Martedì , 25 Settembre 2018
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Valter Vecellio. L’ordine impartito è: far fuori Pannella e i radicali 
Possono riuscirci, è bene esserne consapevoli
06 Febbraio 2008
 

Dunque gli sfascisti hanno vinto almeno il primo round. E qui, si assiste a un qualcosa di paradossale. Il centro-destra, festante per aver ottenuto le elezioni anticipate, già pregusta una straordinaria vittoria; promette abbattimento di tasse, miracolistiche soluzioni per quel che riguarda l’ordine pubblico; moralità pubblica. Durante tutto il governo Prodi dal centro-destra non è giunta una che sia una idea alternativa a quello che, bene o male, il governo Prodi ha fatto o cercato di fare. I leader del centro-destra perché oggi dovrebbero risultare credibili? È un mistero.

Un altro mistero riguarda il centro-sinistra. Che Walter Veltroni voglia smarcarsi rispetto Rifondazione Comunista, i Comunisti italiani e i Verdi di Pecoraro Scanio, è comprensibile; che voglia “correre” da solo, lo si può ben capire: vuole essere lui il leader nel e del Partito Democratico; e vuol essere lui a gestire, in prima persona, la trattativa, l’intesa, con Berlusconi, dopo le elezioni. Che si lavori per perdere, questo però supera ogni fantasia e ogni calcolo politico, anche in un paese come questo che della fantasia e del calcolo politico ha fatto un’arte.

Chi mangia pane e politica tutti i giorni, spiega che il centro-sinistra è rassegnato a perdere; “corre” sfiduciato; e si propone solo di limitare il danno. C’è solo un “piccolo” particolare: ove mai Berlusconi e il suo schieramento dovessero conquistare sia alla Camera che al Senato una consistente maggioranza, per quale ragione il centro-destra dovrebbe successivamente concertare con il centro-sinistra le auspicate riforme? Perché mai Berlusconi, Fini, Casini, Bossi, dovrebbero porre mano a una nuova legge elettorale che non sia un aggiustamento per evitare il referendum? E naturalmente tanti saluti alle leggi sul conflitto di interessi, la riforma radio-televisiva, i provvedimenti per la giustizia… Al di là dei costi concreti che queste anticipate elezioni comportano, c’è un costo, superiore, dovuto all’inevitabile stasi che la crisi di governo e le elezioni comportano.

C’è una partita, impegnativa, da giocare. Una delle squadre in campo sembra più impegnata a mettere in difficoltà il proprio portiere, che quello della squadra avversaria. In questo scenario, la serie di “niet” nei confronti dei radicali e di Marco Pannella in particolare. Cronache di un suicidio annunciato, si potrebbe dire: i radicali sono accusati senza timor d’apparire ridicoli, di essere i responsabili della quasi-sconfitta del centro-sinistra, perché avrebbero fatto perdere voti al centro. I radicali, con Emma Bonino, sono stati la componente più leale e sincera nei confronti del Governo; ma continuano a essere dipinti come inaffidabili. Marco Pannella è stato il più irriducibile sostenitore del governo Prodi; ma lo si continua a rappresentare come un pericoloso eversore; i radicali in questi venti mesi hanno ingoiato una quantità di rospi, ma si continua a descriverli come una forza naïf, priva di mentalità e proposte di governo, loro che sono l’unica forza politica organizzata riformatrice.

È evidente che si obbedisce a un diktat; un diktat che viene da oltretevere, l’ordine impartito è: far fuori i radicali. Possono riuscirci, è bene esserne consapevoli.

 

Valter Vecellio

(da Notizie radicali, 6 febbraio 2008)


Articoli correlati

  Tiziano Cardosi – Enrico Peyretti. Crisi Governo Prodi. Del “meno peggio” e del meglio
  Crisi Governo Prodi. Risultato dell'illegalità; legislatura da proseguire
  Marco Pannella. Un’Italia di nuovo “governata” da un Vittorio Emanuele III e un governo Facta?
  Bernardini, Zamparutti, Casu. La Casta e il voto anticipato
  Michele Boato, Maria G. Di Rienzo, Mao Valpiana. Crisi politica. Discutiamone il 2 marzo a Bologna
  Valter Vecellio. No alla logica del cupio dissolvi
  “Sciagura per il paese nuove elezioni”. Il comunicato dei Radicali
  Maria G. Di Rienzo. Ihr Gluecklichen Augen
  Crisi Governo Prodi. Giovanni Sarubbi intervista Lidia Menapace
  Lidia Menapace. La crisi della forma politica
  Hypókrisis (Simulazione, in greco)
  Donatella Poretti. Ricerca staminali. Il progresso contro l'immobilismo partitocratico
  Marco Pannella sulle candidature radicali nel Pd
  Enrico Letta a Sondrio venerdì. Un'intera giornata in provincia
  Marco Pannella. Sono d’accordo con base e sviluppi dell’intesa con il Partito Democratico e con Walter Veltroni
  Maria G. Di Rienzo. Elezioni. Prime risposte verso il 2 marzo
  Lidia Menapace. Lettera dalle catacombe. Con saluti sgomenti (di Rosangela Pesenti) e altre lettere (di Enrico Peyretti etc.)
  Elezioni 2008. Sulla marginalità delle donne
  Cremona. Dalle ore 18, veglia per il Tibet con Maurizio Turco e altri candidati del Partito democratico
  Lidia Menapace. Voti dannosi
  Rita Bernardini e Marco Cappato. Meno efficace di un'alleanza riformatrice, ma accettiamo impostazione per un accordo con il Partito Democratico
  Emma Bonino. Radicali in Parlamento: 6 eletti per scelta determinata, 3 “per caso”
  Valter Vecellio. Unn’è cosa di spartiricci u pani ‘nzemmula
  Valter Vecellio. Gli affetti e i concetti
  Candidati coi controfiocchi. Il caso Andrea Verde nella circoscrizione estera per il “Popolo della Libertà”
  Valter Vecellio. La penisola che c’è. Don Antonio Sciortino, “Famiglia Cristiana”, le scomuniche
  Elezioni Basilicata. Elisabetta Zamparutti: «Cercherò di dare un contributo al rinnovamento della politica lucana»
  Tutti e nove i candidati radicali nelle liste del PD eletti
  Stasera Emma Bonino a Ballarò
  UDC. Dalle urne una grande sorpresa
  Niccolò Bulanti. «Cosa ci aspettiamo da lui». Sulle elezioni italiane 2008
  Luciano Canova. Le valigie da preparare
  Pd. Candidature in provincia di Sondrio
  Matteo Mecacci. Veltroni come Obama? Una falsificazione politica e giornalistica
  Marco Cappato e Rocco Berardo. Lettera aperta a Gavino Angius
  Elezioni 2008. I nomi dei nove Radicali candidati nelle liste del Partito Democratico
  Accordo Pd-Radicali: Appello per rispetto "parola data"
  Benedetto Della Vedova. Più vicini alle grandi democrazie
  Elisabetta Zamparutti. Sulla mia candidatura in Basilicata
  Silvio Viale e Igor Boni. Elezioni: sconfitta terapeutica
  A Parigi e in Valtellina per un'Italia europea
  Elezioni. Territorio al centro delle scelte delle candidature
  Elezioni. Appello dei radicali per 'aprire' il PD e concorrere alla sua vittoria politico-elettorale
  SÌ e NO della Sinistra
  Rosangela Pesenti. Pensare in piccolo, agire in tempo...
  Mao Valpiana. Un vero evento politico
  Il Palazzo, Antigone e il programma di sinistra
  “Famiglia Cristiana”. I risultati di un sondaggio sul numero in edicola e attacco all'intesa Pd/Radicali sul prossimo
  Emma Bonino. Alcuni punti chiave della nostra posizione e delle nostre proposte
  Valter Vecellio. Appunti per una campagna elettorale
  Valter Vecellio. Il “laikoonte” di Giorgio Forattini, un’email, e gli sms di un amico
  Lidia Menapace. Divagazioni
  Valter Vecellio. Hanno ragione Veltroni e Rutelli
  Radicali: «Sì all'accordo col Partito democratico»
  Annagloria Del Piano. Quell'Italia che è stata sconfitta
  Maria Antonietta Farina Coscioni. «Per ogni nuova legge, abroghiamone 10!»
  Valter Vecellio. La difficile scommessa che siamo chiamati a giocare
  Benedetto Della Vedova e Peppino Calderisi eletti con il Popolo della Libertà. Gli intenti dei “Riformatori Liberali”
  Bruna Spagnuolo. Auguri agl’Italiani e… - Tellusfolio elezioni 2008
  Maria G. Di Rienzo. Una proposta semplice. Come sono le liste che io vorrei
  Mao Valpiana. Il voto è mio e lo gestisco io
  Donne e uomini di Sinistra chiedono al PD di valutare la possibilità di unirsi in coalizione con i Radicali
  Marco Pannella. Con Walter senza riserve
  Marco Lombardi. Basta Vincere. Un messaggio socialmente devastante
  Piero Cappelli: La mancanza di un'alternativa. Elezioni 2008
  Piero Capone. Il programma barackiano di Veltroni
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 76.5%
NO
 23.5%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 24762 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. e Fax 0342 610861 C.F./P.IVA 00668000144 - SONDRIO REA 46909 - capitale sociale € 7.000 i.v. privacy policy