Sabato , 31 Ottobre 2020
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Olanda. Status di rifugiata per l'ugandese fuggita dal suo paese 
St. Paul's Voice Centre of Uganda ed EveryOne Group vincono un'altra sfida di civiltà
31 Ottobre 2014
 

«Kampala, 30 ottobre 2014 – Caro Roberto, cari amici di EveryOne Group», scrive il grande attivista ugandese Patrick Leuben Mukajanga (foto), Premio Makwan 2013, «noi e voi, insieme, abbiamo combattuto una difficile battaglia per la dignità e la vita di N.S. e oggi possiamo dire che abbiamo vinto. Ho appena parlato con lei, che è felice, perché le è stato riconosciuto lo status di rifugiata nei Paesi Bassi. Ora la seguiremo finché riceverà asilo politico, ma un grande passo è stato compiuto, un grande rischio è stato scongiurato».

N.S. è una giovane lesbica ugandese, fuggita nei Paesi Bassi nel 2013 a causa della persecuzione cui era sottoposta da parte della famiglia, dei vicini di casa e delle autorità. Dopo una manifestazione per i diritti LGBT, cui N.S. aveva partecipato, chiedendo giustizia sociale e uguaglianza, è stata arrestata e accusata di “promozione dell'omosessualità”. Le leggi ugandesi sono molto severe nei confronti degli omosessuali, mentre sono tolleranti verso gli omofobi. N.S. ha subito minacce, insulti, abusi e torture. Quindi ha scelto di lasciare l'Uganda. In un primo momento l'ufficio immigrazione dei Paesi Bassi le ha negato protezione internazionale e l'ha destinata alla deportazione. In quel terribile frangente, N.S. si è rivolta al St. Paul's Voice Centre of Uganda e a EveryOne Group, che iniziavano a comunicare con le autorità dei Paesi Bassi, con l'Alto Commissario delle Nazioni Unite sui Rifugiati, con il Parlamento europeo, il Consiglio d'Europa e la Commissione europea. Lanciavano appelli e fornivano al governo dei Paesi Bassi testimonianze e prove della persecuzione contro N.S. Le autorità dei Paesi Bassi rivedevano la loro decisione e il caso si riapriva ed era soggetto a nuova valutazione, fino alla decisione di ieri, che rappresenta una grande vittoria dei diritti umani, della civiltà e di quell'Unione europea che nacque da un sogno di progresso morale, sociale e culturale.

Negli ultimi due anni, lavorando insieme, il St. Paul's Voice Centre of Uganda ed EveryOne Group hanno affrontato più di trenta casi di rifugiati gay destinati a deportazione dall'Unione europea, ottenendo sempre – a volte “all'ultimo secondo” – il rispetto del loro diritto all'accoglienza, alla protezione e all'asilo. Ricordiamo le parole che l'ex Commissario europeo per i diritti umani Thomas Hammarberg trasmise all'inizio del 2012 agli stessi difensori dei diritti umani che hanno salvato N.S. dalla deportazione: «Voi siete l'anima e il cuore dell'Unione europea, perché essa non avrebbe alcun senso se non rispettasse la propria Carta dei Diritti Fondamentali. La vostra missione è vitale per tutti noi, che vi siamo grati oggi e lo saremo per sempre».

 

Roberto Malini



Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.3%
NO
 24.7%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy