Martedì , 23 Luglio 2024
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Critica della cultura > Lo scaffale di Tellus
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Mario Lozzi*. Ri-lettura de “La figlia della Rupe” di Maria Lanciotti
04 Ottobre 2022
 

Maria Lanciotti

La figlia della rupe

Ibiskos Editrice Risolo, 2009, pp. 156, € 12,00

 

Nell’opera incessante che l’autrice svolge

nello smantellare i nostri quadri concettuali

per trovarne altri sempre di più ampi e profondi,

va ricercato il senso etico dei suoi romanzi”

(dalla prefazione)

 

 

Fin dalle prime pagine la lettura del romanzo La figlia della rupe lascia frastornati per come l’autrice ha saputo avvolgere: azioni, non azioni, dolori, non dolori, silenzi e non silenzi, insegnamenti e abbuiamento di sensi. Una storia che nel leggerla ci si sente distillare uno sconosciuto sentimento d'un'anima pagana, libera, e che si innesta nella natura e nel tessuto di chi ha intrecciato vite forse svanite, forse ricorrenti in un ciclo “ovale” ed eterno.

Maria Lanciotti ha creato una mitologia. Similmente agli antichissimi Sumeri che hanno forgiato la storia degli dei. La stessa malìa. Leggendola si assimila il terrore delle cose oscure, delle quali si ricerca un perché, senza trovarlo. Cose che modellano una genealogia senza che i discendenti ne sappiano nulla.

Si percepisce il buio della roccia, la fame di pietra, che fosse scolpita per narrare in modo infinito una storia di piccoli umani. Fallibili, pazzi, senza memoria per nascondere ciò che li ha tagliati in modo insanabile nel profondo della coscienza.

Una mitologia, nuova, che diventa antichissima all'improvviso. Si avverte nello scorrere nelle voci sussurrate, millenni di storia e non storia. L’evocazione di un intreccio di vite non per eternare la pietra, ma la parola scritta che può durare anche oltre lo sgomento di chi legge.

 

Mario Lozzi*

 

* (1939-2020)


Articoli correlati

  Maria Lanciotti. Il “patrimonio” di Mario Lozzi, ex sacerdote e valente scrittore
  Vetrina/ Maria Lanciotti. Pasqua 2022
  Vetrina/ Maria Lanciotti. M’invita ancora...
  Maria Lanciotti. Forty Fingers ‒ Altre note sul sesto rigo
  Vetrina/ Maria Lanciotti. Rinascita
  Vetrina/ Maria Lanciotti. Pensieri di pace
  Vetrina/ Maria Lanciotti. Antico padre
  Vetrina/ Maria Lanciotti. Che non ti perda...
  Vetrina/ Maria Lanciotti. Ho conosciuto una ragazza...
  Vetrina/ Maria Lanciotti. Primavera
  “La voce delle bambine” all’ex chiesa di San Francesco a Velletri (Roma)
  Maria Lanciotti. 1960 ‒ Versi giovanili
  Vetrina/ Maria Lanciotti. Dedicata
  Maria Lanciotti. Fotogrammi
  In libreria/ Roberto Canò. Maria Lanciotti tra prosa e poesia nella raccolta “Spirali”
  Vetrina/ Maria Lanciotti. Cavalieri
  Maria Lanciotti. Compleanni
  Vetrina/ Maria Lanciotti. Lascito
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 69.5%
NO
 30.5%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy