettere c'è bisogno di agire!
  Associazione Coscioni. Petizione al Parlamento
  8 marzo. Donne si appellano a Ministro Turco su linee guida legge 40
  Relazione annuale legge 40: il Parlamento la metta subito in calendario
  Legge 40: interpretazioni scorrette del ministro della salute. È necessario riscriverla!
  Marco Cappato. Lettera aperta al Presidente del Consiglio dei Ministri Romano Prodi
  Simona Maggiorelli. Legge 40: Risarcimento anni
  Legge 40. Bene l'appello delle associazioni dei pazienti sterili per la revisione delle linee guida
  Associazioni pazienti sterili e Associazione Luca Coscioni scrivono una lettera aperta al Ministro Livia Turco
  Fecondazione. Subi­to linee guida e cam­pa­gna infor­mativa su dona­zio­ne gameti
  Diagnosi preimpianto e legge 40 illegittima?
  Filomena Gallo: TAR Veneto annulla deli­be­ra regionale su età accesso eterologa
  Simona Borgatti. Il miracolo delle P.A.V. (Primipare Attempate Vip)
  Sanità: “Incontriamoci per affrontare insieme Nomenclatore, legge 40/04, nomine Asl”
  Procreazione assistita. L'oblio della sottosegretaria sulle linee guida
  Corte costituzionale boccia la legge 40 che ha condannato per 5 anni le donne a parti a rischio
  “Subito un referendum interno al Partito democratico sulla Legge 40”
  Nobel Medicina a Robert Edwards
  Legge 40, linee guida vietano diagnosi preimpianto: è polemica
  Legge 40: ancora una sentenza per cancellare una legge ingiusta e contro il diritto alla salute
  Filomena Gallo. Embrioni: “Intervenga il Governo”
  Riforma legge 40. Al ministro Turco appuntamento a settembre
  Procreazione assistita e sottosegretaria Roccella. Suburra di regime
  Sanità. Audizione Sacconi in Senato
  Legge 40 a due anni dal referendum. Questa sera a Milano
  Ministro della Salute... del Governo o dei cittadini?
  Legge fecondazione assistita. Subito le nuove linee guida. Interpellanza
  Legge 40 fecondazione assistita. Le linee guida già scadute... Il ministro della salute le vuole fare o che?
  A tre anni dalla legge 40: ripartiamo dalle linee guida
  Mozione su legge 40 presentata ieri al Sento
  La legge 40 dopo la decisione della Corte europea dei diritti dell'uomo
  Fecondazione eterologa. Il Parlamento rimetta mano alla legge 40
  Primo Mastrantoni. Legge 40: un'infamia
  Simona Borgatti. L'ignoranza è molto prolifica
  Roma, 8 aprile: Convegno “Staminali e fecondazione assistita”
  Incontro con Prodi. Bioetica, fine vita e droghe: uscire dall'immobilismo
  Marco Cappato. Ministro Turco ultima chiamata
  Linee guida legge 40. Cancellata l'illegalità ma permangono vari problemi
  Legge 40. Attenzione ai facili entusiasmi!
  Valter Vecellio. L’interrogazione: 34mila enti che non dovrebbero esistere
  Legge 40 fecondazione. Chiusura politica a Castellana Grotte (Ba)?
  Associazione Luca Coscioni. Fecondazione: inviata lettera a Napolitano
  Legge 40: basta con i finanziamenti alla ricerca per il congelamento degli ovociti
  Legge fecondazione assistita. Subito le linee guida!
  Legge 40. Dopo 8 anni di sentenze anche il Parlamento faccia la sua parte
  Fecondazione, sentenza Corte Costituzionale su legge 40. Vittoria dei malati, fine della discriminazione
  Legge 40 - caso Cutolo. Discriminazione nei confronti di tutte le coppie non sterili e non fertili non sottoposte al 41 bis
  Procreazione. Ministro Turco adotta nuove lineee guida. Associazione Coscioni: speriamo eliminino le proibizioni
  Procreazione medicalmente assistita. Come complicare le cose... complicate
  Miriam Della Croce. Il progetto di un palazzo, è un palazzo?
  Milleproroghe. Da Governo gusto dell'orrido contro donne che cercano di avere un figlio
  Nuovo Comitato Nazionale di Bioetica: e ora buon lavoro, non mancano i temi da affrontare a partire da Piergiorgio Welby
  Corte Strasburgo, leggi italiane, screening embrionale. Occasione da non perdere
  Simona Borgatti. La Milano che vuole ancora bere ma non ce la fa
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 2 commenti ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.2%
NO
 25.8%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy