Domenica , 03 Luglio 2022
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Critica della cultura > Lo scaffale di Tellus
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Ernesto Rossi. Contro l'industria dei partiti 
Con un saggio di Paolo Flores d’Arcais
23 Settembre 2012
 

Ernesto Rossi

Contro l'industria dei partiti

Chiarelettere, pagg. 128, € 7 (Instant Book)

 

Il successo dei partiti politici dipende

essenzialmente dall’efficienza della loro macchina,

e l’efficienza della macchina dipende essenzialmente dai quattrini disponibili.

E per trovare i quattrini...

abbandonano tutti i principi morali.”

Ernesto Rossi

 

I partiti politici non sono delle macchine da soldo solo ora. Lo erano già all’inizio della Repubblica. Ernesto Rossi, un «bastian contrario» che non è mai venuto meno al dovere di denunciare ciò che non funzionava nel nostro paese, lo aveva scritto con chiarezza già all’inizio degli anni ’50, ovvero sessanta anni fa. I testi che compongono questo volume, eccetto quello intitolato Il «combustibile» dei partiti, che introduce gli atti di un convegno del Movimento Gaetano Salvemini dell’ottobre 1963, sono stati tutti pubblicati sul settimanale Il Mondo tra il 1950 e il 1952. Il primo, Le serve padrone, appare sul numero del 24 giugno 1950 e si origina da un editoriale di Arrigo Cajumi (è l’articolo che abbiamo riportato in Appendice) pubblicato sul quotidiano La Stampa il 24 maggio 1950. Il secondo, La padella e la brace, è pubblicato il 5 agosto 1950. I tre interventi successivi escono rispettivamente il 30 agosto 1952 (Una malattia segreta), il 13 settembre 1952 (I paguri nella conchiglia) e l’11 ottobre 1952 (L’insaziabile fame) e costituiscono un blocco unico. Nell’ultimo, L’insaziabile fame, Ernesto Rossi annuncia un quarto intervento mai comparso sul settimanale. Tutti questi testi, eccetto La padella e la brace, sono stati riproposti da Ernesto Rossi, insieme ad altri pubblicati ne Il Mondo, in un volume dal titolo Aria fritta (Laterza, Bari 1956). (Nota editoriale)

 

L'Instant Book di Chiarelettere

Che forza e rigore nelle parole che Ernesto Rossi scrisse sui partiti negli anni Cinquanta dalle colonne de Il Mondo! Vale la pena davvero riproporle e farle leggere a tutti. Il male che oggi viene in superficie Rossi lo denunciava già allora con assoluta lucidità. I partiti come macchine di potere e basta, dove i soldi sono tutto, il programma niente. Chi ha i soldi più facilmente ricopre importanti funzioni nella macchina parlamentare e nelle istituzioni. Detta regole, favorisce accordi, tratta su tutto. Ma i soldi non bastano, servono favori, vantaggi economici, posti di lavoro. Una denuncia netta contro i partiti di allora e un sistema che per forza di cose mette chi fa politica nella condizione di allearsi anche con le mafie e la criminalità. Più soldi, più voti, più potere. Questo libro propone gli articoli che Rossi scrisse specificamente sulla questione del finanziamento ai partiti e che non sono mai stati proposti da soli in un unico volume.

 

Ernesto Rossi (Caserta 1897 – Roma 1967). Politico e intellettuale di indole polemica e intransigente, «democratico ribelle», si è sempre impegnato nel combattere gli interessi corporativi e clientelari dei «padroni del vapore», dei grandi assetti monopolistici. Tra i fondatori di Giustizia e Libertà, viene arrestato nel 1930 e condannato a vent’anni di carcere. Nel 1941, con Altiero Spinelli ed Eugenio Colorni, redige il Manifesto di Ventotene, primo tentativo di elaborazione programmatica di una concezione federalista europea. Membro del Partito d’Azione, nel 1956 è tra i fondatori del Partito radicale. È stato collaboratore del settimanale Il Mondo (1949-1966). Tra i suoi molti libri: Abolire la miseria (1946), Settimo: non rubare (1952), Non mollare (1955), Aria fritta (1956), Il Sillabo (1957), Padroni del vapore e fascismo (1966), Pagine anticlericali (1966).


Articoli correlati

  Napolitano: «Motivo di fiducia che i più convinti ed entusiasti sostenitori dell’Europa siano i giovani»
  E. Silvestri. Europa e alterità radicale da Ernesto Rossi a Emma Bonino
  Un'Europa a due velocità per fare la Difesa comune?
  Una vita per la libertà. A Verbania importante convegno di studi su Ernesto Rossi
  Ricordando Ernesto Rossi
  I funerali di Petter e un documento da lui raccomandato
  Un federalista giacobino. Ernesto Rossi, pioniere degli Stati Uniti d’Europa
  Ernesto Rossi. Attualità di un democratico ribelle - Venerdì 9 febbraio in Firenze
  Vincenzo Donvito. Riflessioni di un patriota alla vigilia del 20 Settembre
  Andrea Ermano. Noi non ne siamo degni, ma loro sì
  Francesco Pullia. Un progetto federalista per sconfiggere la spirale della violenza
  Giuseppe Candido. Europa dei Governi Nazionali o Patria europea?
  I brevissimi/ Maria Lanciotti. Voci dall’isola
  Maria Lanciotti. Il Manifesto di Ventotene
  Per ricordare Ernesto Rossi a quarant’anni dalla sua morte
  Valter Vecellio. Indovina chi non c’è, tra i candidati impresentabili e invotabili di “Micromega”?
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.2%
NO
 24.8%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy